Domenica 17 Gennaio 2021 | 01:03

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
L'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Incidente stradale
Brindisi, auto si ribalta vicino una rotatoria: muore 33enne

Brindisi, auto si ribalta vicino una rotatoria: muore 33enne

 
Storia a lieto fine
Bari, auto per disabili rubata nel parcheggio: dopo il tam tam social i ladri la restituiscono

Bari, auto per disabili rubata nel parcheggio: dopo il tam tam social i ladri la restituiscono

 
Serie B
Il Lecce batte il Reggina: 1-0 per i giallorossi

Il Lecce batte il Reggina: 1-0 per i giallorossi

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus in Italia, 16.310 nuovi casi e 475 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus in Italia, 16.310 nuovi casi e 475 morti nelle ultime 24 ore

 
Il caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
La novità
Da Alberobello arriva il «Maradona dei fornelli»: convocato nella nazionale cuochi

Da Alberobello arriva il «Maradona dei fornelli»: convocato nella nazionale cuochi

 
Il caso
L'Alpino camminatore in giro per l'Italia fa tappa a Porto Cesareo: «Viaggio per sensibilizzare sulla sclerosi tuberosa»

L'Alpino camminatore in giro per l'Italia fa tappa a Porto Cesareo: «Viaggio per sensibilizzare sulla sclerosi tuberosa»

 
dati regionali
Covid in Puglia, 1.123 nuovi casi su 10.600 tamponi: cala indice positività (10,5%): altr1 15 decessi. Da domani «zona arancione»

Covid in Puglia, 1.123 nuovi casi su oltre 10mila test (10,6%) e altri 15 decessi. Usato il 73,4% delle dosi di vaccino.
Si torna in «zona arancione»

 
Serie B
Calcio Lecce, Hjulmand è giallorosso: sottoscritto contratto per 4 anni

Calcio Lecce, Hjulmand è giallorosso: sottoscritto contratto per 4 anni

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

royalty

Va da 30 a 224 euro
il 4° bonus carburanti

Va da 30  a 224 euroil 4° bonus carburanti

di LUIGIA IERACE

Una somma che oscilla dai 30 euro ai 224 euro in base ai redditi. È quanto riceveranno i lucani per il quarto e ultimo bonus carburanti. Il «quantum», infatti, ora è finalmente certo. Ma sui tempi, invece, è ancora difficile fare previsioni. Tutto dipende da quando partirà la «macchina» dell’accredito sulle card da parte di Poste Italiane che gestisce il Fondo, in base alla convenzione sottoscritta con il Ministero dello Sviluppo Economico.
«Si aspettano i tempi tecnici. Entro un mese, con probabilità». È quanto trapela dagli ambienti ministeriali, perché ora tutto dipende da Poste Italiane. Dal Mise, infatti, non si ha ancora alcuna conferma ufficiale sui tempi di erogazione. L’accredito del quarto bonus avverrà, come per il terzo bonus, in base alla fascia di reddito di appartenenza. Ai 330 mila patentati, maggiorenni, residenti in Basilicata al 31 dicembre 2013 che hanno diritto al beneficio, andrà una somma che oscilla dai 30 euro ai 224 euro in base ai redditi. L’imponibile di riferimento è dell’anno 2012. In dettaglio, a quanti hanno percepito un reddito superiore a 75 mila euro, che sono l’1% degli aventi diritto, sarà accreditata sulla loro card la somma di 30 euro. Per quanti hanno dichiarato un reddito che va dai 28.001 euro a 75 mila euro, pari al 10% della platea dei beneficiari, andrà una somma pari a 112 euro. Quanti hanno dichiarato un reddito che va da zero a 28 mila euro, pari all’89% degli aventi diritto, avranno 224 euro.

Quanto ai reclami, il Ministero per lo Sviluppo economico conferma di aver già dato disposizione a Poste Italiane, nel mese di marzo, di accreditare il terzo bonus a circa 1.800 persone che avevano segnalato di non averlo ricevuto, esclusi in un primo momento per questioni relative a doppio nome e altri disguidi. Una buona parte ha già ricevuto il dovuto, ma probabilmente non se n’è neppure accorto. Dopo tanto tempo, per molti lucani, la card idrocarburi è un ricordo lontano, riposto in chissà quale cassetto e con un pin forse dimenticato.

Insomma, a oggi, l’unico dato veramente certo è che il Ministero dello Sviluppo economico, acquisiti i dati reddituali degli aventi diritto (imponibile 2012), ha potuto procedere alla ripartizione del Fondo e lo ha comunicato a Poste Italiane, che, già in possesso della somma, può procedere alla ricarica del quarto e ultimo bonus. Si è riusciti finalmente a completare la divisione del Fondo per la riduzione del prezzo dei carburanti, alimentato con il 3% delle royalty versate ogni anno dalle compagnie petrolifere sulle produzioni di idrocarburi dell’anno precedente.
Vale la pena ricordare la tempistica. A giugno 2013 le compagnie hanno versato allo Stato la somma di 93,2 milioni di euro sulla base delle produzioni del 2012. Il 7 agosto del 2014 (Gazzetta ufficiale n. 245 del 21 ottobre 2014) è stato emanato il decreto di ripartizione di questo Fondo, allegato 2 (contestualmente alla ripartizione del Fondo relativo al terzo bonus, allegato 1). Alla Basilicata sono stati destinati 71,9 milioni, pari all’82,2% dell’intero Fondo, appunto di 93,2 milioni. Da questa somma sono stati detratte le quote spettanti alle altre Regioni italiane dove c’è attività estrattiva e dove ci sono impianti di rigassificazione (in tutto 12, compresa la Basilicata, regioni anche con modestissima produzione di idrocarburi, sulla base della decisione del Consiglio di Stato) e quelle per il riconoscimento dei mancati accrediti e per le spese della Convenzione con Poste Italiane. Sono passati due anni. Finalmente è arrivata la divisione della somma tra gli aventi diritto. Attesa finita? Non ancora, purtroppo. L’ultima parola a Poste Italiane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie