Martedì 19 Marzo 2019 | 00:25

NEWS DALLA SEZIONE

Incidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
Udienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
La proposta di Decaro
Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

 
A taranto
Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

 
Polemica nel barese
Gioia del Colle, segretario Lega parla di «razze», candidato sindaco: «Si dimetta»

Gioia, segretario Lega parla di «razze», candidato centrodestra: «Si dimetta»

 
La denuncia
Taranto, bimba di 5 anni muore di tumore, genitori tarantini: «È strage»

Taranto, bimba di 5 anni muore di tumore, genitori tarantini: «È strage»

 
L'inchiesta
Via della Seta, la Cina «sfiora» la Puglia: un'occasione per la Regione

Via della Seta, la Cina «sfiora» la Puglia: un'occasione per la Regione

 
Incidente nel Tarantino
Manduria, operaio folgorato in centro di compostaggio: grave

Manduria, operaio folgorato in centro di compostaggio: grave

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Ha 40 anni
Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

le dichiarazioni durante un convegno

«Tangenti per lavorare a Melfi»
Il vescovo ascoltato in Procura

monsignor Gianfranco Todisco

mons. Gianfranco Todisco

POTENZA - Il vescovo di Melfi (Potenza), monsignor Gianfranco Todisco, è stato ascoltato in Procura, nel capoluogo lucano, in relazione a quanto detto nel corso di un convegno su «giovani e lavoro», durante il quale ha riferito di aver saputo che qualcuno ha pagato una «tangente» per ottenere un posto in un’azienda dell’indotto dello stabilimento di Melfi della Fca, dove si producono Jeep «Renegade» e «500X».

Il presule è entrato nel Tribunale di Potenza intorno alle ore 16.30. L’incontro con il Procuratore di Potenza, Luigi Gay, è durato circa un’ora e in seguito monsignor Todisco ha lasciato il Palazzo di Giustizia da un’uscita secondaria. Prima di incontrare i magistrati, ha spiegato di essere stato convocato, e di voler ripetere quanto detto durante il convegno, ricordando che la vicenda si riferisce solo al settore dell’indotto, e di voler «rispondere a tutte le domande che mi farà il procuratore», ma di non sapere «i nomi e i cognomi», perché «le persone hanno paura di parlare».

Monsignor Todisco - che sta per lasciare la diocesi avendo ottenuto dal Papa il permesso di trasferirsi come missionario in Honduras - nel corso del convegno spiegò infatti di aver saputo da persone di sua fiducia (sacerdoti che conoscono gli operai che lavorano nell’area industriale di Melfi) che qualcuno avrebbe pagato del denaro (in un caso pari a circa cinquemila euro) per ottenere il lavoro. Il presule ha quindi evidenziato «di non temere un clima di ritorsioni o di minacce» per quanto detto. «Mi auguro anzi - ha concluso - che quanto si mormora nei bar venga poi detto alla luce del sole, perché questa non è l’ immagine della Basilicata, è un’immagine offuscata, che noi dobbiamo ripulire, e questo è possibile con la collaborazione di tutti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400