Sabato 20 Ottobre 2018 | 04:53

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso a Roccanova (Pz)
Crisi editoria: in Basilicata un'edicola resiste da 100 anni

Crisi editoria: in Basilicata un'edicola resiste da 100...

 
Il punto
«Tap arriverà comunque a Brindisi-Mesagne», parla il presidente Emiliano

Tap, Emiliano avverte: gasdotto arriverà a Brindisi-Mes...

 
Sanità
Emiliano: «Stabilizzati 132 precari Asl Brindisi»

Emiliano: «Stabilizzati 132 precari Asl Brindisi»

 
Rivedi la diretta
La Voce Biancorossa presenta Marsala-Bari

La Voce Biancorossa presenta Marsala-Bari

 
Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Lele è stato dimesso
Negramaro, tour rinviato: nuove date a Bari il 13 e 14 marzo 2019

Negramaro, tour rinviato: nuove date a Bari il 13 e 14 ...

 
Razzia in via Bastioni
Brindisi, immigrato distrugge vetriauto in sosta in centro: arrestato

Brindisi, immigrato distrugge vetri auto in sosta in ce...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Commercio
Bari, dopo 66 anni chiudestorica salumeria De Carne«Il marchio lo porto con me»

Bari, dopo 66 anni chiude storica salumeria De Carne «I...

 
Costi della politica
Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degli ex parlamentari

Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degl...

 
Il nodo intramoenia
Ospedali, il giallo visite a pagamentodei medici: le Asl non forniscono i dati

Ospedali, il giallo visite a pagamento dei medici: le A...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Le vittime sono fuggite

Cerignola, arrestati coniugi
perseguitavano i vicini di casa

Una storia di continue minacce e violenze culminate con l'estorsione. Eseguite altri due divieti di avvicinamento per stalking

polizia

Due coniugi sono stati arrestati dalla Polizia di Ceringola per aver minacciato i vicini. I provvedimenti hanno riguardato Giuseppe Petruzzelli, 61 anni, finito in carcere per atti persecutori, rapina aggravata ed estorsione e la moglie, Vincenza Di Benedetto, 60 anni, finita agli arresti domiciliari per atti persecutori. I fatti risalgono all’aprile 2017, quando vicini della coppia si erano trasferiti nella loro nuova abitazione. La famiglia offesa aveva incominciato a ricevere insulti, aggressioni fisiche e intimazioni a lasciare l’abitazione da parte dei coniugi Petruzzelli. Così pressanti erano state le minacce che la famiglia offesa, anche per tutelare le figlie minori, aveva deciso di abbandonare la nuova casa. Nel settembre scorso il Petruzzelli, incontrato il vicino di casa all’ingresso di un istituto di credito di Cerignola, lo aveva minacciato per farsi consegnare la somma di mille euro e, di fronte all’inerzia dell’uomo gli aveva sferrato un violento pugno.

Inoltre gli agenti di polizia hanno eserguito altre due ordinanze applicative della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa a carico di due cerignolani, G.V., classe 1970 e M.F., classe 1989, entrambi per atti persecutori nei confronti delle ex compagne.

Il G.V., era già destinatario del provvedimento di ammonimento del Questore di Foggia nello scorso mese di agosto per condotte persecutorie in danno della parte offesa una volta cessata la loro relazione, perché continuava a porre in essere atti persecutori in danno della stessa, molestandola ripetutamente, al punto da costringerla ad abbandonare la propria abitazione, vicina a quella dell’uomo; M.F., con piccoli precedenti, era già destinatario del provvedimento di ammonimento del Questore di Foggia nell’agosto dello scorso anno per condotte persecutorie nei confronti di un’altra ragazza con la quale aveva intrattenuto una relazione sentimentale. Lo stesso, a seguito della decisione della parte offesa di interrompere la relazione sentimentale per diversi tradimenti e per l’abuso da parte dello stesso di sostanze alcoliche, dava adito ad un crescendo di violenze partite con insulti e minacce, estese anche al padre ed alla sorella di lei, fino a giungere a schiaffi e pugni, generando così nella donna ansia a tal punto da farle cambiare le abitudini di vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400