Domenica 17 Febbraio 2019 | 09:19

NEWS DALLA SEZIONE

I fatti del 2015-2016
Puglia, lettere esplosive: dietro gli attentati due anarchici arrestati a Torino

Puglia, lettere esplosive: dietro gli attentati due anarchici arrestati a Torino

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto il Sassari 86-87

 
Le dichiarazioni
Autonomia, parlano i deputati della Lega Puglia: «È una grande opportunità»

Autonomia, parlano i deputati della Lega Puglia: «È una grande opportunità»

 
Il premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
La denuncia sui social
Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

 
Serie B
Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

Foggia-Padova, 1-1 al 90esimo: tifoso ferito

 
La manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Incontri d'autore
Ex-Otago ospiti della «Gazzetta del Mezzogiorno»: segui la diretta

Ex-Otago ospiti della «Gazzetta»: rivedi la diretta

 
Il processo
Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

terzo incendio in pochi giorni

Vogliono distruggere
il parco del Cillarese

Minacciato un polmone verde di Brindisi. Ieri mattina intorno alle 4 sono riapparse le fiamme. Il sospetto che dietro i roghi ci sia qualche interesse

incendio parco del Cillarese

BRINDISI - È ormai un attacco criminale sistematico quello che sta consumandosi ai danni della zona umida compresa nel parco del Cillarese. Dopo i due vasti incendi che hanno devastato decine di ettari di vegetazione e fauna palustre nei giorni scorsi, poco prima dell’alba di ieri, intorno alle 4, un altro vasto rogo è stato probabilmente appiccato quasi certamente dalla mano di piromani senza scrupoli che, evidentemente, pur di raggiungere il loro obiettivo, non esitano ad agire nel cuore della notte, forse nella speranza che le fiamme possano essere notate in ritardo dai pochi automobilisti in transito a quell’ora favorendo una maggiore distruzione prima dell’allarme e dell’intervento dei vigili del fuoco.

Fortunamente però questa volta il danno è stato inferiore rispetto ai roghi dei giorni precedenti. Sebbene infatti le fiamme si siano sviluppate in fretta, aggredendo alcuni alberi, l’incendio è partito da una zona non lontano dalla strada dei Pittachi, sempre molto trafficata a tutte le ore. Ciò ha reso subito visibili le fiamme, anche ai numerosi immigrati che a quell’ora percorrono quella strada in bici o in motorino per recarsi a lavorare nei campi. Ed inevitabili, per fortuna, sono state le ripetute chiamate al 115 dei Vigili del fuoco, intervenuti immediatamente sul posto per circoscrivere prima, ed estinguere poi, il rogo.

Resta ad ogni modo la preoccupazione per uno dei più importanti polmoni verdi del territorio, che sembra improvvisamente essere diventato l’obiettivo assolutamente prioritario dei piromani. [a. neg.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400