Lunedì 18 Gennaio 2021 | 04:29

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
Il personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
Nel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
I numeri
Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

 
zona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
dati regionali
Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2%

Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2% e trend in aumento

 
L'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al Piano regionale. Coldiretti: «C'è altro da fare»

 
sanità
Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

 
L'emergenza
Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%)

Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%). Anci: «Nessuno conosce il piano»

 
la «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Difesa ambiente
No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Parla la presidente della Corte d'Appello

«Matera 2019 ci coglie impreparati»: così l'anno giudiziario a Potenza

Gli interventi della presidente Sinisi e del Procuratore generale Armando D’Alterio

Potenza, inaugurazione dell'anno giudiziario: la cerimonia

POTENZA - «Purtroppo, nonostante i pubblici appelli lanciati in occasione delle precedenti cerimonie d’inaugurazione dell’anno giudiziario, l’evento di Matera capitale della cultura 2019 non ci coglie preparati sul piano dei contraccolpi giudiziari, come sarebbe stato necessario: gli effetti già si vedono, ad esempio sotto il profilo dell’aumento delle presenze turistiche. Sono state adottate soluzioni tampone». Così la presidente della Corte d’Appello di Potenza, Rosa Patrizia Sinisi, all’inaugurazione dell’anno giudiziario.

La presidente ha anche ricordato, esaminando complessivamente lo «stato di salute» del distretto, che «per rompere la stagnazione dei processi in particolare del settore civile occorre imprimere una svolta effettiva. Per dirla in termini aziendalistici, è necessario rafforzare il capitale umano, Aumentando gli organici dei giudici e colmando tutte le scoperture organiche di magistrati e personale amministrativo negli uffici giudiziari del distretto, con provvedimenti straordinari, anche l’incentivo economico, Per compensare la circostanza che, a differenza delle popolose regioni confinanti, pochi sono i lucani vincitori di concorso nel settore della giustizia, e tanti di essi subiscono ancora il fascino del vivere in contesti diversi da quelli di origine». L’appello rivolto dalla presidente è quindi quello di dichiarare le sedi del distretto come «disagiate, per contrastare il turnover dei trasferimenti, conseguendo così risultati anche sul piano di riduzione dei tempi processuali».
Nel corso della cerimonia è poi intervenuto il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata, Mimmo Sammartino, il quale ha prima di tutto evidenziato «l'importanza della difesa della libertà di stampa, messa sotto attacco anche da parte di autorità istituzionali, che ha reso necessari sette appelli del Presidente della Repubblica per affermarne il valore centrale», e la «necessità di tutelare il dovere dei giornalisti di dar conto dei fatti, in troppi casi minacciati, riaffermando il valore centrale di questo lavoro che è prima di tutto il diritto dei cittadini a essere informati": Sammartino ha infine ricordato Giulio Regeni e i giornalisti minacciati anche in Basilicata con un riferimento poi «alla crisi dell’informazione sul territorio lucano, come dimostra il rischio di chiusura della Gazzetta del Mezzogiorno». (ANSA).

(ANSA) - POTENZA, 26 GEN - La presidente ha anche ricordato, esaminando complessivamente lo «stato di salute» del distretto, che «per rompere la stagnazione dei processi in particolare del settore civile occorre imprimere una svolta effettiva. Per dirla in termini aziendalistici, è necessario rafforzare il capitale umano, Aumentando gli organici dei giudici e colmando tutte le scoperture organiche di magistrati e personale amministrativo negli uffici giudiziari del distretto, con provvedimenti straordinari, anche l’incentivo economico, Per compensare la circostanza che, a differenza delle popolose regioni confinanti, pochi sono i lucani vincitori di concorso nel settore della giustizia, e tanti di essi subiscono ancora il fascino del vivere in contesti diversi da quelli di origine». L’appello rivolto dalla presidente è quindi quello di dichiarare le sedi del distretto come «disagiate, per contrastare il turnover dei trasferimenti, conseguendo così risultati anche sul piano di riduzione dei tempi processuali».
Nel corso della cerimonia è poi intervenuto il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata, Mimmo Sammartino, il quale ha prima di tutto evidenziato «l'importanza della difesa della libertà di stampa, messa sotto attacco anche da parte di autorità istituzionali, che ha reso necessari sette appelli del Presidente della Repubblica per affermarne il valore centrale», e la «necessità di tutelare il dovere dei giornalisti di dar conto dei fatti, in troppi casi minacciati, riaffermando il valore centrale di questo lavoro che è prima di tutto il diritto dei cittadini a essere informati": Sammartino ha infine ricordato Giulio Regeni e i giornalisti minacciati anche in Basilicata con un riferimento poi «alla crisi dell’informazione sul territorio lucano, come dimostra il rischio di chiusura della Gazzetta del Mezzogiorno». (ANSA).

