Lunedì 21 Gennaio 2019 | 23:18

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta di Lecce
Mazzette ai magistrati di Trani, imprenditore non risponde. Avvocatessa: estranea ai fatti

Mazzette ai magistrati di Trani, imprenditore non risponde. Avvocatessa: estranea ai fatti

 
La decisione
Regionali, centrosinistra ai gazebo il 24 febbraio per il candidato presidente

Regionali, centrosinistra ai gazebo il 24 febbraio per il candidato presidente

 
Dl semplificazioni
Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Il caso
Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

 
Nel pomeriggio
A fuoco bus pieno di studenti, panico a San Pacrazio Salentino

A fuoco bus pieno di studenti, panico a San Pacrazio Salentino: nessun ferito

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
In meno di 24 ore
Ex Ilva, arrivano le prime 600 firme per l'esposto contro emissioni

Ex Ilva, arrivano le prime 600 firme per l'esposto contro emissioni

 
Il ritrovamento
Foggia, trovata carcassa delfino in spiaggia: scattano le indagini Asl

Foggia, trovata carcassa delfino in spiaggia: scattano le indagini Asl

 

casamassima

Acqua, la paura non passa
«Non è limpida
ed ha un cattivo odore»

rubinetto

di VALENTINO SGARAMELLA

CASAMASSIMA - «A casa mia dopo avere messo la biancheria in lavatrice, al termine del lavaggio se aspetto un’ora e riapro l’oblò l’odore di fogna intasa la biancheria intima». Marcella Zaccheo è una dei cittadini di Casamassima che ancora avvertono cattivo odore provenire dall’acqua corrente nelle loro abitazioni. Le preoccupazioni non sono svanite.
Come si ricorderà, il sindaco, Vito Cessa, ha revocato l’ordinanza che dal 6 maggio vietava di bere acqua dai rubinetti ma anche di lavarsi i denti. Ora, superata l’emergenza, siamo in una fase di disinfezione. L’acqua contaminata che residua nelle condutture deve essere completamente svuotata per far posto ad acqua pura. Bisogna disinfettare riserve e reti idriche di abitazioni ed edifici pubblici e svuotare completamente l’acqua ancora presente, che può essere buttata via. Bisogna smontare filtri ovunque presenti ed anche i rubinetti presenti nelle abitazioni private, effettuando la pulizia straordinaria o sostituirli. Questo è vivamente raccomandato dal sindaco stesso.

Tuttavia, pervengono alcune segnalazioni. Michele Barone abita in via Magellano nei pressi della stazione ferroviaria: «l’acqua è ancora maleodorante ed ha un colore strano, non è limpida. Non ho ancora bevuto acqua dai rubinetti perché mi approvvigiono alle autobotti ed è acqua ottima». Donato Milella: «avverto pessimo odore all’acqua del rubinetto ed abito in via Stazione. Stefania Gigli abita in un palazzo sulla via per Sammichele: «il mio amministratore mi ha detto che in un condominio in via don Minzoni, fuoriesce acqua di colore giallo e di pessimo odore. Nel nostro palazzo l’acqua è buona».

La pulitura delle cisterne è stata rinviata in attesa si chiariscano le cause delle voci che si rincorrono. Francesco Bracale: «mia madre, in via Stazione, quando apre il rubinetto al mattino avverte cattivo odore dell’acqua. Lo ha avvertito anche mia moglie a casa dei miei genitori». Tutti concordano sul fatto che serviranno diverse settimane per porre rimedio alla questione. Roberta Manzari: «sentivamo già da 15 giorni prima del 6 maggio l’odore di fogna proveniente dai rubinetti domestici». Il sindaco: «confermo, alcuni cittadini mi hanno segnalato questo fenomeno. Li ho invitati a dare diretta comunicazione ad Aqp». Da via Cognetti intervengono, a detta del sindaco, con tecnici in modo tempestivo anche durante le ore notturne. «Ho inoltrato una mia segnalazione ad Aqp che mi era stata inviata dall’amministratore di un condominio. Si tratta di casi isolati. A dire il vero, da Aqp non ho ricevuto alcuna risposta. So che l’Asl sta monitorando di continuo la situazione». Cessa aggiunge: «Al momento non ho ricevuto dall’Asl alcuna segnalazione di contaminazione. sta di fatto che le segnalazioni ci sono». Conclude: «a seguito della mia informativa inviata alla Procura della Repubblica i legali del Comune stanno preparando le richieste risarcitorie».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400