Mercoledì 21 Novembre 2018 | 16:51

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
Aquarius, sequestro preventivo al porto di Brindisi. Patroni Griffi: «Equivoco»

Aquarius, sequestro preventivo al porto di Brindisi. Patroni Griffi: «Equivoco»

 
Usura a San Girolamo
Denaro in prestito a donna con un tasso del 650%, arrestata coppia barese

Denaro in prestito a donna con un tasso del 650%, arrestata coppia barese

 
Vicino al San Nicola
Bari, sesso con minori: chieste condanne per un insegnante e un pasticcere

Bari, sesso con minori: chieste condanne per un insegnante e un pasticcere

 
Le dichiarazioni
Giornalisti, FNSI: «Di Maio e M5S scimmiottano Trump, sono contro eliminazione precari»

Giornalisti, FNSI: «Di Maio e M5S scimmiottano Trump, sono contro eliminazione precari»

 
40 associazioni
Decreto sicurezza, a Bari raccolte 500 firme contro Salvini

Decreto sicurezza, a Bari raccolte 500 firme contro Salvini

 
La conferenza stampa
Unicef a Taranto, epidemiologo: «I bambini mangiano e respirano diossina»

Unicef a Taranto, epidemiologo: «I bambini mangiano e respirano diossina»

 
L'intervista
Sindaco Salerno: «Non giudico scelta di Polignano, da noi luminarie gratis» FOTO

Sindaco Salerno: «Non giudico scelta di Polignano, da noi luminarie gratis» FOTO

 
Il caso
Scommesse a Bari: 10 milioni di euro dei Martiradonna nascosti alle Antille

Scommesse a Bari: 10 milioni di euro dei Martiradonna nascosti alle Antille

 
Il caso
Canapa "light", a Taranto scattano i sequestri

Canapa "light", a Taranto scattano i sequestri

 
Le decisioni
Tap, la perizia: «Opera non assoggettata alla direttiva Seveso su siti a rischio»

Gasdotto, la perizia: «Non vale Direttiva Seveso». No Tap preoccupati

 
A Foggia
L'ex moglie ha un compagno, lui minaccia lei e la figlia con l'acido

L'ex moglie ha un compagno, lui minaccia lei e la figlia con l'acido

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

inquinamento

Statte «avvelenato»
arsenico, mercurio
e diossina nei terreni

terra, inquinamento

STATTE (TARANTO) - Alcuni terreni del comune di Statte (Taranto), per complessivi 150 ettari, risultano contaminati da arsenico, mercurio, Ipa, diossine e PCB. Una cartina a macchia di leopardo che comprende aree agricole, rurali e urbanizzate, ma anche un pezzo della gravina di Leucaspide a ridosso della quale vi sono i pozzi di ispezione della discarica Ilva (a sud est della gravina) risultano essere caratterizzati dalla presenza di arsenico in concentrazioni superiori alla norma e che dimostrano una contaminazione della falda che non può essere utilizzata per scopo idro-potabile.
Lo hanno reso noto il sindaco di Statte e Franco Andrioli e l'assessore all’Ambiente ed ex sindaco Angelo Miccoli, che hanno spiegato, in un incontro con i giornalisti, gli esiti di una ricerca sui terreni di Statte realizzata tra il 2014 e il 2015 attraverso circa 400 carotaggi. L’elaborazione dei dati è stata affidata dal Comune di Statte ad una società specializzata di Torino ed ha ottenuto l’approvazione dell’analisi di rischio in sede regionale.

La Asl di Taranto e il Comune di Statte hanno predisposto una ordinanza che impone comportamenti e divieti ferrei, come ad esempio il divieto di aratura, di dissodamento e di ogni altra operazione che comporti il contatto dermico con il terreno stesso o l’inalazione di polveri da esso provenienti o il divieto di asportazione e scavo di terreno dalla zona; il divieto di utilizzo a scopo ricreativo. Gli organi tecnici della Asl hanno prescritto il divieto di produzione primaria di alimenti e mangimi di qualsiasi natura (vegetale, animale o minerale) compreso il pascolo, salvo deroghe documentate e subordinate alla garanzia di salubrità che dovranno essere attestate con accertamenti analitici eseguiti in laboratori autorizzati e con prove accreditate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400