Sabato 23 Febbraio 2019 | 02:21

NEWS DALLA SEZIONE

Verso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
Il provvedimento
Decreto Xylella, multe fino a 10mila euro per chi non denuncia e non taglia piante infette

Decreto Xylella, multe fino a 10mila euro per chi non denuncia e non abbatte
La Regione: in atto prescrizioni Ue

 
Salento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
Ambiente
Raccolta differenziata, tour di Stea nel Foggiano: «premiata» anche una Rssa

Raccolta differenziata, tour di Stea nel Foggiano: «premiata» anche una Rssa

 
La sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
Il progetto
Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

 
Ambiente
Bari, 3500 ricci sequestrati e rimessi in mare dalla Guardia Costiera

Bari, 3500 ricci sequestrati e rimessi in mare dalla Guardia Costiera VD

 
La proposta
Petruzzelli, il sottosegretario Vacca: «Cambiare nome a Fondazione»

Petruzzelli, il sottosegretario Vacca: «Cambiare nome a Fondazione»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

 
Il batterio killer
Xylella, Centinaio rinvia la visita in Puglia. I gilet arancioni: «potrà approvare i decreti»

Xylella, Centinaio rinvia la visita in Puglia. I gilet arancioni: «potrà approvare i decreti»

 
Il siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

basilicata

Più royalty per l'acqua
i Comuni ringraziano

Piace ad amministratori e sindacati l'emendamento di Romaniello

Più royalty per l'acqua i Comuni ringraziano

Francesco Russo

ATELLA - «Salvaguardare i territori interessati dalle attività di utilizzazione delle acque minerali, tutelandoli in qualche modo anche dal punto di vista economico significa certamente andare nella direzione giusta». È il commento del sindaco di Atella, Nicola Telesca, dopo l’emendamento alle legge si stabilità presentato in aula dal consigliere regionale, Giannino Romaniello e relativo alle royalties incamerate dalla Regione dalle aziende di imbottigliamento delle acque minerali. Tra le richieste dell’esponente politico lucano, ricordiamo, quella che prevede il trasferimento annuale ai Comuni interessati dalle attività di utilizzazione delle acque minerali, termali o di sorgente «delle risorse rivenienti dai versamenti dei concessionari relativi all’acqua emunta ma non imbottigliata, nonché del 10 per cento di quelle provenienti dai versamenti dei concessionari relativi all’acqua imbottigliata, con vincolante finalità di salvaguardia e ripristino ambientale».

«È chiaro - evidenzia il primo cittadino di Atella - che il quantum sarebbe da parametrizzare a una serie di normative. Ma si tratta di una idea per noi positiva. Fino ad oggi del resto c’è stata poca attenzione a questo discorso rispetto a quanto sarebbe stato necessario. Il comparto delle acque minerali - aggiunge Telesca - è per noi molto importante. Le ricadute economiche ci sono, il livello occupazionale è il fattore più importante sul tavolo. Abbiamo aziende rilevanti, nomi di grande spessore - sottolinea il sindaco di Atella - che hanno investito nel nostro territorio. Certo, si può ancora migliorare. Ma lo spirito propositivo deve esprimersi ai vari livelli, con la capacità di pungolare e di essere presenti ai tavoli importanti». «Sono convinto fortemente che la proposta di emendamento sia da accogliere positivamente», interviene il coordinatore della Fai-Cisl di Potenza, Antonio Lapadula.

«Il bacino del Vulture - continua il sindacalista - va preservato, anche con interventi di forestazione e di mantenimento. Parliamo di un serbatoio di risorsa idrica che potrebbe soddisfare un miliardo di persone. Ma proprio per questo - mette in chiaro - l’acqua del Vulture deve essere tutelate. Le risorse che deriverebbero dalle royalties potrebbero servire a tale scopo e diventerebbero molto utili per i Comuni dei territori che ospitano le aziende di imbottigliamento e commercializzazione delle acque minerali». Gerardo Nardiello, segretario regionale della Uila-Uil afferma però che bisognerebbe ritoccare le tariffe dell’acqua praticate alle industrie del settore, ritenendole «troppo basse rispetto ai tempi».

«Ritengo sarebbe corretto - insiste il sindacalista - fare una verifica sull’adeguamento del costo dell’acqua. Vengono praticate alle aziende tariffe datate, che bisognerebbe adeguare alle attuali condizioni. Siamo di fronte - ribadisce Nardiello - a prezzi bassi, vecchi di decenni. Non sarebbe un’eresia, quindi, riprendere una discussione con le aziende e andare ad aumentare la tariffa dell’acqua . Se poi si riesce a mettere in piedi una norma che permetta di distribuire parte di quei soldi ai Comuni, ben venga. Sarebbero risorse utilissime per interventi sull’ambiente, sul territorio, sulle foci delle acque».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400