Sabato 06 Giugno 2020 | 18:13

NEWS DALLA SEZIONE

Il fatto
Trepuzzi, travolse un ciclista. Condannato a 18 anni per «Omicidio volontario»

Trepuzzi, travolse ciclista: condannato a 18 anni per «omicidio volontario»

 
Coronavirus
Soleto, anziana di nuovo malata di Covid dopo 4 tamponi negativi

Soleto, anziana di nuovo malata di Covid dopo 4 tamponi negativi

 
Fase 2 lavoro
Cassintegrati Covid, a Lecce e provincia sono 58mila

Cassintegrati Covid, a Lecce e provincia sono 58mila

 
Il caso
Galatina, l’Inps chiede soldi al caro estinto morto da 35 anni

Galatina, l’Inps batte cassa e chiede soldi a un utente morto 35 anni fa

 
L'ironia
Salento, dopo Foggia spunta una nuova pantera nera in Puglia: ma è soltanto un peluche

Salento, dopo Foggia spunta una nuova pantera nera in Puglia: ma è soltanto un peluche

 
nel salento
Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

 
L'appello
Lecce, omicidio Petrachi, lettera della moglie di Camassa condannato all'ergastolo: «Ti aspettiamo»

Lecce, omicidio Petrachi, lettera della moglie di Camassa condannato all'ergastolo: «Ti aspettiamo»

 
L'inchiesta
Lecce, allieve molestate: nei guai prete-prof

Lecce, allieve molestate: nei guai un prete-prof 45enne

 
L'iniziativa
Fase 2, in Salento si simula una festa patronale con luci e banda

Fase 2, in Salento si simula una festa patronale con luci e banda

 
Il caso
Gallipoli, legato a uno scoglio per attirare turisti: è polemica sul cigno Renzo

Gallipoli, legato a uno scoglio per attirare turisti: è polemica sul cigno Renzo

 

Il Biancorosso

Calcio
Frattali, Di Cesare e Scavone. Nel Bari c’è chi ha già vinto la C

Frattali, Di Cesare e Scavone. Nel Bari c’è chi ha già vinto la C

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa gag
Bari, lo scherzo dei ragazzi del Redentore a Decaro: «E tu c sta fasc do?»

Bari, lo scherzo dei ragazzi del Redentore a Decaro: «E tu c sta fasc do?»

 
FoggiaNel foggiano
Carpino, accoltella 19enne per alcuni «sguardi provocatori»: arrestato 21enne per tentato omicidio

Carpino, accoltella 19enne per alcuni «sguardi provocatori»: arrestato 21enne per tentato omicidio

 
PotenzaAmbiente
Potenza, raccolta dei rifiuti nel territorio lucano sull’orlo del baratro

Potenza, raccolta dei rifiuti nel territorio lucano sull’orlo del baratro

 
BatLa testimonianza
New York come l’11 settembre

New York come l’11 settembre: il racconto di un imprenditore di Andria

 
BrindisiSentenza
Braindisi, foto del minore su Facebook da rimuovere se manca il consenso di uno dei genitori

Brindisi, foto del minore su Fb da rimuovere senza il consenso di uno dei genitori

 
Tarantospaccio
Taranto, si affacciava al balcone per controllare gli «acquirenti»: arrestata pusher 35enne

Taranto, si affaccia al balcone per controllare «acquirenti»: arrestata pusher 35enne

 
MateraEconomia
Bernalda, spazi pubblici in concessione. Chiesto un ampliamento

Bernalda, spazi pubblici in concessione. Chiesto un ampliamento

 
LecceIl fatto
Trepuzzi, travolse un ciclista. Condannato a 18 anni per «Omicidio volontario»

Trepuzzi, travolse ciclista: condannato a 18 anni per «omicidio volontario»

 

i più letti

Lecce

Xylella, clonati 25 olivastri: è caccia alla pianta immune

I ricercatori analizzeranno la reazione dei super selvatici alla fastidiosa

Xylella, clonati 25 olivastri: è caccia alla pianta immune

Batterio inoculato in 25 olivastri

LECCE - Hanno superato ben cinque test anti-xylella. E ora 25 olivastri (olivi selvatici) saranno clonati e dopo aver «incamerato» una dose «strong» del batterio, inoculato artificialmente, verranno piantati nelle zone più «bruciate» del Salento.

Un test fondamentale per trovare il campione di resistenza alla «fastidiosa», il «selvatico» che proprio per la sua unica combinazione genetica potrebbe risultare del tutto insensibile alle minacce del batterio che ha ormai distrutto quasi tutto il «bosco» degli ulivi del Tacco d’Italia.

L’esperimento, su intuizione dell’agronomo e presidente del Consorzio Dop Terra d’Otranto, Giovanni Melcarne, è condotto sotto l’egida dell’Istituto per la protezione sostenibile delle piante (Ipsp) del Cnr di Bari, giudato da Donato Boscia.

«Tra gli oltre 50 olivastri di partenza sono stati selezionati quelli più interessanti dal punto di vista agronomico e produttivo - spiega Melcarne - Abbiamo anche raccolto e molito le olive di una parte di essi per testare la resa e le caratteristiche chimico-organolettiche degli oli. Ora auspichiamo che almeno uno, o anche più, di questi olivastri selvatici possano superare i test di patogenicità. La speranza è che nella naturale combinazione genetica ci sia un genotipo resistente al batterio e persino immune».

La soddisfazione per gli olivicoltori locali sarebbe quella di individuare una nuova cultivar di origine salentina sulla quale puntare per ricostruire non solo le aziende dal punto della produttività ma l’intero paesaggio di Terra d’Otranto, ora seriamente compromesso.

«Sarebbe la prima volta - aggiunge Melcarne - che in un dramma fitosanitario di questa portata un territorio riesca ad esprimere una pianta autoctona immune. E ci sono tutte le condizione perché questo avvenga».

Intanto sono cominciati i controlli per verificare l’applicazione delle misure di contenimento di xylella fastidiosa. Entro il 30 aprile, sia i privati che gli enti pubblici doveva provvedere alle sfalciature e alla rimozione meccanica delle erbe per ridurre la popolazione della «sputacchina», responsabile della trasmissione del batterio killer da un ulivo all’altro. Per chi non ha ottemperato questo obbligo il rischio è ora di ricevere una multa salata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie