Sabato 20 Ottobre 2018 | 11:28

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Sgarbi: «Salento affascinante, ma poca offerta culturale»

Sgarbi: «Salento affascinante, ma poca offerta cultural...

 
Lavori senza autorizzazione
Lecce, da paladina degli ulivi a regina degli abusi: indagata l'Oscar Helen Mirren

Lecce, da paladina degli ulivi a regina degli abusi: in...

 
La rivolta nel M5S
Tap, ultimatum ai parlamentari«Subito incontro o dimissioni»

Tap, ultimatum ai parlamentari «Subito incontro o dimis...

 
Il caso
Migranti, Calimera offre ospitalitàsindaco Riace. Lega: spot a illegalità

Migranti, Calimera offre ospitalità sindaco Riace. Lega...

 
UN detenuto
Lecce, esce per un permesso e torna in carcere con una dose a mo' di supposta

Lecce, esce per un permesso e torna in carcere con una ...

 
La sentenza
Mafia, Consiglio di Stato confermascioglimento comune di Parabita

Mafia, Consiglio di Stato conferma scioglimento Comune ...

 
A Cavallino (LE)
Salento, pitbull azzanna un altro cane e proprietaria che tenta di difenderlo

Salento, pitbull azzanna un altro cane e proprietaria c...

 
Il gasdotto
Tap, Potì: «Tavolo anche per Emiliano e Arpa» Ma per ministero Ambiente: «incontro informale»

Tap, Potì: «Tavolo anche per Emiliano e Arpa» Ma per mi...

 
Economia
La rivincita delle scarpe «made in Casarano»

La rivincita delle scarpe «made in Casarano»: i casi Do...

 
Igiene
Escrementi e cattivi odori: i disagi in via Zanardelli

Escrementi e cattivi odori: i disagi in via Zanardelli

 
A Carmiano (Lecce)
Sequestrati e pestati dal branco per un furto da 8mila euro mai commesso: 6 misure cautelari

Sequestrati e pestati dal branco per un furto da 8mila ...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Gallipoli, Samsara e non solo

Sindaco Minerva: «Pronto a incontrare Ministro Salvini»

«Chiederei controlli, interventi e risorse per la sicurezza»

samasara

«Se mi fosse proposto d’incontrare il ministro Salvini per parlare dell’economia e della sicurezza della mia città, sarei più che disponibile a farlo». Il sindaco Stefano Minerva risponde così alla domanda rivoltagli dalla Gazzetta del Mezzogiorno, a seguito dell’iniziativa di Maurizio Pasca, presidente nazionale del Silb che riunisce le imprese d’intrattenimento da ballo e di spettacolo: sottoporre all’attenzione del ministro dell’Interno il «caso Gallipoli», emblema delle problematiche che stanno interessando locali da ballo e lidi.
«Il rapporto tra un ministro ed un sindaco - spiega Minerva - è istituzionale e non può essere subordinato ad idee politiche diverse. Cosa gli direi e cosa chiederei? Spiegherei i problemi della città che ha bisogno di infrastrutture e chiederei potenziamento dei sistemi di controllo, maggiori interventi coordinati e risorse da investire nella sicurezza».
La proposta di Pasca si è incrociata con l’incontro promosso da Minerva per lanciare l’avvertimento «Nessuno tocchi Gallipoli». A proposito del quale, dal Palazzo si apprende che al sindaco sono giunti molti messaggi di consenso, anche bi-partisan da parte di politici regionali.
Sui recenti attacchi dei media al turismo di Gallipoli e del Salento, interviene intanto il presidente del Gal Terra d’Arneo, Cosimo Durante; per il quale, assegnare alla Città Bella tutte le colpe di una generale contrazione dei flussi turistici in arrivo, è altrettanto ingiusto di assegnarle tutto il merito del boom degli anni scorsi. Ritenendo necessario ragionare in termini di «sistema territoriale», valuta che Minerva, al quale va la sua personale solidarietà, «nel suo strenuo, legittimo e utile tentativo di tutelare l’immagine della città, abbia perso l’occasione di fare emergere la spinta propulsiva che l’intero Salento è capace di assicurare».
Durante auspica un «fronte compatto» a difesa dell’intero territorio che coinvolga sindaci, Regione Puglia, Provincia di Lecce, Gal salentini. «Ciascuno di noi - sostiene - ha la sua parte di lavoro da fare, come anche una buona fetta di responsabilità, sia quando registriamo stagioni sold out, sia quando facciamo la conta dei danni. Dividere meriti e colpe è il minimo che si debba fare, ecco perché credo che la spontanea vocazione all’isolamento sia una forma di autolesionismo che non possiamo accettare. Come non possiamo accettare supinamente gli attacchi diretti verso una comunità importante e laboriosa come Gallipoli, che sembra più essere l’inizio di una serie di attacchi - speriamo non sia così - diretti a tutto il territorio salentino. Il quale con grande impegno e lungimiranza ha saputo investire a favore di un segmento importate quale è quello del turismo e che certamente con i risultati raggiunti offusca ed oscura la legittima aspettativa di altri territori».
«Il Salento dei tanti attrattori culturali, ambientali, enogastronomici, dei borghi antichi e marinari può continuare ad essere punto riferimento in un settore nevralgico e strategico in forte espansione e crescita quale è quello del turismo - conclude Durante - solo se continueremo a lavorare tutti insieme e per un unico grande obbiettivo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400