(ANSA) - POTENZA, 26 GEN - La presidente ha anche ricordato, esaminando complessivamente lo «stato di salute» del distretto, che «per rompere la stagnazione dei processi in particolare del settore civile occorre imprimere una svolta effettiva. Per dirla in termini aziendalistici, è necessario rafforzare il capitale umano, Aumentando gli organici dei giudici e colmando tutte le scoperture organiche di magistrati e personale amministrativo negli uffici giudiziari del distretto, con provvedimenti straordinari, anche l’incentivo economico, Per compensare la circostanza che, a differenza delle popolose regioni confinanti, pochi sono i lucani vincitori di concorso nel settore della giustizia, e tanti di essi subiscono ancora il fascino del vivere in contesti diversi da quelli di origine». L’appello rivolto dalla presidente è quindi quello di dichiarare le sedi del distretto come «disagiate, per contrastare il turnover dei trasferimenti, conseguendo così risultati anche sul piano di riduzione dei tempi processuali».
Nel corso della cerimonia è poi intervenuto il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata, Mimmo Sammartino, il quale ha prima di tutto evidenziato «l'importanza della difesa della libertà di stampa, messa sotto attacco anche da parte di autorità istituzionali, che ha reso necessari sette appelli del Presidente della Repubblica per affermarne il valore centrale», e la «necessità di tutelare il dovere dei giornalisti di dar conto dei fatti, in troppi casi minacciati, riaffermando il valore centrale di questo lavoro che è prima di tutto il diritto dei cittadini a essere informati": Sammartino ha infine ricordato Giulio Regeni e i giornalisti minacciati anche in Basilicata con un riferimento poi «alla crisi dell’informazione sul territorio lucano, come dimostra il rischio di chiusura della Gazzetta del Mezzogiorno».

IL PROCURATORE GENERAKE D'ALTERIO - «Complessivamente le quattro Procure del distretto di Corte d’Appello di Potenza hanno definito circa 26.875 procedimenti ordinari rispetto agli originali 13.274, con una pendenza finale di 10.868 procedimenti attuali, e dunque una percentuale di smaltimento, quantificando il differenziale tra pendente iniziali e finali, corrispondente a -18,1%». È questo uno dei passaggi dell’intervento del Procuratore generale presso la Corte d’Appello di Potenza, Armando D’Alterio, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario.

Dati che corrispondono, ha spiegato D’Alterio, «a 2.406 procedimenti in più rispetto ai sopravvenuti, con una durata media dei procedimenti di 172 giorni, sensibilmente ridotta, dunque, rispetto alla durata di 208 giorni registrata lo scorso anno. Dunque la durata media dei procedimenti nella fase delle indagini preliminari ammonta a meno di sei mesi, il che pare sconfessare la critica alla riforma della prescrizione - che la bloccherà, a partire dal prossimo anno, dopo la sentenza di primo grado - per quella parte che si riferisce alla presunta circostanza che la prescrizione sarebbe dovuta essenzialmente alle lungaggini delle indagini preliminari, per cui la riforma non sarebbe funzionale allo scopo perseguito».
D’Alterio ha quindi ricordato che «come già evidenziato nella relazione dello scorso anno, gli uffici requirenti necessitano di uno sforzo logistico per fronteggiare le carenze, lo scorso anno gravi principalmente sotto il profilo del personale amministrativo, quest’anno - ferme restando le gravi carenze in tale settore - ancor più gravi sotto il profilo dei ruoli dei magistrati ordinari, del Pubblico Ministero di Potenza e del settore giudicante». 

Il distretto di Corte d’Appello di Potenza, «sotto il profilo dell’ordine pubblico, patisce la presenza nel comune di Palazzo San Gervasio (Potenza) di uno dei tre Centri di permanenza per il rimpatrio (Cpr) presenti sul territorio nazionale: si tratta di un focolaio di attività criminose (danneggiamento delle strutture del Cpr, resistenza pubblico ufficiale, risse, violenze di ogni genere, fino a gravissimi episodi di spaccio di stupefacenti con casi di overdose di violenza sessuale di gruppo)». È questo uno dei passaggi dell’intervento del Procuratore generale presso la Corte d’Appello di Potenza, Armando D’Alterio, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario che si è svolta nel capoluogo lucano.

«Ne consegue peraltro - ha aggiunto il Procuratore generale - l'assorbimento di personale di polizia per la vigilanza del Cpr e per la traduzione dei soggetti ai fini della decisione sulle istanze di protezione internazionale. Si tratta di decine di uomini delle forze dell’ordine quotidianamente impegnati in tali attività, sottratti di conseguenza alle attività di controllo del territorio e di indagine, con possibili ricadute negative sulla complessa capacità dello Stato, in questo distretto, di prevenire e reprimere i fenomeni criminali, peraltro scongiurate grazie all’intensificato impegno degli operatori del settore».

«Carenze logistiche - ha proseguito - addebitabili a insuperabili carenze di fondi non hanno consentito finora, infatti, lo svolgimento di attività processuali in loco, impegnando oltre misura le forze dell’ordine e la Prefettura di Potenza. La Procura di Potenza ha costituito un pool di magistrati la cui attività consente di intervenire tempestivamente sotto il profilo repressivo, con la collaborazione costante delle forze dell’ordine impegnate presso la struttura e nelle attività di vigilanza e traduzione connesse». Il Pg ha anche ricordato che «eguale allarme sociale e suscitato dalla consumazione di gravi delitti in tema di immigrazione clandestina: sono in corso ben nove procedimenti, di cui sette complessi, riguardanti il fenomeno (numero in ascesa rispetto a quello dell’anno precedente) con l’emissione, tra l’altro, di 15 misure cautelari in danno sia di soggetti di nazionalità pakistana che italiana».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie