Domenica 09 Dicembre 2018 | 23:30

NEWS DALLA SEZIONE

Decrescita
Lucani condannati dalla montagna?

Lucani condannati dalla montagna?

 
L'inchiesta del 2015
Potenza, maltrattamenti al Don Uva: assolti 7 dei 15 arrestati

Potenza, maltrattamenti al Don Uva: assolti 7 dei 15 indagati

 
Il blitz del 2012
Inchiesta discariche, sette condanne per la «Monnezzopoli»

Inchiesta discariche, sette condanne per la «Monnezzopoli»

 
Tra il 2010 e il 2012
Smaltimento rifiuti illeciti, 7 condanne a Potenza

Smaltimento rifiuti illeciti, 7 condanne a Potenza

 
In Lussemburgo
Pasticcere di Potenza vince medaglia Culinary&Pastry

Pasticcere di Potenza vince medaglia Culinary&Pastry

 
agricoltura
L’Igp olio lucano arriva all’esame del ministero

L’Igp olio lucano arriva all’esame del ministero

 
In Basilicata
I centri di accoglienza resistono: migranti ospitati senza le rette

I centri di accoglienza resistono: migranti ospitati senza le rette

 
Operazione della polizia
polizia

Potenza, intestazione fittizia di beni e fatture false: 9 arresti

 
il fenomeno
Basilicata, il 13,8% degli studenti abbandona la scuola

Basilicata, il 13,8% degli studenti abbandona la scuola

 
La parola dei tecnici
Basilicata, dagli ex assessori regionali duro giudizio sulla giunta Pittella

Basilicata, dagli ex assessori regionali duro giudizio sulla giunta Pittella

 
Violenza sessuale
«Con questa crema non resterai incinta»: condannato farmacista di Potenza

«Con questa crema non resterai incinta»: condannato farmacista di Potenza

 

Il vademecum

Potenza, truffe anziani: ecco come evitarle

Se n'è parlato ad Avigliano: tutte le raccomandazioni

Truffa del finto avvocatoderubato anziano a Martano

Diffidare degli sconosciuti e al minimo sospetto non esitare a lanciare l’allarme alle forze dell’ordine. In sintesi è stato questo il contenuto di un incontro che si è tenuto ad Avigliano sul tema delle truffe in cui sempre più spesso incappano le persone anziane. Gli ultimi episodi solo per citarne alcuni a Chiaromonte e Pignola. Nel primo caso una 23enne rumena, poi arrestata dai carabinieri, con una serie di raggiri entra in un’abitazione e con l’ausilio di una complice sottrae a due anziani coniugi 12 mila euro e una carta postepay. Invece a Pignola alcuni truffatori inscenando il trucco del falso avvocato avevano fatto credere che il figlio degli anziani aveva causato un brutto incidente. Per tirarlo fuori dai guai servivano 8 mila euro. La signora non possedendo in casa la somma richiesta si è precipitata all’ufficio postale prelevando 3 mila euro. Insomma per porre un freno a truffe e raggiri se n’è discusso presso la sala consiliare del Comune. Erano presenti il comandante della Compagnia Carabinieri di Potenza, capitano Gennaro Cascone, il sindaco Vito Summa, i responsabili dell’Unitre - Università della Terza Età – presidente Carlo Onorati e vice presidente Antonella Genoino, il presidente dell’Auser – Autogestione servizi di volontariato - Silvana Massabò e il comandante della locale stazione carabinieri, luogotenente Carmine Cianciarulo.


L’appuntamento, che ha coinvolto numerosi cittadini, inquadrato in una mirata campagna dispiegata su tutto il territorio nazionale dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri e, in particolare, del Comando Legione Basilicata, è stato utile per fornire consigli e spunti di riflessione sul particolare fenomeno.
Gli anziani presenti hanno manifestato vivo interesse per l’argomento trattato, interagendo con i militari dell’Arma a cui sono state rivolte varie domande in relazione ai suggerimenti e casi illustrati. Dai rappresentanti delle forze dell’ordine è stata sottolineata la necessità di collaborare e segnalare immediatamente al numero unico di emergenza «112». «Oppure - è stato detto nel corso dell’ incontro - recandosi presso il competente Comando Stazione Carabinieri, i casi in cui si presentanoalle abitazioni individui che si dicono appartenenti alle Forze dell’ordine».
Stesso comportamento da tenere quando si ricevono anomale telefonate, nel corso delle quali vengono segnalati incidenti stradali od eventi insoliti, in cui sono coinvolti familiari per i quali vengono richieste somme di denaro. Inoltre sono stati commentati una serie di accorgimenti utili per potersi agevolmente sottrarre ad indebiti propositi di malfattori che agiscono sia personalmente che a mezzo telefono o via web. Ai presenti alla riunione è stato distribuito una copia dell’opuscolo informativo edito dalla rivista «Il Carabiniere» dal titolo: «Truffe agli anziani: i consigli dell’Arma».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400