Giovedì 24 Gennaio 2019 | 14:00

NEWS DALLA SEZIONE

Batte bandiera panamense
Porto di Taranto, Guardia Costiera blocca nave non sicura

Porto di Taranto, Guardia Costiera blocca nave non sicura

 
Il 14 giugno
Ligabue: parte dallo stadio San Nicola di Bari il tour 2019

Ligabue: parte dallo stadio San Nicola di Bari il tour 2019

 
L'esito del vertice
Trivelle, Conte: «Stop alle ricerche in attesa del Piano delle Aree»

Trivelle, Conte: «Stop alle ricerche in attesa del Piano delle Aree»

 
A taranto
Ilva, Corte di Strasburgo: «Emissioni hanno messo in pericolo salute»

Ilva, Corte di Strasburgo: «Emissioni hanno messo in pericolo salute»

 
Le commoventi dichiarazioni
Ha una rara malattia ma è riuscito ad andare in Erasmus: la lettera di un giovane salentino

Ha una rara malattia ma è riuscito ad andare in Erasmus: la lettera di un giovane salentino

 
L'ordigno nella notte
Foggia, bomba distrugge negozio di estetica, è il secondo episodio

Foggia, bomba distrugge negozio di estetica, è il secondo episodio

 
Nel Leccese
Porto Cesareo, furto al Comune nella notte, rubati soldi e carte d'identità

Porto Cesareo, furto al Comune nella notte, rubati soldi e carte d'identità

 
Si chiamava Gianluca Bisconti
Auto contro un palo nella zona industriale di Lecce: muore 32enne

Auto contro un palo nella zona industriale di Lecce: muore 32enne

 
Di Bari e Tricase (Le)
Sul treno per scappare da incomprensioni in famiglia: fermati in stazione due adolescenti

Sul treno per scappare da liti in famiglia: fermati in stazione 2 adolescenti

 
Di Lauria
A Bologna per il padre malato, ma ha doppio lavoro: stanato furbetto della legge 104 nel Potentino

A Bologna per il padre malato, ma ha doppio lavoro: stanato furbetto nel Potentino

 
Sostegno alla ricerca
Tornano le arance Airc anti-cancro: il 26 gennaio in tutte le piazze pugliesi

Tornano le arance Airc anti-cancro: il 26 gennaio in tutte le piazze pugliesi

 

inchiesta gibbanza

Corruzione e abusi
archiviata posizione
del rettore Uricchio

rettore dell’Università di Bari, Antonio Uricchio

BARI - Il Tribunale di Bari ha archiviato, su richiesta della Procura, il procedimento a carico del rettore dell’Università di Bari, Antonio Uricchio, e di altre 21 persone, inizialmente indagate per i reati di corruzione in atti giudiziari, abuso d’ufficio, rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio e falso ideologico. Si tratta di uno stralcio dell’inchiesta 'Gibbanza' su presunte sentenze tributarie pilotate (24 imputati, tra i quali il giudice Oronzo Quintavalle e il commercialista Gianluca Guerrieri, sono attualmente a processo dinanzi alla prima sezione penale del Tribunale di Bari).

Per 22 indagati, tra cui Uricchio, il pm Isabella Ginefra nei mesi scorsi aveva chiesto l’archiviazione ritenendo che non vi fossero «elementi idonei a sostenere l’accusa in giudizio». Nell’atto vengono riportate dichiarazioni di coindagati, stralci di intercettazioni e l’esito degli accertamenti tecnici e documentali eseguiti dalla Guardia di finanza. In una intercettazione si dice di Uricchio che «si dedicava troppo all’università e ad attività che non portavano potere e risultati economici» e che «non aveva mai capito che avrebbe potuto costituire un gruppo economico e di potere dinanzi al quale nessuno a Bari avrebbe potuto competere». Frasi che secondo la Procura confermerebbero l’estraneità del rettore alle condotte illecite contestate. Il gip del Tribunale di Bari Sergio Di Paola ha condiviso i motivi del pm e ha disposto l'archiviazione per lui e per gli altri 21 indagati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400