Giovedì 23 Settembre 2021 | 21:16

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

incendi estivi

Puglia, approvata proposta legge sul fuoco prescritto

E Mazzotta (Forza Italia) chiede un potenziamento di mezzi per il Salento in fiamme

Incendi, sul Gargano a fuoco boschi e macchia mediterranea

Bari - La Regione Puglia ha approvato la proposta di legge sul cosiddetto «fuoco prescritto». Si tratta di una tecnica di gestione del patrimonio boschivo che, proprio grazie a incendi selettivi, mira a prevenire la diffusione di fronti di fuoco. «Il fuoco prescritto - dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale Cristian Casili (M5S), primo firmatario della legge - è uno strumento efficace per il controllo, ma soprattutto per la prevenzione degli incendi, una piaga che affligge la nostra regione. Purtroppo, nella Puglia sitibonda degli ultimi tempi - dice Casili - sappiamo quanto gli incendi stiano causando una perdita di superfici boschive importanti e parliamo di una delle regioni che già paga, penso soprattutto al Salento, i minori indici boschivi a livello nazionale. In Italia, dopo la Campania siamo la seconda regione ad adottare questa norma».

Nel frattempo, il consigliere regionale di Forza Italia, Paride Mazzotta  ha presentato una mozione per dichiarare lo stato di calamità in Salento, flagellato dai roghi ben prima che esplodesse l'emergenza Sardegna. «Il Salento brucia da settimane, con decine e decine di ettari di pineta e territorio arsi dalle fiamme ed è per questo che ho proposto al Consiglio regionale una mozione per impegnare la Giunta a richiedere al governo la declaratoria di stato di calamità naturale. Purtroppo, però - dice Mazzotta -  sebbene vaste aree del territorio siano state e siano tutt’ora divorate da incendi, il Consiglio ha deciso di non esaminare la mozione. Un’occasione persa, ma non per questo si può abbassare la soglia d’attenzione: il Salento è la parte più interessata dagli incendi di tutta la Puglia e ci vogliono misure di contrasto per mettere in sicurezza il territorio. Innanzitutto, bisognerebbe accogliere la proposta dei Vigili del fuoco che, oltre ad un potenziamento dei mezzi e degli uomini nel territorio, hanno richiesto una postazione fissa per ospitare almeno un Canadair durante il periodo estivo. Mi sembra una proposta di buonsenso, specie se rapportata all’entità dei danni cagionati dai roghi, soprattutto di recente, e mi auguro che la Giunta regionale esperisca ogni strada istituzionale e politica utile ad attuare queste poche ma importanti misure di contrasto e contenimento degli incendi. In gioco c’è un patrimonio paesaggistico di straordinario pregio e la sicurezza pubblica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie