Giovedì 21 Febbraio 2019 | 03:06

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
Nel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
In via Milizia
Scritte su sede Movimente 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

Scritte su sede Movimento 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

 
Nel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
Nel Leccese
Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

 
Verso il voto
Lecce, Salvemini strart: «Non permetteremo un ritorno al passato»

Lecce, Salvemini riparte: «Non permetteremo un ritorno al passato»

 
Nel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
Sud Salento
L'accendino era in realtà un contenitore porta-droga: 8 segnalazioni nel Leccese

L'accendino era in realtà un contenitore porta-droga: 8 segnalazioni nel Leccese

 
A Lecce
Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

 
La storia
Gallipoli, nigeriano sventa rapina in supermercato: titolare lo assume

Gallipoli, nigeriano sventa rapina in supermercato: titolare lo assume

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
HomeLa decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

Al Covo 85

Castrignano, 19enne accoltellato all'uscita dalla discoteca

Prognosi di 20 giorni per un ragazzo di Carpignano salentino. In tre lo aggrediscono a calci e pugni, poi uno lo ferisce con una lama tra coscia e gluteo

Sequestrata discoteca abusiva nel Barese: denunciato titolare

LECCE - Accerchiato, picchiato e accoltellato, fuori dalla discoteca. È caccia aperta a tre giovani che nella notte tra sabato e domenica hanno preso di mira un 19enne di Carpignano Salentino, nel parcheggio del Ciak.
Ancora poco chiaro il motivo di quella che è parsa sin da subito una vera aggressione. La vittima, sabato sera, si era recata al «Covo 85», all’interno del complesso del Ciak, con alcuni amici. Una serata trascorsa tra musica, divertimento e risate fino a quando non è stato il momento di ritornare a casa.
Il ragazzo è uscito all’esterno del locale con gli altri ragazzi e arrivati in prossimità dell’auto hanno incontrato sulla loro strada il gruppetto.

Pare che ci sia stato uno scambio di parole, poi i tre - per quel che è stato possibile ricostruire - si sono avventati solo sul 19enne, con calci e pugni che lo hanno colpito in pieno viso. Durante la lite uno dei tre ha tirato fuori un coltello, che ha raggiunto la vittima tra il gluteo e la coscia, lasciandolo poi lì per terra, tra le urla dello stesso ragazzo e di chi era con lui.
Immediata la richiesta di aiuto ai soccorsi, mentre gli aggressori si dileguavano.
Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che ha condotto il ferito fino all’ospedale «Veris Delli Ponti» di Scorrano. Una volta arrivato al pronto soccorso la vittima è stata medicata e suturata, poi dimessa con una prognosi di 20 giorni. La ferita è profonda ma non è stato necessario il ricovero.

Sul posto i carabinieri di Martano e Maglie, chiamati a dare un nome e un volto ai tre aggressori. Sia la vittima che gli amici sono stati già ascoltati, per cercare di capire cosa abbia potuto scatenare la furia dei tre. E soprattutto per capire se conoscessero già i tre aggressori, al momento non ancora identificati.
Le indagini sono in una fase cruciale e non si esclude che nelle prossime ore possano portare a un provvedimento dell’autorità giudiziaria nei confronti degli aggressori. Un aiuto potrebbero darlo anche le telecamere del circuito di videosorveglianza del locale, sia dentro che fuori la discoteca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400