Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 05:49

NEWS DALLA SEZIONE

La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 
criminalità
Mafia lucana fa flop, per l'operazione «Iena» solo due condanne

Mafia lucana, flop per operazione «Iena»: solo 2 condanne

 
Sollevamento pesi
A Dubai un lucano sul tetto del mondo: vince la coppa paralimpica

A Dubai un lucano sul tetto del mondo: vince la coppa paralimpica

 
Verso le regionali
Basilicata, Arbia (Sms) annuncia: «Mi candido a Presidenza Regione»

Basilicata, Arbia (Sms) annuncia: «Mi candido a Governatore»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceComponente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
MateraNel Materano
Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

 
BariInaugura il 21 febbraio
Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

 
TarantoAl Teatro Fusco
La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

 
BrindisiA Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
BatDopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 
FoggiaLa storia
«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 

Parla la presidente della Corte d'Appello

«Matera 2019 ci coglie impreparati»: così l'anno giudiziario a Potenza

Gli interventi della presidente Sinisi e del Procuratore generale Armando D’Alterio

Potenza, inaugurazione dell'anno giudiziario: la cerimonia

POTENZA - «Purtroppo, nonostante i pubblici appelli lanciati in occasione delle precedenti cerimonie d’inaugurazione dell’anno giudiziario, l’evento di Matera capitale della cultura 2019 non ci coglie preparati sul piano dei contraccolpi giudiziari, come sarebbe stato necessario: gli effetti già si vedono, ad esempio sotto il profilo dell’aumento delle presenze turistiche. Sono state adottate soluzioni tampone». Così la presidente della Corte d’Appello di Potenza, Rosa Patrizia Sinisi, all’inaugurazione dell’anno giudiziario.

La presidente ha anche ricordato, esaminando complessivamente lo «stato di salute» del distretto, che «per rompere la stagnazione dei processi in particolare del settore civile occorre imprimere una svolta effettiva. Per dirla in termini aziendalistici, è necessario rafforzare il capitale umano, Aumentando gli organici dei giudici e colmando tutte le scoperture organiche di magistrati e personale amministrativo negli uffici giudiziari del distretto, con provvedimenti straordinari, anche l’incentivo economico, Per compensare la circostanza che, a differenza delle popolose regioni confinanti, pochi sono i lucani vincitori di concorso nel settore della giustizia, e tanti di essi subiscono ancora il fascino del vivere in contesti diversi da quelli di origine». L’appello rivolto dalla presidente è quindi quello di dichiarare le sedi del distretto come «disagiate, per contrastare il turnover dei trasferimenti, conseguendo così risultati anche sul piano di riduzione dei tempi processuali».
Nel corso della cerimonia è poi intervenuto il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata, Mimmo Sammartino, il quale ha prima di tutto evidenziato «l'importanza della difesa della libertà di stampa, messa sotto attacco anche da parte di autorità istituzionali, che ha reso necessari sette appelli del Presidente della Repubblica per affermarne il valore centrale», e la «necessità di tutelare il dovere dei giornalisti di dar conto dei fatti, in troppi casi minacciati, riaffermando il valore centrale di questo lavoro che è prima di tutto il diritto dei cittadini a essere informati": Sammartino ha infine ricordato Giulio Regeni e i giornalisti minacciati anche in Basilicata con un riferimento poi «alla crisi dell’informazione sul territorio lucano, come dimostra il rischio di chiusura della Gazzetta del Mezzogiorno». (ANSA).

(ANSA) - POTENZA, 26 GEN - La presidente ha anche ricordato, esaminando complessivamente lo «stato di salute» del distretto, che «per rompere la stagnazione dei processi in particolare del settore civile occorre imprimere una svolta effettiva. Per dirla in termini aziendalistici, è necessario rafforzare il capitale umano, Aumentando gli organici dei giudici e colmando tutte le scoperture organiche di magistrati e personale amministrativo negli uffici giudiziari del distretto, con provvedimenti straordinari, anche l’incentivo economico, Per compensare la circostanza che, a differenza delle popolose regioni confinanti, pochi sono i lucani vincitori di concorso nel settore della giustizia, e tanti di essi subiscono ancora il fascino del vivere in contesti diversi da quelli di origine». L’appello rivolto dalla presidente è quindi quello di dichiarare le sedi del distretto come «disagiate, per contrastare il turnover dei trasferimenti, conseguendo così risultati anche sul piano di riduzione dei tempi processuali».
Nel corso della cerimonia è poi intervenuto il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata, Mimmo Sammartino, il quale ha prima di tutto evidenziato «l'importanza della difesa della libertà di stampa, messa sotto attacco anche da parte di autorità istituzionali, che ha reso necessari sette appelli del Presidente della Repubblica per affermarne il valore centrale», e la «necessità di tutelare il dovere dei giornalisti di dar conto dei fatti, in troppi casi minacciati, riaffermando il valore centrale di questo lavoro che è prima di tutto il diritto dei cittadini a essere informati": Sammartino ha infine ricordato Giulio Regeni e i giornalisti minacciati anche in Basilicata con un riferimento poi «alla crisi dell’informazione sul territorio lucano, come dimostra il rischio di chiusura della Gazzetta del Mezzogiorno». (ANSA).

