Domenica 24 Febbraio 2019 | 01:00

NEWS DALLA SEZIONE

Allo Zaccheria
Serie B, pari per Foggia e Benevento, finisce 1-1

Serie B, pari per Foggia e Benevento, finisce 1-1

 
L'episodio
Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

 
Serie B
Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

 
Voto il 24 marzo
Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

 
San Pietro Vernotico
Scontro frontale nel Brindisino: muoiono 3 persone

Scontro frontale nel Brindisino:
muoiono 3 persone

 
Nel Barese
Muri imbrattati a Giovinazzo, autori e genitori rimuovono le scritte

Muri imbrattati a Giovinazzo, autori e genitori rimuovono le scritte

 
Maltempo
Vieste, crolla impalcatura in pieno centro: nessun ferito

Vieste, crolla impalcatura in pieno centro: nessun ferito

 
Maltempo
Nevica allo stadio: rinviata gara di serie C Potenza - Sicula Leonzio

Nevica allo stadio: rinviata gara di serie C Potenza - Sicula Leonzio

 
Nel Salento
Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 28enne

Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 27enne

 
A Tokyo
Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'episodio
Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

 
FoggiaPrimarie
Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

 
PotenzaVoto il 24 marzo
Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

 
BrindisiSan Pietro Vernotico
Scontro frontale nel Brindisino: muoiono 3 persone

Scontro frontale nel Brindisino:
muoiono 3 persone

 
LecceNel Salento
Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 28enne

Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 27enne

 
MateraA Tokyo
Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

 
BatDavanti alla stazione
Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

 

ambiente

Melfi, una nuova
centrale termoelettrica?
Il sindaco: non so nulla

Valvano: «Se sarà pericolosa per l'ambiente ci opporremo con vigore»

Melfi, una nuovacentrale termoelettrica?Il sindaco: non so nulla

di PINO PERCIANTE

MELFI - Nel futuro di Melfi c’è anche una centrale termoelettrica a gas, pensata nell’area industriale, dove c’era già un impianto simile che ha funzionato fino al 2014. In questi giorni, il ministero dell’Ambiente ha pubblicato l’avvio della procedura per assoggettare l’intervento a specifico procedimento di valutazione di impatto ambientale (Via). Il progetto è della Snowstorm S. r. l., una società di Bergamo, che prevede di realizzare la centrale nella zona industriale di S. Nicola, su un’ area di 250 mq, con 4 motori a combustione interna che emetteranno fumi da 4 camini alti 30 metri. Ciascuno dei 4 motori avrà una potenza di 18, 5 Mw per complessivi 74 Mw (rispetto ai 100 Mw della centrale biogas) da immettere nella rete nazionale a 150 Kv ( kilovolt).

Nello studio preliminare ambientale, redatto dall’ingegnere Sergio Iezzi, il funzionamento della centrale viene descritto «a chiamata», vale a dire l’impianto non funzionerà 24 ore su 24 ma solo in caso di emergenze sulla rete di alimentazione nazionale. Si stima che il funzionamento medio potrà essere di 5000 mila ore all’anno. Sino al 24 marzo i cittadini potranno presentare le proprie osservazioni. «Nel mix di produzione di energia elettrica del nostro Paese il peso delle fonti rinnovabili è molto alto, fattore questo che lo rende intermittente e poco prevedibile. Da qui la necessità di avere una fonte energetica di tipo tradizionale per far fronte a queste variazioni e consentire in ogni momento di mantenere il bilanciamento tra consumi e produzione, evitando scompensi sulla rete», spiega l’ingegnere Iezzi. E aggiunge: «Quando non c’è il sole o manca il vento serve avere la disponibilità di energia elettrica in fretta, ed è qui che entra in gioco una centrale come quella che si vuole realizzare a Melfi».

Il gas arriverà attraverso le condotte già esistenti nell’area industriale. Il rendimento dell’impianto toccherà il 50 per cento contro il circa 44 per cento di un impianto a carbone di ultima generazione. «In sintesi – spiega Iezzi - significa che questo impianto per produrre elettricità consuma meno, riducendo al minimo le emissioni». Inoltre, utilizza pochissima acqua, visto che il raffreddamento avviene attraverso l’aria. Cosa che permetterà di azzerare gli scarichi. «Non sapevo nulla di questo progetto, lo apprendo da voi - dice il sindaco di Melfi Livio Valvano -. In questo momento il Comune non è stato interessato, ma seguiremo la vicenda per fare in modo che non ci siano appesantimenti ambientali nel territorio di Melfi. Con i nostri esperti valuteremo il progetto e se risulterà pericoloso per l’ambiente ci opporremo con vigore, come abbiamo già fatto per l’impianto di trattamento rifiuti e per il petrolio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400