Giovedì 21 Febbraio 2019 | 12:23

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
TarantoNel Tarantino
Tentò di uccidere due persone a S.Giorgio Jonico, pregiudicato si consegna ai cc

Tentò di uccidere 2 persone a S.Giorgio Jonico, 68enne si consegna ai cc

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BariPremiato a Rimini
Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

 
Brindisil'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
FoggiaLa decisione
Foggia, dopo 14 anni chiude Unieuro, in 18 a casa

Foggia, dopo 14 anni chiude Unieuro, in 18 a casa

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

A Castelmezzano

Ofelia, la 50enne spagnola fa l'Erasmus sulla cucina in Basilicata

La donna, della Galizia, per un mese alle prese con i sapori: sua tutor la chef Antonietta Santoro

Ofelia, la studentessa 50ennedalla Spagna in Basilicata per un Erasmus sulla cucina

Ofelia mentre impasta

CASTELMEZZANO (Potenza) - Ofelia Alonzo Garcia, un’operatrice sociale della Galizia, ha poco più di cinquant’anni, tre figli e una passione per la cucina. È lei la prima “studentessa” giunta a Castelmezzano per vivere l’esperienza dell’Erasmus. Sua insegnante è Antonietta Santoro, chef al “Becco della civetta”, nel centro delle Dolomiti Lucane, ora impegnata anche a “La Lopa” di Matera. Ma come è avvenuto questo incontro tra Ofelia, Antonietta? Tra la Galizia e Castelmezzano? Tutto è cominciato nello scorso mese di marzo quando Antonietta Santoro è stata invitata, sempre nell’ambito del programma Erasmus, a tenere alcuni incontri sulla cucina lucana in un istituto alberghiero della Galizia, nella città di Ies de Foz. Così, per una settimana, tra Ies de Foz, La Coruña e Santiago di Compostela, studenti, docenti e ristoratori del luogo hanno preso parte alle lezioni teoriche e pratiche della chef castelmezzanese. Tutti i partecipanti hanno avuto l’opportunità di mettersi alla prova, sotto la supervisione di Antonietta e del suo giovane collaboratore Giovanni Romano, con piatti a base di pasta fatta in casa, agnello, baccalà con i «paparuli cruschi», fagioli e cicorie, «crostole», pastiere.

Tra i discenti c’era anche Ofelia che, a Ies de Foz, frequentava la scuola serale per adulti dell’alberghiero. Solo la sera perché di giorno lei assiste a domicilio persone non autosufficienti. Ma non si era mai tolto dalla testa il “pallino” per la buona cucina. E, per meglio coltivare questo interesse, ha voluto acquisire anche uno specifico titolo di studio: “secondo ciclo di cucina e gastronomia”. Si è iscritta al corso triennale quando aveva 49 anni e adesso lo ha appena concluso. «Cucinare è sempre stata una mia passione - spiega Ofelia - e per adesso intendo continuare a farlo come hobby».

L’incontro con la chef Antonietta è stata una sorpresa per entrambe. «Mi pare che abbiamo gusti e interessi assai simili - aggiunge Ofelia. - Mi hanno colpito subito, nelle lezioni di Antonietta, in Galizia, le ricette con l’ utilizzo delle erbe spontanee». Ma poi c’è stato anche molto altro che le è piaciuto. «Oh sì - spiega Ofelia - me gusta anche il lonzino di maiale marinato all’aglianico con misticanza, noci e cacio cavallo podolico». E non solo: Ofelia elenca «i ceci bianchi e neri con funghi cardoncelli e ogni tipo di pasta». «Ha imparato anche a fare ravioli, cavatelli, strascinati, orecchiette - fa sapere, soddisfatta, la “docente” Antonietta. - E ha deciso che vuole portarsi a casa la farina da qua».

Intende forse aprire a Ies de Foz un ristorante di cucina lucana? «No - dice Ofelia. - Ho tante idee, ma non so ancora... Intanto cucinerò per la mia famiglia. Per i miei tre figli». E della Basilicata, a parte la farina, Ofelia cosa si porterà in Galizia? «Le cose che ho imparato e il ricordo di un paesaggio assai diverso dal mio, che somiglia piuttosto alla costa salernitana. Porterò con me il ricordo di luoghi bellissimi come Matera e Castelmezzano. Questo Erasmus per me è stata una esperienza di vita importante. La racconterò a studenti e professori nel mio istituto alberghiero. Ma già so che alcuni ragazzi hanno chiesto di venire qui per imparare anche loro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400