Giovedì 21 Gennaio 2021 | 12:56

NEWS DALLA SEZIONE

la richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
dati regionali
Covid, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%) e nessun decesso: somministrati oltre 10mila vaccini

Covid in Basilicata, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%): somministrati oltre 10mila vaccini

 
stalking
Potenza, atti persecutori nei confronti della ex compagna: arrestato 52enne

Potenza, atti persecutori nei confronti della ex compagna: arrestato 52enne

 
automotive
Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

 
L'iniziativa
Potenza, un «pasto sospeso» per i più bisognosi e per aiutare i ristoratori

Potenza, un «pasto sospeso» per i più bisognosi e per aiutare i ristoratori

 
monitoraggio
Potenza, fiammate nel Centro olio Tempa Rossa: Total rischia multe pesanti

Potenza, fiammate nel Centro olio Tempa Rossa: Total rischia multe pesanti

 
Il virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
La pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
la protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
a Castelsaraceno
Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barinel Barese
Casamassima, è ai domiciliari ma spaccia dal balcone: 19enne arrestato 2 volte in 3 giorni

Casamassima, è ai domiciliari ma spaccia dal balcone: 19enne arrestato 2 volte in 3 giorni

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
FoggiaIl caso
Foggia, rubati gasolio e attrezzi nella nuova caserma dei Vigili del Fuoco

Foggia, rubati gasolio e attrezzi nella nuova caserma dei Vigili del Fuoco

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 

i più letti

Il giallo di Montereale

Potenza, trovato agonizzante in strada: spunta l’ipotesi dell’agguato

Un diciottenne è in coma da domenica scorsa. troppi dubbi sul tentato suicidio. Cos’è accaduto in venti minuti tra il rientro a casa e il ritrovamento?

Potenza, trovato agonizzante in strada: spunta l’ipotesi dell’agguato

Foto Tony Vece

POTENZA - È ancora avvolta nel mistero la vicenda di un diciottenne di Potenza, trovato ferito a Montereale domenica scorsa. Il giovane è in coma all’ospedale San Carlo di Potenza avendo riportato una profonda ferita alla testa e le fratture del bacino e del femore.

Sul caso sta indagando la polizia che in questi giorni ha sentito più volte gli amici del ragazzo, chi lo ha visto per l’ultima volta prima che accadesse l’inspiegabile. Il caso risale a domenica: intorno all’1 e 30 di notte il giovane viene accompagnato da un paio di amici a Montereale, dove c’è la casa dei nonni e della zia. È qui che vive, al quarto piano di un edificio. Saluta ed entra nel portone. A quel punto gli amici vanno via. Ma nel giro di una ventina di minuti, uno di loro riceve una telefonata da parte di un altro ragazzo che, dall’alto della ringhiera (siamo all’altezza dell’ingresso del ponte di Montereale), scorge la figura del diciottenne riversa a terra. Chiama l’altro amico e torna sul posto dove c’è già l’ambulanza del 118. In venti minuti è successo qualcosa e il giovane potrebbe essere stato convinto da qualcuno a uscire di nuovo. Gli investigatori non escludono alcuna pista, compresa quella del tentato suicidio, ma ci sono troppi aspetti che farebbero pensare a un pestaggio. Innanzitutto le ferite non sarebbero compatibili con quelle di una caduta dal quarto piano. Le braccia e le gambe del ragazzo non hanno subìto traumi ed è difficile che cadendo da un’altezza così elevata non vengano colpiti gli arti. Nemmeno un graffio. Secondo aspetto: lo stendipanni sistemato sotto la finestra è intatto, non presenta segni del passaggio di un corpo. Si trova in una posizione tale che sarebbe toccato da qualsiasi oggetto caduto dalla finestra. Nell’area dove è stato trovato il giovane non ci sono tracce particolari. Tutto pulito. Fin troppo. Ma un ultimo aspetto sembra escludere più di tutti l’ipotesi del tentato suicidio: quando sono arrivati i soccorsi, infatti, la finestra era chiusa. Difficile credere che buttandosi il ragazzo abbia trovato il tempo e la volontà di chiuderla.

Anche il profilo psicologico del diciottenne non farebbe pensare a un giovane che intende togliersi la vita. Lo descrivono come un ragazzo sereno, tranquillo, nonostante una situazione economica familiare non proprio florida.
Anche la compagnia è «sana», con giovani coetanei lontani da devianze e droga. Che cosa è accaduto a Montereale? L’interrogativo è alla base delle indagini della polizia e dei tormenti di amici e familiari. Nel frattempo il ragazzo combatte tra la vita e la morte. Le sue condizioni sono gravissime ed è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico alla testa. I medici hanno preferito, per il momento, non intervenire per ricomporre le fratture del femore e del bacino con il chiaro intento di verificare prima una seppur timida ripresa e di non sottoporre a ulteriore stress il povero ragazzo. Che, per fortuna, ha cominciato a respirare autonomamente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie