Venerdì 07 Ottobre 2022 | 14:01

In Puglia e Basilicata

Il caso

Scontri dopo Napoli-Lecce tra polizia e tifosi giallorossi, agente ferito: 2 arresti

polizia Digos

Grazie alle immagini delle telecamere la Digos è risalita ai responsabili dei tafferugli: due ultrà del Lecce

02 Settembre 2022

Redazione online

LECCE - Un poliziotto è rimasto ferito, fortunatamente in modo non grave, durante gli scontri che ci sono stati nello stadio Maradona al termine della partita tra Napoli e Lecce tra agenti e tifosi ospiti tenutasi lo scorso 31 agosto. Due le persone arrestate dalla polizia. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine durante le fasi di deflusso dall’impianto sportivo, alcuni ultrà del Lecce hanno tentato di riversarsi in massa sul ballatoio del settore Ospiti ed hanno tentato di sfondare il cordone di polizia posto a chiusura delle scale.

Il tentativo di sfondamento è stato attuato, dapprima, con sputi e spintoni nei confronti dei poliziotti, per poi proseguire con calci, pugni e alcune cinghiate che hanno provocato contusioni ad un agente. Il giorno dopo, grazie alla visione delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza, il personale delle DIGOS delle Questure di Napoli e Lecce con quello del Commissariato San Paolo è giunto all’identificazione di alcuni degli autori dei disordini e delle violenze.

Due uomini, appartenenti alle frange più violente della tifoseria ultras leccese, sono stati quindi arrestati per resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, ed uno di essi anche per uso di materiale pericoloso. Entrambi sono stati portati presso la struttura penitenziaria di Borgo San Nicola di Lecce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725