Martedì 22 Settembre 2020 | 13:32

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
«Chiedimi la luna»: la favola di Cristiano Caccamo arriva in Puglia

«Chiedimi la luna»: la favola di Cristiano Caccamo arriva in Puglia

 
La curiosità
Nuoto, a Potenza la piscina olimpionica sarà dedicata a Bud Spencer

Nuoto, a Potenza la piscina olimpionica sarà dedicata a Bud Spencer

 
Vicenda depuratore
Manduria, reflui depurati in mare il «no» di Romina Power

Manduria, reflui depurati in mare il «no» di Romina Power

 
la trovata
Galatina, al liceo Vallone sagome di grandi personaggi come distanziatori, la ministra Azzolina: «Idea geniale»

Galatina, al liceo Vallone sagome di grandi personaggi come distanziatori, la ministra Azzolina: «Idea geniale»

 
la curiosità
Bari, elettore centenario al seggio per votare: lungo applauso degli scrutatori

Bari, elettore centenario al seggio per votare: lungo applauso degli scrutatori

 
Il personaggio
Rutigliano, Pietro Masotti l'attor giovine star della fiction

Rutigliano, il giovane Pietro Masotti conquista il pubblico femminile di Raiuno

 
Ostaggi Selvaggi
Triggianello, villaggio metafisico

Triggianello, villaggio metafisico

 
L'iniziativa
Case galleggianti? In Puglia, Mola sogna di abitare sull’acqua

Case galleggianti? In Puglia, Mola sogna di abitare sull’acqua

 
L'1-2 ottobre
Sbarca a Bari il primo Festival sul crowdfunding del Sud: l'iniziativa dell'Università

Sbarca a Bari il primo Festival sul crowdfunding del Sud: l'iniziativa dell'Università

 
L'iniziativa
Ferrero sceglie Grotta della poesia e Alberobello per l'edizione limitata della collezione «Nutella»

Ferrero sceglie Roca (Melendugno) e Alberobello per l'edizione limitata della collezione «Nutella»

 
Tradizioni popolari
Sammichele, l'amarcord di Madaro: così inaugurai la Sagra

Sammichele, l'amarcord di Madaro: così inaugurai la Sagra

 

Il Biancorosso

Calcio serie C
Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiControlli dei CC
Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

 
Barila sentenza
Spaccio a Modugno, condanne per pusher e donne custodi droga: inflitte pene fino a 18 mesi

Spaccio a Modugno, condanne per pusher e donne custodi droga: inflitte pene fino a 18 mesi

 
BatLavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
Potenzadati regionali
Coronavirus in Basilicata, 14 tamponi positivi su 577: 11 i pazienti ricoverati

Coronavirus in Basilicata, 14 tamponi positivi su 577: 11 i pazienti ricoverati

 
LecceViaggi della speranza
Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

 
Materamaltrattamenti in famiglia
Matera, picchia la moglie e le distrugge il telefonino: arrestato 45enne violento

Matera, picchia la moglie e le distrugge il telefonino: arrestato 45enne violento

 
Tarantomobilitazione
Mittal Taranto, protesta dei lavoratori: blocco merci e presidio davanti portineria

Mittal Taranto, protesta dei lavoratori: blocco merci e presidio davanti portineria

 
FoggiaLa curiosità
Regionali, Emiliano vince in 2 comuni Foggiani di Conte: Fitto si impone solo a Candela

Regionali, Emiliano vince in 2 comuni Foggiani di Conte: Fitto si impone solo a Candela

 

i più letti

L’incontro

Vincenzo Mollica ad Andria: «Biagi? Il primo giornalista multimediale»

L’ex inviato del Tg1 è stato ospite di un incontro nel Nordbarese

«Prima che dimentico tutto»: speciale serata ad Andria con Vincenzo Mollica

Andria - «Un grande uomo, giornalista e persona speciale che ha attraversato la nostra vita in maniera meravigliosa e regalandoci riflessioni, pensieri, notizie, cronache, incontri con personaggi che fanno storia e che sono nella storia come il suo modo di scrivere straordinario».

È commosso Vincenzo Mollica, volto storico del Tg1 della Rai, quando ricorda il suo maestro Enzo Biagi che proprio oggi avrebbe compiuto cento anni.

Tra i volti più popolari del giornalismo italiano del XX secolo nacque proprio il 9 agosto del 1920 a Pianaccio di Lizzano in Belvedere e morì a Milano il 6 novembre 2007.

Mollica ha lavorato con Biagi per due anni alla trasmissione Linea Diretta vivendo «una esperienza indimenticabile e formativa».

Roteando il caleidoscopio dei ricordi, aggiunge: «Era un affabulatore, un grande cercatore di storie che una volta conosciute e capite fino in fondo le raccontava con una narrazione e uno stile tutto suo in cui vi era riflessa tutta la sua vita spesa per il giornalismo e la sua famiglia. Le sue radici emiliane sono state fondamentali in tutto e come pochi giornalisti ha saputo raccontare l’Italia anche in momenti difficili permettendo a tutti di capire tante cose».

«Enzo è stato il primo giornalista veramente multimediale nel senso che è partito dalla carta stampata per approdare alla televisione comprendendone i meccanismi. Inoltre ha fatto la radio ed ha usato il fumetto come strumento per i suoi libri. Ha avuto sempre ben in mente che la carta stampata, la televisione e la radio dovevano convivere come vasi comunicanti nella sua vita e lo ha fatto magnificamente inventando dei programmi televisivi che sono nella storia del giornalismo. Mi piace pensare anche che sia stato il primo grande giornalista che ha usato il fumetto come forma di espressione e la sua Storia d’Italia a fumetti è un vero capolavoro capace di farti innamorare del nostro meraviglioso Paese».

«Indispensabile rimarcare la curiosità intellettuale di Biagi che lo ha reso uno dei più grandi narratori del nostro tempo, capace di affrontare tutti i problemi che gli sono capitati con grande coraggio, determinazione e rigore essendo guidato dalla sua dignità che lo ha accompagnato per tutta la vita in maniera forte solenne. Un grande amante della libertà di pensiero e di azione e in tutti gli scontri con la politica ha sempre vinto lui. Credo che Enzo oggi manchi a tutta l’Italia».
Prima di concludere, Mollica, ha dedicato un «pensiero grato a tutta la Puglia».

«Sono stato ad Andria per una serata di parole e musica dal titolo Prima che dimentico tutto organizzata dal Circolo Culturale Corte Sveva presieduto da Marco Grassi con il format scritto e diretto da Fabio Frizzi e la chitarra di Riccardo Rocchi per raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro per Airc Comitato Puglia, e ho sentito forte l’abbraccio di voi pugliesi. La vostra è una terra meravigliosa. Amo la Puglia perchè è terra bella e accogliente con dei colori che, quando riuscivo a vederli, mi emozionavano. Ricordo formidabili tramonti e albe che sono nel mio cuore. Per la bontà della cucina la mia taglia è la dimostrazione più vera di quello che ho mangiato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie