Sabato 23 Febbraio 2019 | 02:21

NEWS DALLA SEZIONE

Verso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
Il provvedimento
Decreto Xylella, multe fino a 10mila euro per chi non denuncia e non taglia piante infette

Decreto Xylella, multe fino a 10mila euro per chi non denuncia e non abbatte
La Regione: in atto prescrizioni Ue

 
Salento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
Ambiente
Raccolta differenziata, tour di Stea nel Foggiano: «premiata» anche una Rssa

Raccolta differenziata, tour di Stea nel Foggiano: «premiata» anche una Rssa

 
La sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
Il progetto
Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

 
Ambiente
Bari, 3500 ricci sequestrati e rimessi in mare dalla Guardia Costiera

Bari, 3500 ricci sequestrati e rimessi in mare dalla Guardia Costiera VD

 
La proposta
Petruzzelli, il sottosegretario Vacca: «Cambiare nome a Fondazione»

Petruzzelli, il sottosegretario Vacca: «Cambiare nome a Fondazione»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

 
Il batterio killer
Xylella, Centinaio rinvia la visita in Puglia. I gilet arancioni: «potrà approvare i decreti»

Xylella, Centinaio rinvia la visita in Puglia. I gilet arancioni: «potrà approvare i decreti»

 
Il siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

la battaglia di una associazione culturale

La casa di Bartolo Longo
resterà ai latianesi

casa bartolo longo

Il Consiglio regionale pugliese ha approvato ieri sera l’art. 29 della futura legge di bilancio di previsione 2018, che consentirà alla Regione Puglia di concedere contributi straordinari ai Comuni pugliesi per acquisire beni culturali di proprietà privata. La dotazione finanziaria per il 2018 è di circa 1,7 milioni di euro. La stessa somma è assegnata, in termini di competenza, per ciascuno degli esercizi finanziari 2019 e 2020.

Parte della somma (400mila euro, n.d.r.) consentirà al Comune di Latiano di esercitare il diritto di prelazione sulla casa natale del beato Bartolo Longo, immobile sottoposto a vincolo dalla Soprintendenza; atto sollecitato dalla stessa associazione che in questi anni ha condotto una battaglia per salvare quel monumento patrimonio della storia non solo di Latiano.

«La battaglia della Associazione per salvare la casa Natale di Bartolo Longo è stata condivisa oggi dal Consiglio regionale della Puglia. Ancora poche ore, dunque, e la nostra corsa contro il tempo (la data dei 60gg per esercitare il diritto di prelazione è il 20 gennaio) per assicurare la conservazione della casa dove il fondatore del Santuario di Pompei è nato l’11 febbraio 1841, avrà raggiunto con successo il suo obiettivo. I milioni di fedeli di Bartolo Longo avranno così un altro luogo di devozione nel Mezzogiorno, oltre alla grande Opera della Vergine del Rosario, sotto il Vesuvio».

«Un risultato - si legge in un comunicato della Associazione culturale di Latiano - ottenuto in questi anni nella quasi totale solitudine e senza alcuna collaborazione da parte dell'Ente locale».

«Superando difficoltà, ritardi e incertezze, l'associazione ha saputo coinvolgere nelle ultime settimane la Regione Puglia, dopo l'appello al ministro per i Beni culturali, Franceschini e al governatore della Puglia Michele Emiliano, al quale hanno aderito il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Mario Loizzo, i sindaci di Pompei e San Vito dei Normanni e il presidente di Federalberghi Brindisi, Argentieri.

Sensibili alla nostre argomentazioni, l'assessore regionale al Bilancio Raffaele Piemontese e il presidente della Commissione Bilancio del Consiglio regionale Fabiano Amati hanno inserito quell'articolo di legge, fondamentale, nel Bilancio regionale. Questo consentirà al Comune di Latiano di beneficiare del contributo regionale per esercitare il diritto di prelazione sul bene immobile (venduto con atto notarile nelle scorse settimane).

Nelle ultime settimane, quando non sembrava scontata la approvazione entro Natale del bilancio regionale, abbiamo dovuto cercare aiuto per venire a capo della legge sul diritto di prelazione, poiché in uno dei documenti ufficiali inviati dalla Sovrintendenza veniva indicato il termine di 20 giorni, più ristretto di quello previsto invece dalla legge. Per interpretare la norma (che prevede appunto non oltre 60 giorni dall'atto di vendita avvenuto il 20 novembre) abbiamo dovuto coinvolgere Ministero, Sovrintendenza, Segretario generale del Comune e non ultimo chiedere la consulenza privata di un amico notaio».

Il Comune dovrà ora con urgenza avviare l'iter per acquisire dalla Regione la disponibilità finanziaria e definire la procedura entro il 20 gennaio, data di scadenza dei giorni fissati per esercitare il diritto di prelazione su quel bene privato in vendita, che la stessa associazione, col coinvolgimento di Al Bano Carrisi era riuscita a far sottoporre a vincolo nel 2014.
Il risultato raggiunto è stato definito dalla stessa Associazione culturale «Un successo senza precedenti, che solo grazie alla caparbietà, la tenacia, l’ostinazione di tutti suoi oltre 150 componenti è stato possibile ottenere».

«Abbiamo scritto - aggiunge con orgoglio Marisa Caroli componente della associazione - una pagina di storia della nostra città. Uno schiaffo morale alla indifferenza di chi non credeva che la volontà e la forza dei cittadini può vincere le battaglie più difficili».

Ora al Comune non resta che adoperarsi per acquisire quanto "L’Isola che non c’è" (scomodando Sovraintendenza, Ministero e Regione) è riuscita a recuperare; la casa Natale di Bartolo Longo sarà così restituita alla comunità latianese.
L'Associazione nel corso di una iniziativa in programma subito dopo le festività di Natale, alla quale inviterà l'assessore regionale Piemontese e il presidente della commissione Bilancio Amati, proporrà al sindaco di assegnare la cittadinanza onoraria al maestro Al Bano Carrisi per ringraziarlo del sostegno dato a questa causa ed ad altre iniziative organizzate dall’Associazione, alle quali l'artista non si è mai sottratto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400