Giovedì 16 Settembre 2021 | 18:34

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

l'anniversario

Da Lecce a Zollino
un treno lungo 150 anni

Antonio Chiga: «Per noi non è solo storia, ma il nostro futuro»

Da Lecce a Zollino un treno lungo 150 anni

La tratta ferroviaria da Lecce a Zollino compie 150 anni e si preparano i festeggiamenti anche per l’antico collegamento con Maglie.

Era il primo febbraio 1868 quando lo sbuffo di un treno percorse per la prima volta un tratto di penisola a sud di Lecce. Era stato inaugurato in pompa magna il percorso dalla capitale meridionale del Barocco fino al paese grico di Zollino e nell’arco di pochi mesi venne completato anche il tronco con Maglie, aperto il 20 novembre successivo. Per ricordare questa importante opera di infrastrutturazione salentina, che segnò l’ingresso dell’estrema periferia del Sud Est italiano nel mondo industrializzato dell’epoca, è nato un comitato promotore su idea di uno studioso del settore, Pietro Marra, con il coinvolgimento delle associazioni Rotaie di Puglia e Aisaf e i Comuni di Lecce, San Cesario, San Donato, Sternatia, Zollino, Corigliano d’Otranto, Melpignano e Maglie.

L’obiettivo è quello di rimettere sui binari un’antica locomotiva a vapore e percorrere le stesse tratte calendarizzando una serie di eventi. I sindaci si sono già mossi e stanno per firmare un protocollo d’intesa con lo scopo di stendere un progetto da sottoporre a finanziamento regionale. «Non potevamo non partecipare a un’iniziativa così importante - ha commentato il presidente dell’associazione Aisaf, Francesco Capezza - sia come Aisaf che come Museo ferroviario. È un’iniziativa che nasce dal basso, sono state sollecitate tutte le amministrazioni pubbliche interessate alla tratta speriamo che questi mesi di sollecitazione al tema siano un input per migliorare i trasporti sul territorio». «Siamo molto felici di festeggiare questa ricorrenza - ha proseguito il sindaco di Zollino, Antonio Chiga - per noi non è solo storia ma il futuro del nostro territorio. Il viaggio fa arrivare da noi anche esperienze e sensibilità diverse. Oggi – ha sottolineato – raccoglieremo anche le aspettative per il futuro».

«È una ricorrenza che amiamo ricordare – è stato l’intervento di Luigi Mighali, presidente dell’associazione Rotaie di Puglia – perché sono stati 150 anni molto importanti per la storia delle nostre ferrovie. Come associazione abbiamo colto l’invito di Marra e abbiamo interpellato i comuni ricadenti sulla linea i quali hanno risposto in maniera positiva. La tratta – ha concluso – simboleggia la rinascita dei territori ed esprime un enorme potenziale per il turismo». Da qui a novembre, secondo quanto annunciato dagli organizzatori nel corso di due assemblee che si sono svolte ieri a Lecce (nel museo ferroviario) e a Zollino (con il taglio di una torta), si terrà ogni mese un’iniziativa in uno dei comuni interessati, con un viaggio in treno mattutino organizzato da Rotaie di Puglia e un incontro pubblico in serata.

Sarà un modo per attrarre sul territorio una fetta di turismo in bassa stagione ripercorrendo quegli stessi binari nati con lo scopo di trasportare le merci prodotte nell’intera provincia, utilizzati da generazioni di migranti alla ricerca di un sogno e che oggi vedono sugli stessi itinerari tanti studenti, pendolari e turisti. Intanto ieri sera viaggoo in treno da Lecce a Zollino con tutti i primi cittadini interessati dalla tratta. C’era anche Carlo Salvemini: «Sono molto sensibile al tema del trasporto pubblico: infrastrutture come questa richiedono investimenti sul fronte della ssicurezza e del rilancio». [m.c.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie