Giovedì 20 Settembre 2018 | 00:32

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

decisione della Regione Basilicata

Petrolio, chiuso per inquinamento
il centro Eni di Viggiano
L'azienda: «Prescrizioni rispettate»

centro oli Eni Viggiano

POTENZA -  Nel pomeriggio un vertice nella prefettura di Potenza per illustrare «la criticità della situazione"; poi in serata la Giunta regionale della Basilicata, riunitasi in seduta straordinaria nella sera della vigilia di Pasqua, ha preso una decisione che fa rumore: la sospensione delle attività del Centro Oli di Viggiano (Potenza) dell’Eni dove ogni giorno vengono lavorate migliaia di barili di petrolio estratto in Val d’Agri. Il provvedimento è stato immediatamente comunicato dal presidente della Regione, Marcello Pittella (Pd), ai Ministri dell’Ambiente e dello Sviluppo economico, Gian Luca Galletti e Carlo Calenda.

Da parte sua l’Eni - secondo quanto reso noto da un portavoce della società - «prende atto del comunicato diffuso dalla Regione Basilicata relativo alla delibera di sospensione delle attività del Centro Olio Val d’Agri ed è in attesa di poter esaminare i contenuti della delibera della Giunta regionale». Inoltre, la compagnia «sottolinea che le operazioni per la messa in sicurezza e le attività di caratterizzazione sono condotte con la massima diligenza e impiego di risorse, offrendo continua e fattiva collaborazione a tutti gli organi competenti».

Si tratta dello stesso Centro chiuso per alcuni mesi, dalla primavera all’estate dello scorso anno, in seguito ad un’inchiesta della Procura di Potenza. Un anno dopo lo stop è stato decretato dalla Regione «a fronte delle inadempienze e dei ritardi» della compagnia rispetto «alle prescrizioni regionali». Nelle scorse settimane la Regione aveva reso noto che sette campioni prelevati dall’Arpab fuori dal Centro Oli avevano dimostrato la presenza, «molto cospicua», di manganese e ferro e anche di idrocarburi policiclici aromatici. E quindi la Regione aveva chiesto all’Eni di intervenire sia per quell'inquinamento sia per bloccare tre dei quattro serbatoi all’interno del Centro Oli che non hanno doppio fondo. Oggi, però, durante il vertice in prefettura è stata annunciata la «migrazione della contaminazione causata dallo sversamento dei serbatoi del Cova": l'inquinamento dovrebbe essere arrivato fino ad alcuni affluenti del fiume Agri.

Sempre durante il vertice in prefettura, la Regione ha "nuovamente diffidato l’Eni alla tempestiva ottemperanza delle prescrizioni (contenute nelle misure di emergenza) più volte intimate dal massimo Ente locale e volte a fermare l’avanzamento della contaminazione», proseguendo «contestualmente - è spiegato in un comunicato diffuso in serata dall’ufficio stampa della giunta lucana - con urgenza con le attività di caratterizzazione per una puntuale bonifica dell’area».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Duplice omicidio a Barletta, madre e figlio assolti: «Non hanno commesso il fatto»

Duplice omicidio a Barletta, madre e figlio assolti: «Non hanno commesso il fatto»

 
Calcio, è «Barimania»: in tre giorni vendute 4650 fidelity card

Calcio, è «Barimania» in tre giorni vendute 4650 fidelity card

 
Conte sul Gargano per l'anniversario della morte di San Pio: «Lui sempre con me»

Conte sul Gargano per celebrare San Pio: «Lui sempre con me»

 
M5S, chiede dimissioni Mangano: «Condannato per violenza sessuale non rappresenti la Puglia»

M5S, chiede dimissioni Mangano: «Condannato per violenza sessuale non rappresenti la Puglia»

 
Fiera del Levante, scoperti dalla Guardia di Finanza 120 bagarini

Fiera del Levante, scoperti dalla Guardia di Finanza 120 bagarini

 
Disoccupazione giovanile, Puglia tra le regioni con più Neet in Europa

Disoccupazione giovanile, Puglia tra le regioni con più Neet in Europa

 
«Mettetevi in malattia», bufera alla Asl Bari

«Mettetevi in malattia», bufera alla Asl Bari
Ascolta il messaggio audio 

 
Consorzio nazionale ovicoltori: «La Xylella è come un terremoto»

Consorzio nazionale olivicoltori: «La Xylella è come un terremoto»

 

GDM.TV

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 

PHOTONEWS