Venerdì 22 Marzo 2019 | 01:00

NEWS DALLA SEZIONE

L'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito ammazzato a fucilate vicino casa

 
Comune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
L'intervista
Parla Piero Ignazi:«Al Sud la Lega attrarrà voti da Fi e M5S»

Parla Piero Ignazi:«Al Sud la Lega attrarrà voti da Fi e M5S»

 
La foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Il torneo
Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

 
Subentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
Ambiente
Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

 
Scintille Nato-Russia
I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

 
È diretto a Gerusalemme
Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Il confronto
Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito ammazzato a fucilate vicino casa

 
BariComune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 

il delitto a latiano

Bruciò vivo anziano
il Pm chiede l'ergastolo

giustizia

BRINDISI - Il pm di Brindisi Giuseppe De Nozza ha chiesto la condanna all’ergastolo per Zakaria Ismaini, 33 anni, originario di Casablanca che nella notte tra il 10 e l'11 novembre 2014 avrebbe dato fuoco a Latiano (Brindisi) ad un pensionato, Cosimo Mastrogiovanni, 63 anni, provocandone la morte. La requisitoria è arrivata al termine di un processo che si sta celebrando dinanzi alla Corte d’Assise di Brindisi.

Zakaria, che risulta domiciliato a Catania e che è coinvolto in altre analoghe vicende giudiziarie, avrebbe incontrato l’ anziano, secondo l’accusa adescandolo su internet in un sito su cui era pubblicato un annuncio per uomini soli. Lo avrebbe ridotto in condizioni di incoscienza dopo una colluttazione e poi gli avrebbe dato fuoco. Le fiamme hanno anche distrutto parte dell’abitazione. Avrebbe fatto tutto ciò per impadronirsi di un computer, portafogli, indumenti, l’autovettura e perfino il documento di identità. Oltre all’omicidio volontario e al reato di rapina gli viene contestata anche l’accusa di distruzione, soppressione e vilipendio di cadavere.

Sono parte civile i figli e i fratelli della vittima, costituiti al fianco dell’avvocato Roberto Palmisano: chiedono risarcimenti fino a 100mila euro. Ismaini fu sottoposto a fermo dai carabinieri il 16 febbraio 2015: risultava già indagato per un delitto compiuto il 7 febbraio a Catania e che ha ammesso. Si tratta dell’omicidio di Letizia Consoli, 50 anni, vedova, uccisa in un bungalow con un colpo alla testa e poi buttata a mare. E' ritenuto responsabile anche dell’omicidio di Anna 'Lunà Stellato, di 24 anni, originaria della Liguria e trovata morta sulla spiaggia di Torre Pedrera (Rimini) il 14 luglio 2012. La sentenza è prevista per l’11 aprile dopo le arringhe degli avvocati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400