(ANSA) - POTENZA, 26 GEN - La presidente ha anche ricordato, esaminando complessivamente lo «stato di salute» del distretto, che «per rompere la stagnazione dei processi in particolare del settore civile occorre imprimere una svolta effettiva. Per dirla in termini aziendalistici, è necessario rafforzare il capitale umano, Aumentando gli organici dei giudici e colmando tutte le scoperture organiche di magistrati e personale amministrativo negli uffici giudiziari del distretto, con provvedimenti straordinari, anche l’incentivo economico, Per compensare la circostanza che, a differenza delle popolose regioni confinanti, pochi sono i lucani vincitori di concorso nel settore della giustizia, e tanti di essi subiscono ancora il fascino del vivere in contesti diversi da quelli di origine». L’appello rivolto dalla presidente è quindi quello di dichiarare le sedi del distretto come «disagiate, per contrastare il turnover dei trasferimenti, conseguendo così risultati anche sul piano di riduzione dei tempi processuali».
Nel corso della cerimonia è poi intervenuto il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata, Mimmo Sammartino, il quale ha prima di tutto evidenziato «l'importanza della difesa della libertà di stampa, messa sotto attacco anche da parte di autorità istituzionali, che ha reso necessari sette appelli del Presidente della Repubblica per affermarne il valore centrale», e la «necessità di tutelare il dovere dei giornalisti di dar conto dei fatti, in troppi casi minacciati, riaffermando il valore centrale di questo lavoro che è prima di tutto il diritto dei cittadini a essere informati": Sammartino ha infine ricordato Giulio Regeni e i giornalisti minacciati anche in Basilicata con un riferimento poi «alla crisi dell’informazione sul territorio lucano, come dimostra il rischio di chiusura della Gazzetta del Mezzogiorno».

IL PROCURATORE GENERAKE D'ALTERIO - «Complessivamente le quattro Procure del distretto di Corte d’Appello di Potenza hanno definito circa 26.875 procedimenti ordinari rispetto agli originali 13.274, con una pendenza finale di 10.868 procedimenti attuali, e dunque una percentuale di smaltimento, quantificando il differenziale tra pendente iniziali e finali, corrispondente a -18,1%». È questo uno dei passaggi dell’intervento del Procuratore generale presso la Corte d’Appello di Potenza, Armando D’Alterio, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario.

Dati che corrispondono, ha spiegato D’Alterio, «a 2.406 procedimenti in più rispetto ai sopravvenuti, con una durata media dei procedimenti di 172 giorni, sensibilmente ridotta, dunque, rispetto alla durata di 208 giorni registrata lo scorso anno. Dunque la durata media dei procedimenti nella fase delle indagini preliminari ammonta a meno di sei mesi, il che pare sconfessare la critica alla riforma della prescrizione - che la bloccherà, a partire dal prossimo anno, dopo la sentenza di primo grado - per quella parte che si riferisce alla presunta circostanza che la prescrizione sarebbe dovuta essenzialmente alle lungaggini delle indagini preliminari, per cui la riforma non sarebbe funzionale allo scopo perseguito».
D’Alterio ha quindi ricordato che «come già evidenziato nella relazione dello scorso anno, gli uffici requirenti necessitano di uno sforzo logistico per fronteggiare le carenze, lo scorso anno gravi principalmente sotto il profilo del personale amministrativo, quest’anno - ferme restando le gravi carenze in tale settore - ancor più gravi sotto il profilo dei ruoli dei magistrati ordinari, del Pubblico Ministero di Potenza e del settore giudicante». 

Il distretto di Corte d’Appello di Potenza, «sotto il profilo dell’ordine pubblico, patisce la presenza nel comune di Palazzo San Gervasio (Potenza) di uno dei tre Centri di permanenza per il rimpatrio (Cpr) presenti sul territorio nazionale: si tratta di un focolaio di attività criminose (danneggiamento delle strutture del Cpr, resistenza pubblico ufficiale, risse, violenze di ogni genere, fino a gravissimi episodi di spaccio di stupefacenti con casi di overdose di violenza sessuale di gruppo)». È questo uno dei passaggi dell’intervento del Procuratore generale presso la Corte d’Appello di Potenza, Armando D’Alterio, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario che si è svolta nel capoluogo lucano.

«Ne consegue peraltro - ha aggiunto il Procuratore generale - l'assorbimento di personale di polizia per la vigilanza del Cpr e per la traduzione dei soggetti ai fini della decisione sulle istanze di protezione internazionale. Si tratta di decine di uomini delle forze dell’ordine quotidianamente impegnati in tali attività, sottratti di conseguenza alle attività di controllo del territorio e di indagine, con possibili ricadute negative sulla complessa capacità dello Stato, in questo distretto, di prevenire e reprimere i fenomeni criminali, peraltro scongiurate grazie all’intensificato impegno degli operatori del settore».

«Carenze logistiche - ha proseguito - addebitabili a insuperabili carenze di fondi non hanno consentito finora, infatti, lo svolgimento di attività processuali in loco, impegnando oltre misura le forze dell’ordine e la Prefettura di Potenza. La Procura di Potenza ha costituito un pool di magistrati la cui attività consente di intervenire tempestivamente sotto il profilo repressivo, con la collaborazione costante delle forze dell’ordine impegnate presso la struttura e nelle attività di vigilanza e traduzione connesse». Il Pg ha anche ricordato che «eguale allarme sociale e suscitato dalla consumazione di gravi delitti in tema di immigrazione clandestina: sono in corso ben nove procedimenti, di cui sette complessi, riguardanti il fenomeno (numero in ascesa rispetto a quello dell’anno precedente) con l’emissione, tra l’altro, di 15 misure cautelari in danno sia di soggetti di nazionalità pakistana che italiana».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400