Venerdì 21 Settembre 2018 | 21:55

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

conversano

Strage di fauna protetta
Sos degli ambientalisti

Per l’irresponsabile comportamento di vandali, dispensatori di diserbanti e incivili che continuano ad abbandonare rifiuti anche pericolosi nell’area protetta, rischiano l’estinzione

serpente cervone

di ANTONIO GALIZIA

CONVERSANO - Rane e tritoni, lucertole, ramarri e serpenti, rospi e falchi. Benvenuti nelle campagne di Conversano, dove è ancora possibile trovare alcuni esemplari di fauna endemica. Animali che per l’irresponsabile comportamento di vandali, dispensatori di diserbanti e di incivili che continuano ad abbandonare rifiuti anche pericolosi nell’area protetta, rischiano l’estinzione.
«È una situazione che definire drammatica può apparire eufemistico – spiega Marika Mancini, responsabile dell’associazione Natura viva – per questo la nostra associazione chiede maggiore senso di responsabilità da parte dei cittadini, degli agricoltori e delle istituzioni».
«Natura viva» invita, infatti, gli appassionati a fotografare questi esemplari segnalandone la presenza se si tratta di specie protette o migratrici e denunciandone il rinvenimento se si tratta di esemplari in difficoltà che saranno poi portati al Centro Recupero Animali Selvatici (Cras) di Bitetto, con il quale i giovani ambientalisti collaborano da anni.

«In questi primi giorni di primavera – spiega la Mancini - è possibile incontrare i primi animali svegliatisi dal letargo. Diversi i rinvenimenti fatti: un’upupa è stata recuperata e portata al Cras grazie all’intervento del signor C.M.; serpenti vari sono stati avvistati e recuperati nella gravina di Monsignore insieme a tanti ricci. Un tasso è stato investito mortalmente sul territorio di Putignano. Altri serpenti sono stati investiti nelle strade di campagna o uccisi volontariamente per paura di esser morsi».

Nella foto, un giovanissimo «cervone» di 40 centimetri, investito in contrada Parco del Monte e recuperato dai volontari per sottoporlo alle cure del caso. A proposito del «cervone», gli animalisti ricordano «che è il più lungo serpente italiano ed uno tra i più lunghi d’Europa – spiega Marika Mancini - arriva a misurare 240 centimetri. È di colore bruno-giallastro con le caratteristiche quattro scure barre longitudinali, da cui il nome scientifico, ma molti lo scambiano erroneamente per vipera, soprattutto quando ci si imbatte in incontri con giovani esemplari, e viene ucciso. È utile sapere che le vipere, sul territorio di Conversano, non sono mai state avvistate e hanno oltretutto caratteristiche differenti: non superano i 60 centimetri, hanno corpo tozzo e coda corta, pupilla verticale, sono schive e poco mobili, evitano l’uomo e si nascondono sempre quando avvertono la sua presenza. Sono le uniche ad esser velenose, ma non è necessario ucciderle, basta evitarle».

La situazione è drammatica anche per il Tritone italico e il Rospo smeraldino, prìncipi indiscussi dei dieci laghi compresi nella Riserva naturale orientata, attualmente abbandonati, presi di mira da vandali e inquinati da diserbanti. Laghi che in questo periodo si presentano come praterie gialle coperte da diserbante.
«I cittadini vanno sensibilizzati – conclude la responsabile di Natura Viva –. Si può cominciare affiggendo manifesti e cartelli che indichino la delimitazione della Riserva naturale regionale». E proseguire comminando le sanzioni previste per chi non rispetta il regolamento della Riserva e le numerose leggi a tutela dell’ambiente e del paesaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Emiliano nomina Stea assessore all'ambienteGennato (FdI): «È alla frutta»

Stea nuovo assessore ambiente Gemmato (FdI): «Emiliano è alla frutta»

 
Brindisi, 85enne muore travolta dal marito mentre fa manovra

Brindisi, 85enne muore travolta dall'auto del marito 

 
Pesce crudo, amore e fantasia, De Laurentiis: «Bari, sei veramente fantastica»

Bari, Decaro consegna le chiavi del San Nicola a De Laurentiis

 
Sfruttavano 15 connazionali, arrestati due presunti caporali bulgari

Sfruttavano 15 connazionali, arrestati due presunti caporali bulgari

 
Brindisi, Emiliano attacca Toninelli: «Lo vedo imbambolato»

Brindisi, Emiliano attacca Toninelli: «Lo vedo imbambolato»

 
A Bari maxi delegazione da Mosca: incontro tra istituzioni e imprese

A Bari maxi delegazione da Mosca: incontro tra istituzioni e imprese

 
Danneggia il palco del concerto di Gazzè e picchia un agente: arrestato 22enne

Danneggia il palco del concerto di Gazzè e picchia un agente: arrestato 22enne

 

GDM.TV

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 

PHOTONEWS