Lunedì 08 Marzo 2021 | 23:50

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

 
Il caso
Nove lavoratori irregolari scoperti dalla Gdf nel Materano

Nove lavoratori irregolari scoperti dalla Gdf nel Materano

 
Il ritrovamento
Un'antica cisterna recuperata nel Parco della Murgia materana

Un'antica cisterna recuperata nel Parco della Murgia materana

 
Il caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
Il caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
Lotta al virus
Matera, dall'8 marzo via alla campagna vaccinale nel carcere

Matera, dall'8 marzo via alla campagna vaccinale nel carcere

 
La decisione
Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

 
Fronte del no
Basilicata, ricorso al Tar contro la zona rossa: l'iniziativa di un gruppo di avvocati

Basilicata, ricorso al Tar contro la zona rossa: l'iniziativa di un gruppo di avvocati. L'appello a Speranza

 
Il video
Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

 
«Missing»
Bernalda, Angelo e Michele scomparsi nel nulla: ripartono per due giornate le ricerche

Bernalda, Angelo e Michele scomparsi nel nulla: ripartono per due giornate le ricerche

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa manifestazione
Ilva, salta integrazione salario per i1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

Ilva, salta integrazione salario per 1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

 
LecceL'iniziativa
Leuca, hotel dedica stanza a Rena Fonte, ex assessore Nardò uccisa dalla mafia

Leuca, hotel dedica stanza a Renata Fonte, ex assessore Nardò uccisa dalla mafia

 
PotenzaLa novità
Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

 
FoggiaL'iniziativa
8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

 
BariL'inaugurazione
8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

 
MateraIl caso
Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 

i più letti

Politica

Basilicata, ipotesi di alleanza Lega - M5S alle regionali

Il «carroccio» possibilista ma i grillini no

In vista delle elezioni regionali in Basilicata, il senatore della Lega Nord Pepe apre all'ipotesi di alleanza, mentre i colleghi del M5S lucani chiudono

LEGA - M5S | Matteo Salvini e Luigi Di Maio

LEGA - M5S | Matteo Salvini e Luigi Di Maio

BASILICATA - Un’alleanza Lega - M5S in vista delle prossime elezioni regionali? L’ipotesi divide gli schieramenti. E così mentre i rappresentanti lucani della Lega appaiono più possibilisti, a chiudere in maniera netta sono i grillini. Posizioni opposte confermate anche dai parlamentari lucani dei due schieramenti.

«Se c’è convergenza sui programmi per la Basilicata è assolutamente possibile - conferma il senatore leghista Pasquale Pepe - perché per quella che è la cultura politica della Lega non vengono abiurate le alleanze in maniera aprioristica. Ovviamente se ciò dovesse avvenire dovrebbero cambiare le loro posizioni iniziali che non prevedono alleanze. Conteranno molto i programmi per la prossima competizione elettorale e se qualcuno pensa di presentare programmi ciclostilati sbaglia. Bisognerà fare un programma vero, sulla base di quello che ci chiedono i lucani, che riguardi tanto le problematiche quanto le aspettative. Quindi risolvere i problemi e rilanciare le aspettative. Poi, sugli uomini bisognerà schierare il più forte». Se Pepe apre, a chiudere in maniera netta è una dei leader del movimento cinque stelle in Basilicata, l’onorevole Mirella Liuzzi. «Un’alleanza in vista delle regionali? Assolutamente no ed il mio è un no categorico - spiega Liuzzi - perché nel caso del Governo nazionale non si tratta di un’alleanza ma di un contratto di governo tra due parti, che concordano su alcuni temi in relazione anche alla legge elettorale proporzionale, mentre a livello regionale il meccanismo elettorale è diverso. Correremo da soli come sempre, come abbiamo fatto anche nei comuni». A condividere la posizione di Liuzzi anche gli altri parlamentari lucani pentastellati (con l’eccezione dell’onorevole Luciano Cillis che ha preferito non commentare).

I vertici lucani di Lega e 5 Stelle, il sen. Pepe e l'eurodeputato Pedicini (foto Tony Vece)

I vertici lucani di Lega e Movimento 5 Stelle, il sen. Pepe e l'eurodeputato Pedicini (foto Tony Vece)

«Abbiamo uno Statuto che vieta gli accordi - sottolinea l’onorevole Gianluca Rospi - noi andiamo da soli. Per non farlo bisognerebbe cambiare lo statuto, Cosa che mi pare impossibile perché significherebbe coinvolgere tutta la base, Tra l’altro io non auspico un accordo nel senso che un conto è un accordo di programma per governare la Nazione, un’altra cosa è la campagna elettorale in cui ognuno presenta i propri programmi con un sistema elettorale diverso considerato che è un maggioritario». No netto anche dal senatore Arnaldo Lomuti, «Il Rosatellum quindi il proporzionale ci vede impegnati per un governo di coalizione - evidenzia - Ed a livello locale non conosciamo il programma delle Lega a livello regionale, quello che stiamo cercando di fare oggi con il Governo nazionale è un evento eccezionale che non può essere ribaltato sulle regionali». Sulla stessa lunghezza d’onda il senatore Saverio De Bonis.«Non abbiamo ancora aperto il capitolo regionale - dice - tutte le questioni di carattere nazionale non possono riflettersi. Il movimento deve avere una sua azione autonoma regione per regione. Non è detto che quello che accadrà a Roma, dove sono necessarie, con il sistema proporzionale, alleanze per governare, venga fatto anche a livello locale. Non appena Di Maio darà il via libera alle regionali ci confronteremo e decideremo la linea politica lucana».

Insomma, posizioni chiare, definite, precise da una parte e dell’altra. E tutte, soprattutto, con lo sguardo puntato a Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie