Domenica 24 Gennaio 2021 | 09:10

NEWS DALLA SEZIONE

Il bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
Il caso
Basilicata, assessore di Forza Italia attacca FdI e si dimette

Basilicata, assessore di Forza Italia attacca FdI e si dimette

 
Il caso
Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

 
Il caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
Il caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
Il caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
Nel Potentino
Usb fa analizzare le mascherine di Fca, «Non sono idonee»: scatta la denuncia

Usb fa analizzare le mascherine di Fca, «Non sono idonee»: scatta la denuncia

 
Nel Potentino
Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

 
Guardia di Finanza
Gioco d'azzardo illecito: sequestrati beni per mezzo milione di euro a 54enne potentino

Gioco d'azzardo illecito: sequestrati beni per mezzo milione di euro a 54enne potentino

 
Per almeno 15 giorni
Potenza, responsabile piscina Montereale positivo al Covid: chiude struttura

Potenza, responsabile piscina Montereale positivo al Covid: chiude struttura

 
economia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares (Stellantis) in Basilicata: confermati investimenti e posti di lavoro. Riconosciuta centralità stabilimento Melfi

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

A Castelmezzano

Ofelia, la 50enne spagnola fa l'Erasmus sulla cucina in Basilicata

La donna, della Galizia, per un mese alle prese con i sapori: sua tutor la chef Antonietta Santoro

Ofelia, la studentessa 50ennedalla Spagna in Basilicata per un Erasmus sulla cucina

Ofelia mentre impasta

CASTELMEZZANO (Potenza) - Ofelia Alonzo Garcia, un’operatrice sociale della Galizia, ha poco più di cinquant’anni, tre figli e una passione per la cucina. È lei la prima “studentessa” giunta a Castelmezzano per vivere l’esperienza dell’Erasmus. Sua insegnante è Antonietta Santoro, chef al “Becco della civetta”, nel centro delle Dolomiti Lucane, ora impegnata anche a “La Lopa” di Matera. Ma come è avvenuto questo incontro tra Ofelia, Antonietta? Tra la Galizia e Castelmezzano? Tutto è cominciato nello scorso mese di marzo quando Antonietta Santoro è stata invitata, sempre nell’ambito del programma Erasmus, a tenere alcuni incontri sulla cucina lucana in un istituto alberghiero della Galizia, nella città di Ies de Foz. Così, per una settimana, tra Ies de Foz, La Coruña e Santiago di Compostela, studenti, docenti e ristoratori del luogo hanno preso parte alle lezioni teoriche e pratiche della chef castelmezzanese. Tutti i partecipanti hanno avuto l’opportunità di mettersi alla prova, sotto la supervisione di Antonietta e del suo giovane collaboratore Giovanni Romano, con piatti a base di pasta fatta in casa, agnello, baccalà con i «paparuli cruschi», fagioli e cicorie, «crostole», pastiere.

Tra i discenti c’era anche Ofelia che, a Ies de Foz, frequentava la scuola serale per adulti dell’alberghiero. Solo la sera perché di giorno lei assiste a domicilio persone non autosufficienti. Ma non si era mai tolto dalla testa il “pallino” per la buona cucina. E, per meglio coltivare questo interesse, ha voluto acquisire anche uno specifico titolo di studio: “secondo ciclo di cucina e gastronomia”. Si è iscritta al corso triennale quando aveva 49 anni e adesso lo ha appena concluso. «Cucinare è sempre stata una mia passione - spiega Ofelia - e per adesso intendo continuare a farlo come hobby».

L’incontro con la chef Antonietta è stata una sorpresa per entrambe. «Mi pare che abbiamo gusti e interessi assai simili - aggiunge Ofelia. - Mi hanno colpito subito, nelle lezioni di Antonietta, in Galizia, le ricette con l’ utilizzo delle erbe spontanee». Ma poi c’è stato anche molto altro che le è piaciuto. «Oh sì - spiega Ofelia - me gusta anche il lonzino di maiale marinato all’aglianico con misticanza, noci e cacio cavallo podolico». E non solo: Ofelia elenca «i ceci bianchi e neri con funghi cardoncelli e ogni tipo di pasta». «Ha imparato anche a fare ravioli, cavatelli, strascinati, orecchiette - fa sapere, soddisfatta, la “docente” Antonietta. - E ha deciso che vuole portarsi a casa la farina da qua».

Intende forse aprire a Ies de Foz un ristorante di cucina lucana? «No - dice Ofelia. - Ho tante idee, ma non so ancora... Intanto cucinerò per la mia famiglia. Per i miei tre figli». E della Basilicata, a parte la farina, Ofelia cosa si porterà in Galizia? «Le cose che ho imparato e il ricordo di un paesaggio assai diverso dal mio, che somiglia piuttosto alla costa salernitana. Porterò con me il ricordo di luoghi bellissimi come Matera e Castelmezzano. Questo Erasmus per me è stata una esperienza di vita importante. La racconterò a studenti e professori nel mio istituto alberghiero. Ma già so che alcuni ragazzi hanno chiesto di venire qui per imparare anche loro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie