Mercoledì 24 Aprile 2019 | 23:47

NEWS DALLA SEZIONE

Il nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
Le indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
Petrolio lucano
Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

 
Il caso
Basilicata, petrolio contaminato in Val D'Agri: un arresto

Val D'Agri, petrolio contaminato: arrestato dirigente Eni 
«Massima collaborazione»

 
La nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
Elezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
L'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
La curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto.La squadra fa ricorso ma viene respinto

 
A potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 
Parco del Pollino
Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Ambiente

Quei morti che fanno pensare
nel «Dossier Basilicata 2018»

Dall’impennata (+80%) di decedute per malattie ischemiche al 100% di comuni con territorio fragile alle inchieste sul greggio

Quei morti che fanno pensarenel «Dossier Basilicata 2018»

POTENZA - Un documento predisposto da movimenti, associazioni, comitati e cittadini lucani impegnati nella tutela dell’ambiente, che svolgono costantemente il ruolo di «sentinelle» diffondendo informazioni e vigilando sull’operato delle istituzioni. Tutto questo è il «Dossier Basilicata 2018 – Ambiente e Salute», un lavoro frutto di più mani che si pone l’obiettivo di far aprire gli occhi e denunciare come la nostra regione stia vivendo una situazione emergenziale a tutto tondo: ambientale, economica, sanitaria e demografica. Il documento non contiene statistiche o dati (se non in misura marginale) ed è una vera e propria monografia che affronta temi molteplici, dalla crisi ecologica alla salute in Basilicata, dalla situazione dell’attività estrattiva alle acque sotterranee contaminate di contrada La Rossa, a Montemurro, passando per l’incremento del rischio sismico a causa dell’attività estrattiva in Val d’Agri. A proposito di questa area, nel Dossier si legge che a Viggiano e Grumento è stato riscontrato un eccesso di mortalità del 63% nel sesso femminile per malattie cardiovascolari ed un eccesso di ricoveri, sempre nel sesso femminile, per un 41% per malattie circolatorie (con un aumento fino all’80% per malattie ischemiche) ed un 48% per quelle respiratorie. L’eccesso di ricoveri per malattie respiratorie croniche nei due sessi è stato addirittura del 118%. Ciò è emerso dalla Vis (Valutazione d’impatto sanitario), che conferma la necessità di procedere ad uno studio epidemiologico serio. E, ancora, le domande su cosa accade a Tempa Rossa, i pozzi petroliferi incidentati o abbandonati, senza tralasciare il tema degli ultimi tempi, quello delle inchieste e dei processi sul petrolio dal 2002 al 2018. Il documento, però, è anche propositivo quando affrontando le proposte di modifiche normative in materia di energia, e dà atto del consumo di suolo, dello spopolamento e dei cambiamenti climatici che stanno incrementando il rischio di dissesto idrogeologico: il 100% dei comuni lucani è a rischio idrogeologico. Anche l’agricoltura è oggetto di questo importante lavoro, visto che si parla dei disastri ambientali in agricoltura e della perdita della sovranità alimentare. Un lavoro certosino e di spessore, nel quale si analizzano fatti e malefatte lucane in tema di ambiente. Il documento è stato stampato come numero monografico della rivista trimestrale “Valori”, che si occupa di temi sociali e di ambiente: l’obiettivo è anche quello di promuovere la tematica dell’ambiente lucano da mera questione di carattere regionale a problematica nazionale. Per far sì che si accendano sempre più i riflettori sulla nostra regione anche su temi così rilevanti. Dalla duplice esigenza di tutelare l’ambiente e di sorvegliare l’operato delle istituzioni, dunque, numerosi movimenti hanno avvertito l’urgente necessità di redigere insieme questo importante documento, che “per la prima volta offre ai cittadini una panoramica delle principali criticità ambientali lucane (comprenderle tutte, infatti, sarebbe davvero difficile, visto il loro elevato numero) allo scopo non solo di informarli sulle singole problematiche, ma anche di renderli consapevoli dell’incredibile effetto cumulo a cui la Basilicata è sottoposta da decenni e che non è più in grado di tollerare”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400