Lunedì 08 Agosto 2022 | 13:32

In Puglia e Basilicata

Urne

I ballottaggi per pugliesi e lucani: si torna al voto in undici città

I ballottaggi per pugliesi e lucani: si torna al voto in undici città

Barletta: sfida clou tra centrodestra e centrosinistra, domani il secondo turno

25 Giugno 2022

Michele De Feudis

Si torna a votare domani (dalle 7 alle 23) in tredici comuni capoluogo in Italia. In Puglia i ballottaggi sono ben dieci, mentre in Basilicata il secondo turno ci sarà solo a Policoro. Nel tacco d'Italia, dopo una sostanziale affermazione del centrosinistra il 12 giugno (soprattutto con la vittoria al primo turno a Taranto, dove è stato riconfermato sindaco il dem Rinaldo Melucci), le coalizioni - pur con alleanze spurie - tornano a confrontarsi per stabilire una egemonia elettorale che avrà riflessi sulle politiche: sono già in discussione gli equilibri nelle coalizioni nonché la distribuzione dei collegi elettorali (con i civici emilianisti pronti a chiedere spazi per portare una rappresentanza anche in Parlamento). E così i riflettori sono puntati su Barletta, comune capoluogo della Bat, vera partita politica al centro di velenose polemiche tra le coalizioni: il 12 giugno è arrivato primo (con il 42,17%) il sindaco uscente Mino Cannito, sostenuto dal centrodestra. La sua rivale, Santa Scommegna del Pd, si è fermata al 36.66%, ma ha ottenuto l’apparentamento con il terzo candidato sindaco più votato, il vendoliano Carmine Doronzo. Il M5S, con una nota, ha preso le distanze da entrambi i candidati, tirandosi così fuori dalla competizione. Nei giorni scorsi i confronti sono stati roventi, tra comizi e litigi fuori agli istituti dove gli studenti salutavano la fine degli esami.

A Castellana Grotte si affronteranno Domenico Ciliberti (Lega-Pd-civici) con il civico Vito Rubino, a Giovinazzo Michele Sollecito (civico vicino al centrodestra) con il progressista Daniele De Gennaro, a Molfetta il sindaco uscente Tommaso Minervini (civico) con Pasquale Drago (centrosinistra); a Polignano a Mare la grillina Maria La Ghezza con il progressista Vito Carrieri, a Santeramo in Colle Vincenzo Casone del centrosinistra con Michela Nocco (centrodestra). A Galatina la partita è tutta civica: Fabio Vergine (sostenuto anche dalla Lega, dal consigliere regionale dem Donato Metallo e dall’assessore regionale Sebastiano Leo) si confronta con il sindaco uscente, Marcello Amante, sostenuto da Alessandro Delli Noci, uomo forte della giunta Emiliano. Nel Tarantino a Castellaneta – Alfredo Oscar Cellamare (centrodestra) si gioca la fascia tricolore con Gianni Di Pippa (centrosinistra); a Mottola il sindaco uscente grillino Giampiero Barulli è in campo contro Angelo Lattarulo, civico di centrosinistra, a Palagiano scontro tra due civici di centrosinistra: Domenico Pio Lasigna e Pietro Rotolo. In Basilicata, a Policoro, Enrico Bianchi (che ha sfiorato la vittoria fermandosi al 48,44%) contenderà Palazzo di città a Nicolino Lopatriello (37,54%).

Sul voto di domani c’è l’incognita dell’astensionismo: il voto in estate è sempre un rischio e il numero degli elettori alle urne potrebbe riservare sorprese figlie di disaffezione (e anche di una scelta temporale del governo che ha suscitato in molti perplessità).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725