Lunedì 08 Agosto 2022 | 12:16

In Puglia e Basilicata

Il focus

Spiagge di Basilicata, gli scrigni del Metapontino

metaponto

Nel cuore della Magna Grecia acque cristalline, attività nautiche ed escursioni

25 Giugno 2022

DONATO MASTRANGELO

Sole, mare, attività nautiche ed escursionistiche, archeologia, divertimento con la possibilità di scegliere tra una miriade di interessanti rassegne e festival tra musica, teatro, cinema e letteratura al chiaro di luna. Tutto questo racchiude l’estate del Metapontino, nel cuore dell’antica Magna Grecia.

Trentacinque chilometri di spiagge dorate e sabbiose baciate dal mare cristallino dello Jonio, a ridosso di una natura selvaggia ricca di interesse naturalistico, tra pinete, macchia mediterranea e dune. Da qui si raggiungono facilmente importanti mete turistiche come Matera ma anche il Parco Nazionale del Pollino. Ed ancora Aliano, dove fu confinato Carlo Levi, Valsinni dove visse la poetessa Isabella Morra, Tursi con la sua Rabatana, tanto cara ad Albino Pierro.

Quattro le Bandiere blu del 2022, Bernalda, Nova Siri, Pisticci e Policoro, segno della qualità delle acque di balneazione. Il litorale parte da Metaponto, dove visse gli ultimi giorni di vita il filosofo e matematico Pitagora. In quella che fu Metapontum è possibile ammirare le vestigia del tempio di Hera, in stile dorico e risalente al VI secolo avanti Cristo. L’itinerario si snoda poi lungo la marina di Pisticci, il paese immerso tra i calanchi e con le bianche case nel centro storico, toccando poi Scanzano Jonico, terra dei Micenei dei quali sono visibili le tracce archeologico a Termitito, arrivando quindi a Policoro, l’antica Erakleia. Nel Museo Archeologico Nazionale della Siritide evidenti sono le tracce della Magna Grecia e delle popolazioni indigene degli Enotri. Il lido di Rotondella è un lembo di spiaggia. Dall’alto il paese gode di una vista privilegiata su tutto il golfo di Taranto: è «balcone dello Jonio». Nova Siri, al confine con la Calabria sorge sull’antica Siris edificata nei pressi della foce del fiume Sinni.

Tanta storia e mare con le attività nautiche al Porto degli Argonauti a Marina di Pisticci e a Marinagri a Policoro. Gli appassionati della vela a Policoro possono fare riferimento ad Aquarius a Torre Mozza e sul lato destro del lido principale della città al Circolo Velico Lucano. Gli amanti del golf calcano i soffici prati del Golf Club Metaponto in Contrada Pizzica. Sulla costa metapontina si respirano gli echi della settima arte. Tra le rassegne cinematografiche CinemadaMare e Lucania Film Festival. Il noto regista Francis Ford Coppola è originario di Bernalda. Qui ha acquistato una dimora storica trasformandola in un luxury hotel.

Policoro, un litorale a misura di bambino

Arrampicata, altalene, percorsi con scivoli e rampe: benvenuti nel fantastico mondo dei giochi a due passi dal mare! È la proposta che il Lido La Conchiglia formula, ormai da anni alle numerose famiglie che scelgono di trascorrere le proprie vacanze a Policoro.
Sul lato sinistro del lungomare della città lucana, riconfermata Bandiera Blu, all’interno dello stabilimento balneare del quale è titolare Pasquale Faraco si trova questo grande spazio ludico con tanto di giochi. Un’area che trova ovviamente l’ampio gradimento dei più piccini attratti dal fascino e dalla suggestione di tanti giochi. Famiglie più contente, dunque, del parco ludico a misura di bambino e con la possibilità, contestualmente, di usufruire di tutti i servizi posti nell’area attrezzata del lido e prendere la tintarella o leggere un libro a due passi dal mare. Policoro è anche questo: un vasto ventaglio di offerte dedicate al mondo dell’infanzia e alle famiglie, per le quali non mancano ottimi servizi anche negli altri stabilimenti del lato sinistro e del lato destro del lungomare.[d.mas.]

