Sabato 25 Settembre 2021 | 11:57

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Sicurezza in città

Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

Una serie di telecamere di videosorveglianza per fermare la droga

Spaccio vicino stazione di Lecce, 2 ventenni ai domiciliari

POTENZA - L’apporto insostituibile di occhi elettronici infaticabili, accesi h24, di telecamere di videosorveglianza nei punti più vulnerabili, in quanto luoghi di abituale frequentazione di bimbi e ragazzi, nei contesti sociali più fragili e a rischio. Un nuovo tassello sul fronte del contrasto alle attività di spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi delle scuole, nell’ambito di un programma ministeriale più ampio, soprattutto a costo zero per il Comune. Saranno attivi «a breve» i due impianti di videosorveglianza a tutela degli studenti delle elementari e medie dell’IC “G. Leopardi”, di rione Lucania e Bucaletto.

20 telecamere in tutto, 9 in funzione nei pressi del plesso principale di via Cirillo, a rione Lucania (quasi 8 mila euro, IVA esclusa); 11 nei pressi della scuola Primaria “G. Rodari” di contrada Bucaletto (quasi 10 mila euro, IVA esclusa). È quanto definisce la determina comunale del 27 settembre che imputa la spesa di 27.668,56 euro (Peg, Piano economico gestionale 2019, a valere su risorse Pon) dei complessivi 36.034,26 euro assegnati al progetto redatto dall’Ud “Polizia locale - Protezione civile - Anticorruzione nell’ambito di “Scuole Sicure”, il programma finanziato con decreto del Ministero dell’Interno e adottato di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze a dicembre 2018 che fissa i criteri di ripartizione del Fondo per la sicurezza urbana. Approvato anche dalla Prefettura di Potenza che ne monitora l’impegno di spesa, su parere positivo del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il progetto include anche il relativo collegamento e adeguamento funzionale della Centrale Operativa (poco più di 4,5 mila euro, Iva esclusa).

Sono al lavoro gli addetti dell’azienda incaricata - la Imep di Piancazzo Giuseppe con sede a Potenza - di effettuare l’ordine diretto d’acquisto (Oda) sul Mercato Elettronico per gli acquisti in rete della pubblica Amministrazione (MePA) e di procedere all’installazione dei due impianti previsti. «In questi giorni– spiega la dirigente Anna Bellobuono dell’UD “Polizia Locale - Protezione Civile - Anticorruzione” del Comune di Potenza - stanno ultimando l’installazione di questi due impianti di videosorveglianza che abbiamo previsto nel nostro progetto, risultato vincitore del bando nazionale. A fronte dei limiti delle risorse disponibili abbiamo inteso rivolgere una particolare attenzione a due tra le principali aree d’intervento concentrandoci sui due istituti scolastici della città su cui insistono particolari criticità e da dove, tra l’altro, arriva la gran parte delle segnalazioni di disordini. Oltre alla prevista dotazione di impianti di videosorveglianza, il progetto, il cui impegno di spesa è monitorato dalla Prefettura di Potenza, prevede anche – conclude la Comandante Bellobuono - una parte relativa ad attività divulgative sul tema della sicurezza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie