Lunedì 27 Giugno 2022 | 10:00

In Puglia e Basilicata

LA SENTENZA

Concessioni balneari, no alla proroga: Cds dà ragione al Comune di Lecce

Concessioni balneari, no alla proroga: Cds dà ragione al Comune di Lecce

Un tratto di costa balneare salentina

Ribaltato il verdetto del Tar: l'ente non protrarrà i permessi al 2033, in attesa della riforma del settore e delle gare

17 Maggio 2022

Redazione on line

LECCE - Il Consiglio di Stato ha accolto tutti i ricorsi del Comune di Lecce che aveva appellato la sentenza del Tar Lecce sul ricorso di 13 concessionari leccesi che nel 2020 si erano rivolti ai giudici amministrativi, che avevano dato loro ragione, contro la decisione del Comune di non prorogare al 2033 la scadenza delle concessioni balneari, ma offrendo invece una proroga tecnica al 2023 in attesa della riforma del settore e delle gare.

Secondo quanto disposto dal Consiglio di Stato, le concessioni balneari non sono prorogabili, pertanto il funzionario pubblico può legittimamente disapplicare la proroga al 2023. Il Comune di Lecce era rappresentato in giudizio dagli avvocati Silvestro Lazzari e Laura Astuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725