Metaponto, la perla con tante occasioni

L’antica colonia greca di Metaponto ha fatto da apripista negli anni Settanta per il turismo balneare sulla costa ionica lucana. Una località che già all’epoca si era ritagliata la sua notorietà, anche fuori regione per le acque limpide e le spiagge in grado di soddisfare al meglio la clientela. È su questa scia che ancora oggi gli stabilimenti balneari riescono ad offrire ottimi servizi con un buon rapporto qualità - prezzo.
Il lido Le Dune ha fidelizzato i bagnanti facendo leva sulla fiducia guadagnata negli anni. Davvero vantaggiose le tariffe per chi volesse trascorrere le giornate in riva allo Jonio all’insegna del relax.
«A giugno - dichiara il titolare dello stabilimento balneare, Cosimo Forcillo - stiamo applicando delle tariffe che prevedono un costo infrasettimanale di ombrellone e due lettini di 10 euro, mentre nel fine settimana il costo è di 13 euro. Per quanto riguarda invece i mesi di luglio ed agosto i prezzi subiranno un leggero ritocco con una tariffa di 13 euro per quanto concerne l’infrasettimanale e di 15 euro il sabato, la domenica e gli altri giorni festivi».[d.mas.]

Echi delle Hawaii al lido di Scanzano

La parola principale è esclusività. Il sabbia D'oro Beach club, situato a Scanzano Jonico, esprime un concept di spiaggia 4.0 con una piscina vista mare, un rooftop restaurant con cucina gourmet e soprattutto una zona Vip con letti a baldacchino che permettono di vivere le giornate al mare coccolati a 360 gradi. Tutto questo grazie alla visione del manager Giuseppe Ferrara, 33enne membro del direttivo di Confindustria Basilicata e del direttivo nazionale ripresa dei territori.
Il giovaned imprenditore ha lanciato negli ultimi anni il format del Poolparty che ospita ogni anno artisti e feste esclusive che danno grande valore al turismo lucano. Il lido lucano, inoltre, è stato pluripremiato in Italia per il design, accoglienza e divertimento dal portale settoriale MondoBalneare.
«Se il rumore del mare sovrasta quello dei tuoi pensieri, sei nel posto giusto», recita lo slogan racchiuso in una forma di cuore stilizzata all’ingresso del sabbia D’Oro Beach club, che in pochi anni si è ritagliato il suo raffinato appeal, dimostrando il gradimento anche da parte di calciatori famosi e personaggi dello spettacolo.[d.mas.]

Terzo Cavone era l’Eden dei nudisti

La spiaggia di Terzo Cavone, fondali bassissimi, acqua cristallina e arenile sabbioso ha sempre mantenuto un alone di suggestione perché meta prediletta, soprattutto qualche decennio fa dei naturisti. Una scelta quasi convenzionale, da parte degli amanti del nudo integrale, sia gay che etero, di eleggere quel lembo di costa lucana sul Mar Jonio situato nel territorio di Scanzano Jonico, a destinazione per vivere in simbiosi con la natura. A ridosso del litorale una rigogliosa pineta a due passi dalla spiaggia dove ritemprarsi nelle ore più calde. Vi si giunge percorrendo dalla strada un caratteristico sentiero immersi tra gli alberi prima di scorgere dopo la macchia mediterranea, le dune con vista sul mare dove crescono spontanei i candidi gigli di mare, una delle sentinelle dell’ecosistema.
La spiaggia libera di Terzo Cavone, frequentata anche da numerose famiglie, da una decina di anni è monitorata dalle forze dell’ordine, dopo la protesta di alcuni bagnanti che hanno denunciato atti osceni in luogo pubblico. Insomma l’Eden dei naturisti ha in parte perso il suo fascino primordiale, anche per colpa dell’erosione costiera, ma resta pur sempre un riferimento per godersi sole e mare lontano dalla ressa estiva.[d.mas.]


Pisticci, a San Basilio di casa le «dog beach»

Nel luglio 2018 l’Amministrazione comunale di Pisticci presieduta dal sindaco Viviana Verri aveva istituito due «Dog Beach», presso Lido San Basilio, nelle vicinanze della foce del Cavone, e presso Lido Macchia. Un’ordinanza adottata sulla scorta di un provvedimento che aveva adottato la Regione Basilicata per l'accesso dei cani alle spiagge libere, per tutelare il decoro ed evitare problematiche igieniche tra i bagnanti.
Gli operatori privati, tuttavia, si sono già adeguatamente attrezzati per offrire ai turisti spiagge attrezzate per gli amici a quattro zampe.
È il caso del lido Nautilus di Elvira Salines situato a San Basilio. «Abbiamo un’area attrezzata in spiaggia che ci permette di accogliere al meglio i bagnanti che hanno i cani al seguito. Molti turisti provenienti da fuori regione hanno molto apprezzato i nostri servizi». Nello stabilimento balneare dunque tante coccole riservate anche per gli amici a quattro zampe. Con i dovuti accorgimenti anche il Lido Natura di Donato Gallotta, presidente regionale di Assobalneari accoglie ben volentieri i cani.[d.mas.]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725