Mercoledì 05 Ottobre 2022 | 03:47

In Puglia e Basilicata

il caso

Andria, rogo a Castel del Monte: ora indaga la Procura

Andria, rogo a Castel del Monte: ora indaga la Procura

Il procuratore Nitti: «Seguirò l’inchiesta da vicino». Oggi riunione con Vigili del fuoco e Forestale

08 Agosto 2022

Giuseppe Dimiccoli

ANDRIA - «Per quel poco che mi è consentito dire, confermo che l’indagine è avviata in merito all’incendio di Castel del Monte. Siamo già a lavoro». Renato Nitti, procuratore capo della Repubblica di Trani, risponde così alla Gazzetta relativamente a quanto accaduto nella giornata di sabato con le fiamme alte che hanno mandato in fumo circa 160 ettari di territorio, di cui 10 del bosco ai piedi del bene tutelato dall’Unesco. Spaventoso quello che è accaduto. Si sono evitate ulteriori tragedie grazie all’encomiabile impegno che, per tutto il pomeriggio, hanno profuso le venti unità antincendio boschivo, tra personale Arif (Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali), Vigili del fuoco, Carabinieri forestali, Protezione civile, Polizia locale e volontari.

CONTINUA A LEGGERE SULL'EDIZIONE CARTACEA O SULLA NOSTRA DIGITAL EDITION

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725