Sabato 20 Ottobre 2018 | 20:52

NEWS DALLA SEZIONE

Arrestato 46enne
Tenta furto in un supermarket di Matera: inseguito e bloccato da immigrato

Tenta furto in un supermarket di Matera: inseguito e bl...

 
La decisione
Bari, archiviata querela contro Marilù Mastrogiovanni: non diffamò la Igeco

Bari, archiviata querela contro Marilù Mastrogiovanni: ...

 
Regionali 2020
Sfuma il congresso del Pd ma primarie entro l’anno

Sfuma il congresso del Pd ma primarie entro l’anno

 
Serie B
Calcio, il Foggia battuto dal Cosenza 2-0

Calcio, il Cosenza batte il Foggia 2-0

 
L'intervista
Verso le primarie PD, parla Richetti: «Apriamo ai moderati ma no alleanza con M5S»

Verso le primarie PD, parla Richetti: «Apriamo ai moder...

 
Serie D
Papadopulo gioca Lecce-Palermo: «Questa partita regalerà spettacolo»

Papadopulo gioca Lecce-Palermo: «Questa partita regaler...

 
Campionato d'Eccellenza
Insultano calciatori di colore imitando scimmie: daspo per 7 tifosi del Gallipoli

Gallipoli, insultano calciatori di colore imitando scim...

 
Domani in campo
Bari, Cornacchini: «A Marsala ci vuole gara concreta»

Bari, Cornacchini: «A Marsala ci vuole gara concreta»

 
A Taurisano (Le)
Palpeggia donna per strada, arrestato 33enne pakistano

Palpeggia donna per strada, arrestato 33enne pakistano

 
Ad Acquaviva delle Fonti (Ba)
Ruba al mercato due carte di credito con relativi pin, arrestata

Ruba al mercato due carte di credito con relativi pin, ...

 
Divisa in 50 panetti
In auto con 26kg di droga, arrestato pregiudicato a Mola di Bari

In auto con 26kg di droga, arrestato pregiudicato a Mol...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Operazione della Polizia

Foggia, proteggeva costruttori
per chiedere pizzo: in cella

L'uomo, un 58enne, accusato dell'aggravante della mafiosità

polizia questura di Foggia

Gli agenti della squadra mobile di Foggia hanno arrestato Natalino Venuti, di 58 anni, con precedenti penali, su ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Dda, con l’accusa di estorsione con l'aggravante della mafiosità, ai danni di due imprenditori locali. I due imprenditori, secondo quanto si è appreso, pagavano un pizzo non quantificato perchè non hanno mai ammesso di pagare.

La vicenda è emersa nel corso di indagini degli investigatori su un’altra vicenda. Dalle intercettazioni è emerso che i due imprenditori si erano rivolti a Natalino Venuti dicendogli che si era presentata una persona che chiedeva il pizzo. Venuti era intervenuto presso l'estorsore, per dire che i due imprenditori erano già sotto protezione e quindi, doveva lasciarli tranquilli. Allo stesso tempo, - secondo quanto emerso dalle indagini - lo stesso Venuti aveva cominciato a chiedere loro il pizzo per assicurare la protezione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400