Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 08:44

NEWS DALLA SEZIONE

Il consiglio nazionale
Gazzetta, Fnsi a commissari: rispettare il mandato della Procura

Gazzetta, Fnsi a commissari: rispettare il mandato della Procura su lavoro e rilancio Vd

 
Il 28 dicembre
Gazzetta del Mezzogiorno, Emiliano convoca i commissari alla Regione

Gazzetta del Mezzogiorno, Emiliano convoca i commissari alla Regione il 28

 
La decisione
Mafia e scommesse online, ai domiciliari i presunti capi clan

Mafia e scommesse online, ai domiciliari i presunti capi clan

 
La decisione
Policlinico Bari, Migliore annuncia: «stop alcune autorizzazioni intramoenia»

Policlinico Bari, Migliore annuncia: «stop alcune autorizzazioni intramoenia»

 
SERIE D
Bari, il bomber di scorta Di Cesare col vizio del gol

Bari, il bomber di scorta Di Cesare col vizio del gol

 
L'evento
Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
Il congresso
Bari, summit nazionale dei penalisti: «La riforma è un errore»

Bari, summit nazionale dei penalisti: «La riforma è un errore»

 
I dati
Turismo in Puglia, il settore cresce: +6,8% di strutture ricettive

Turismo in Puglia, il settore continua a crescere: +6,8% di strutture ricettive

 
La decisione del gip
Omicidio Noemi, disposte nuove indagini su madre e padre fidanzato killer

Omicidio Noemi, disposte nuove indagini su madre e padre fidanzato killer

 
Morti bianche
Lucera, operaio di Altamura muore schiacciato da pala meccanica

Lucera, operaio di Altamura muore schiacciato da una pala meccanica

 
Sanità
Policlinico Bari, tra 180 giorni arriva il nuovo pronto soccorso

Policlinico Bari, tra 180 giorni arriva il nuovo pronto soccorso

 

Uranio impoverito - Archeologo italiano morto di cancro

Fabio Maniscalco, 43 anni, stroncato da un tumore al pancreas. Come ufficiale dell'Esercito, aveva lavorato fra il 1995 ed il '98 in Bosnia
Uranio impoverito - Archeologo italiano morto di cancro
Uranio impoverito NAPOLI - L'archeologo Fabio Maniscalco - dal 1998 a capo dell'Osservatorio per la protezione dei beni culturali in area di crisi - è morto a causa di un'adenocarcinoma al pancreas, forma rara ed anomala di cancro causata dall'esposizione a metalli pesanti e uranio impoverito presumibilmente avuta tra il 1995 e il 1998 quando, ufficiale dell'Esercito italiano, ha monitorato la situazione nel patrimonio culturale della Bosnia. Maniscalco, 43 anni, napoletano, era uno specialista di tutela e salvaguardia dei beni culturali. Dal 2000 era docente di tutela dei beni culturali e archeologia subacquea presso diversi atenei italiani ed aveva avviato un progetto di collaborazione con l'Università della Palestina per una biblioteca dei Paesi mediterranei, progetto fatto proprio dal Comune di Napoli. Nel 1997 aveva creato e diretto il team sperimentale di tutela dei beni culturali del contingente multinazionale Onu in Albania e sempre per l'Onu aveva diretto diversi progetti, sempre legati alla salvaguardia dei beni culturali, nella ex Jugoslavia, in Kosovo, in Medio Oriente, in Algeria, in Nigeria, in Iraq e in Afghanistan. Dal 2007, per questa sua attività, era stato anche candidato al Premio Nobel per la Pace.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400