Mercoledì 10 Agosto 2022 | 10:35

In Puglia e Basilicata

case popolari

«Tangenti Arca»
Revocati domiciliari
a cancelliera e imprenditore

«Tangenti Arca»Revocati domiciliaria cancelliera e imprenditore

29 Dicembre 2017

BARI - Revocati gli arresti domiciliari per la cancelliera della Procura di Bari Teresa Antonicelli e per l'imprenditore Antonio Lecce, coinvolti nella vicenda relativa alle presunte tangenti in cambio di varianti agli appalti su case popolari e alloggi universitari.
L’indagine il 5 dicembre scorso aveva portato all’arresto dell’ex direttore generale di Arca Puglia, Sabino Lupelli, e di altre quattro persone (due imprenditori, la cancelliera e un avvocato barese) e all’interdizione di un altro imprenditore, Dante Mazzitelli. A quest’ultimo nei giorni scorsi il giudice ha ridotto la misura interdittiva da un anno a un mese.
Il gip Giulia Romanazzi ha revocato la misura cautelare per Lecce e per la cancelliera, sostituendo nei loro confronti la detenzione domiciliare con l’interdizione, mentre restano ai domiciliari Lupelli, l’imprenditore Massimo Manchisi e l'avvocato Fabio Mesto.
Stando alle indagini della Guardia di Finanza, coordinate dal pm Savina Toscani, gli imprenditori avrebbero corrotto l’allora dg con denaro, buoni benzina e altre utilità in cambio di pratiche favorevoli. Quando Lupelli seppe dell’indagine a suo carico, avrebbe poi tentato di ottenere informazioni, tramite il suo legale, dalla cancelliera Antonicelli promettendole in cambio una casa popolare più grande.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725