Mercoledì 10 Agosto 2022 | 10:52

In Puglia e Basilicata

Decaro al Vaticano: ospitiamo un nuovo incontro tra il Papa e il Patriarca

13 Febbraio 2016

BARI - Con una lettera inviata nei giorni scorsi al segretario di Stato Vaticano, Pietro Parolin, il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha candidato il capoluogo pugliese a ospitare il secondo incontro tra Papa Francesco e il Patriarca russo Kirill.
Voglia perdonare l’ardire della proposta - scrive Decaro - ma lo faccio consapevole dell’importanza simbolica della mia città nel processo ecumenico di incontro tra le varie Chiese, in particolare con quelle d’Oriente». Decaro ricorda gli «importanti luoghi di culto dedicati a San Nicola», il più venerato dai russi ortodossi, tra cui «la Basilica Pontificia e la Chiesa Russa, che richiamano ogni anno migliaia di pellegrini e di fedeli per venerare le reliquie del Vescovo di Myra, custodite nella cripta della Basilica».
«Bari - aggiunge il sindaco - si è caratterizzata come luogo di eccellenza per il dialogo ecumenico e come terra di cerniera tra popoli e culture, costruendo un ponte tra l’Oriente e l'Occidente che nè il tempo nè le divisioni hanno mai demolito». «Lo stesso Patriarca Kirill - ricorda - nella sua veste di responsabile delle relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, ha onorato più volte, negli anni scorsi, la città di Bari della sua presenza».
«Tutto ciò - conclude Decaro - rappresenta una straordinaria cornice per candidare la 'Felice Bari', così come venne definita in un sermone di un anonimo russo dell’undicesimo secolo, ad ospitare il prossimo incontro tra Sua Santità Papa Francesco e il Patriarca di Mosca».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola64

    14 Febbraio 2016 - 20:06

    Ben venga l'incontro a Bari tra Papa Francesco e e il Patriarca Kirill, ma non facciamo scherzi San Nicola non si muove dalla Basilica. Il nostro santo fa gola a tutti da oriente all'occidente, si tratta di trasportare le reliquie delle ossa del taumaturgo Nicola in una terra che non conosciamo. San Pio da Pietrelcina i frati erano sicuri del ritorno del loro amato.

    Rispondi

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725