Domenica 26 Giugno 2022 | 05:18

In Puglia e Basilicata

Sicurezza

Controlli e più personale: ecco il piano «Estate sicura» per il Salento

A Gallipoli poliziotti in moto per garantire maggiore sicurezza

A Gallipoli polizia in moto

Ieri il vertice in prefettura. Le forze dell’ordine passeranno dalle attuali 89 alle 115 tra il luglio e agosto

16 Giugno 2022

Redazione Lecce

LECCE - Oltre 100 uomini in più a presidiare le località turistiche più gettonate in vista di una stagione estiva che registra già il sold out. Lo ha annunciato ieri mattina il Prefetto Maria Rosa Trio, a margine di una riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato ad hoc per organizzare le misure di sicurezza in vista dell’arrivo dei turisti.

Erano presenti i sindaci di Lecce, Gallipoli e Porto Cesareo, i vertici delle forza dell’ordine, della Capitaneria di Porto di Gallipoli, della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio.
Sono stati affrontati i temi di maggiore evidenza per il regolare svolgimento della stagione nelle diverse località e delle numerose manifestazioni e spettacoli programmati con attenzione alla vivibilità dei luoghi e alle istanze di cittadini e vacanzieri.

Il Prefetto ha invitato tutti a collaborare per il rafforzamento, ciascuno con le proprie competenze, della sicurezza estiva, affinchè la ripresa del turismo e della vita notturna, grazie al superamento dell’emergenza pandemica, non sia demonizzata ma sia affrontata con senso di responsabilità da parte di ciascun rappresentante delle istituzioni come anche da parte di ogni cittadino.
«Saranno attuati controlli effettivi e costanti da parte delle forze dell’ordine grazie al consistente numero di rinforzi assicurato dal Ministero dell’Interno per l’intero periodo - ha dichiarato - e che verranno modulati con ordinanze del Questore in relazione ai numerosi concerti e alle esigenze delle diverse località. Infatti l’approccio al tema della sicurezza, in una stagione che vede l’intero Salento meta di consistenti flussi turistici, sarà unitario e capace di guardare al territorio provinciale in una prospettiva di reale sicurezza integrata».

Dieci carabinieri in più, a disposizione del questore, già per il mese si giugno. Nel complesso, le unità “di rinforzo” passeranno dalle attuali 89 destinate ai controlli estivi alle 115 tra il 15 luglio al 15 agosto, periodo più affollato per le mete turistiche.
I lavori del comitato si sono sviluppati, non solo considerando le peculiari criticità di ciascuna località turistica, ma anche delineando alcuni dei temi più rilevanti da affrontare con attenzione, tra cui i limiti orari per la diffusione di musica all’esterno, il rispetto dei contenuti delle licenze e delle autorizzazioni all’occupazione di suolo pubblico, il necessario potenziamento delle polizie locali, le tematiche dei parcheggi estivi, il contrasto all’abusivismo commerciale.

Il Prefetto ha invitato i sindaci a farsi da tramite con i gestori degli esercizi commerciali e con gli operatori economici impegnati in una programmazione culturale e turistica fortemente attrattiva e complessa, che deve però essere sempre rispettosa delle norme e delle istanze di cittadini e residenti. Occorrerà inoltre rinnovare, con ordinanze sindacali, le disposizioni contenute nei regolamenti sulla diffusione di musica negli spazi pubblici, convocare le commissioni comunali o provinciale per i pubblici spettacoli - che svolgono un ruolo essenziale per la sicurezza degli stessi - far rispettare i contenuti dei provvedimenti autorizzativi e delle licenze in materia di somministrazione di bevande e alcolici, di dehors, di intrattenimenti.

Tra le tante problematiche trattate e che saranno oggetto di particolare attenzione delle polizie locali, in termini di prevenzione e contrasto di ogni abuso, sono state individuate le situazioni di affollamento nelle abitazioni locate ai turisti. Anche quest’anno tali criticità potranno essere oggetto di puntuali servizi pianificati a cura della Guardia di Finanza, come pure gli abusivismi commerciali.
«L’intero sistema provinciale della sicurezza - ha confermato il Prefetto a nome di tutti i componenti del Comitato - sarà impegnato al massimo delle sue possibilità per la vigilanza e controllo del territorio al fine di rispondere alla costante domanda di sicurezza. Tuttavia soltanto a partire dalla condotta responsabile di ogni cittadino e ancora di più di ciascun ragazzo nell’approccio al divertimento e alla spensieratezza vacanziera, sarà possibile evitare tragedie e gravi pericoli di incidente sulle strade dovuti all’assunzione di alcol, droghe o anche solo all’eccessiva stanchezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725