Mercoledì 08 Luglio 2020 | 10:09

NEWS DALLA SEZIONE

per 24 tifosi
Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

 
Randagismo
Potenza, adotti Fido e gli dai un tetto? Meno tasse e una card-bonus

Potenza, adotti Fido e gli dai un tetto? Meno tasse e una card-bonus

 
Giustizia
Potenza, processo Eni. Chieste condanna per 112 anni e sequestri per 150 milioni

Potenza, processo Eni: chieste condanne per 112 anni e sequestri per 150 milioni

 
L'intervista
Basilicata, strutture ricettive lucane a giugno occupate al 50%

Basilicata, strutture ricettive lucane a giugno occupate al 50%

 
Sanità
Potenza, il gioco dell'oca delle prescrizioni: le strutture possono rifiutarle

Potenza, il «gioco dell'oca» delle prescrizioni: le strutture possono rifiutarle

 
Temporali
Maltempo, 9 allagamenti nel Potentino: 9 squadre dei vigili del fuoco

Maltempo, allagamenti nel Potentino: 9 squadre dei vigili del fuoco a lavoro

 
Controlli della polizia
Potenza, spaccia nel parco e scappa alla vista della polizia: arrestato 20enne

Potenza, spaccia nel parco e scappa alla vista della polizia: arrestato 20enne

 
Sanità
Potenza, visite ed esami arretrati: smaltiteli in 30 giorni

Potenza, visite ed esami arretrati: smaltiteli in 30 giorni

 
Viabilità
Potenza, raccordo autostradale. Slitta la fine dei lavori

Potenza, raccordo autostradale: slitta la fine dei lavori

 
sicurezza
Potenza, Tempa Rossa: «risultati analisi non concordanti»

Potenza, Tempa Rossa: «Risultati analisi non concordanti»

 
beni culturali
Potenza, lunedì riapre Biblioteca nazionale e provinciale con alcune limitazioni

Potenza, lunedì riapre Biblioteca nazionale e provinciale con alcune limitazioni

 

Il Biancorosso

Serie C
Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariil riconoscimento
Turismo, Alberobello è capitale italiana delle vacanze in famiglia

Turismo, Alberobello è capitale italiana delle vacanze in famiglia

 
Foggial'episodio
Foggia, scoppia la rissa in villa a tarda notte: arrestati contendenti

Foggia, scoppia la rissa in villa a tarda notte: arrestati contendenti

 
BrindisiE' ricoverato
Da Milano in vacanza a Villanova: turista va in ospedale, positivo al Covid

Da Milano in vacanza a Villanova: turista va in ospedale, positivo al Covid

 
TarantoPreso dai Cc
Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

 
Potenzaper 24 tifosi
Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

 
Batper i dipendenti
Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

 
MateraIl caso
Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

 

i più letti

Al San Carlo

Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: non ci sono medici e i piccoli saranno trasferiti

Un medico da Melfi per dare una mano. Si è ritrovato da solo a gestire il reparto

Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: i piccoli saranno trasferiti

POTENZA - Sta accadendo ciò che si temeva. È la cronaca di un caos ampiamente annunciato nel reparto di Neonatologia dell’ospedale San Carlo. La questione della carenza di medici e infermieri, denunciata dalla Gazzetta il 24 giugno scorso, presenta il conto. Salato. Tre dei piccoli pazienti, che richiedono assistenza continua e costante, saranno trasferiti in un altro ospedale fuori regione, a Foggia e Castellammare. La comunicazione ha mandato su tutte le furie i genitori, alcuni dei quali hanno deciso di firmare la cartella di dimissioni del proprio figlio per portarlo, a proprie spese, in laboratori medici a pagamento con l’obiettivo di effettuare i necessari controlli.

Uno scenario inevitabile se si tiene conto che nel reparto, oggi, c’è un solo medico 24 ore su 24. Si tratta di Saverio De Marca, trasferito da Melfi per tamponare l’emergenza. Altro che emergenza: è venuto da un altro ospedale per dare una mano ed è rimasto imprigionato in una situazione complicatissima. Mara Basentini, presidente dell'associazione Cucciolo onlus che funge da prezioso supporto per i genitori dei bambini ricoverati, si fa portavoce dell’ansia e della preoccupazione delle famiglie: «Un solo medico in un reparto così importante è una follia. Se c’è un’emergenza in sala parto e deve assentarsi, questi bambini chi li cura? Siamo di fronte - aggiunge Basentini - a una terapia intensiva, non a un semplice nido. Può esserci in ogni momento una crisi e occorre intervenire con rapidità».

Quello a cui stiamo assistendo, come dicevamo, è il triste epilogo di una criticità più volte segnalata anche dai sindacati di categoria che hanno parlato di una situazione di «estremo disagio lavorativo per i medici»: turni di notte sempre più incalzanti, doppi turni, superlavoro che si traduce in un clima di alta tensione. I neonatologi, sottoposti a stress continuo, hanno lanciato segnali di insofferenza evidenziando anche un «pregiudizio per la loro integrità psicofisica». Tra ferie, trasferimenti e malattie, il reparto si è praticamente svuotato, costringendo a chiamare un medico in servizio a Melfi, unico e solo a controllare lo stato di salute di una dozzina di bambini. A volte può contare sul supporto di un collega che arriva da altri team ospedalieri.
La forza lavoro, da sempre ridotta al lumicino, ha retto per senso di responsabilità e abnegazione dei medici, ma ora il sistema è collassato. A nulla è valsa, per ridurre i carichi di lavoro, la sospensione del servizio di trasporto emergenza neonatale, il cosiddetto Sten che copre l’intero territorio lucano, garantito fino a poche settimane fa solo da tre unità. «Perdurando questa situazione - si legge in una lettera dei sindacati pubblicata dalla Gazzetta a giugno - si crea un sovraccarico operativo che difficilmente garantirà un’adeguata assistenza, oltre a confliggere con la normativa sull’orario di lavoro (legge 161/2014). L’organico medico, insomma, si conta sulle dita di una mano e la programmazione dei turni è un rebus irrisolvibile: vengono comunicati giornalmente, creando disagi agli stessi medici e alle rispettive famiglie. A ciò si aggiunga il fatto che le giornate libere, ormai da alcuni mesi, non sempre vengono garantite, contravvenendo a qualsiasi norma contrattuale». Insomma, Neonatologia era una bomba pronta ad esplodere. Ed è esplosa. L’effetto? Non si accettano ricoveri e i pazienti vengono dirottati altrove.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie