Giovedì 23 Settembre 2021 | 16:14

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

A Lecce

Lancio di uova e scritte No Tap sul muro della chiesa di Santa Lucia

Vescovo: scagliarsi contro un luogo culto è un’ipocrisia

Scritte No Tap sui muri della chiesa di Santa Lucia a Lecce

La Chiesa di Santa Lucia a Lecce

LECCE - Lancio di uova, finestre e muri imbrattati con inchiostro e scritte con vernice spray contro «I complici di Tap». E’ l’atto vandalico commesso ai danni della Chiesa di Santa Lucia, a Lecce, ad opera di ignoti, probabilmente appartenenti alla frangia estrema del movimento che si oppone alla realizzazione del terminale del gasdotto Tap in Salento. Le pareti esterne posteriori della Chiesa sono state imbrattare con scritte come «Nessuna pace per i complici di Tap». Sull'accaduto indagano agenti della Digos.

Sull'episodio è intervenuto con una nota l’arcivescovo di Lecce, monsignor Michele Seccia. «Opporsi e protestare - dichiara l’arcivescovo - e scagliarsi contro un edificio di culto, che è un bene collettivo e un punto di riferimento per l'intero quartiere, un luogo di aggregazione che appartiene alla comunità, non solo è un controsenso e una vera e propria ipocrisia, ma è il modo peggiore per far valere le proprie ragioni».

«Le vere lotte per la difesa di un diritto - prosegue Seccia - qual è il rispetto dell’ambiente e della salute, sono battaglie di civiltà per questo non possono e non devono sconfinare in episodi contro il bene comune. Sulla vicenda del gasdotto, ribadisco quanto già espresso fin dal mio arrivo nel Salento: ci saranno davvero benefici per questa terra e per la sua gente? Qualcuno dovrà pure spiegarlo alle popolazioni coinvolte da questa scelta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie