Martedì 19 Gennaio 2021 | 23:08

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Covid 19, la Regione Puglia potenzia il trasporto scolastico

Covid 19, la Regione Puglia potenzia il trasporto scolastico

 
I dati
Spopolamento dei Comuni: nel Leccese in 7 anni 15mila abitanti in meno

Spopolamento dei Comuni: nel Leccese in 7 anni 15mila abitanti in meno

 
La diretta
Crisi di governo, Conte a caccia della maggioranza in Senato, duello con Renzi: «Difficile governare con chi dissemina mine»

Crisi di governo, Conte incassa la fiducia in Senato. La votazione: 156 sì, 140 no, 16 astenuti. Var sul pugliese Ciampolillo

 
Lotta al virus
Vaccino contro il Covid 19, in Puglia scorta di 30mila dosi per i richiami

Vaccino Covid 19: in Puglia scorta di 30mila dosi per i richiami, nonostante tagli di Pfizer. Regione: «Niente dosi a chi non ha diritto»

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 10.497 nuovi casi e 603 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 10.497 nuovi casi e 603 morti nelle ultime 24 ore

 
Il caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
L'iniziativa
Bari, l'Accademia delle Belle Arti nell'ex Caserma Rossani: al via il progetto da 1 mln

Bari, l'Accademia delle Belle Arti nell'ex Caserma Rossani: al via il progetto da 1 mln

 
parto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
Sanità
L'appello dei fisioterapisti: «Asl Bari assuma i vincitori del concorso»

L'appello dei fisioterapisti: «Asl Bari assuma i vincitori del concorso»

 
L'inchiesta
Tesori fragili di Puglia: un parcheggio salva l’Eldorado di Roca

Tesori fragili di Puglia: un parcheggio salva l’Eldorado di Roca

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 805 casi su oltre 12mila tamponi. 16 decessi, leggero calo ricoveri

Coronavirus, in Puglia 850 casi su oltre 12mila tamponi. 16 decessi, leggero calo ricoveri. Tasso positività crolla al 6,84%

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

Regionali

Ricorsi, nel Pd inizia la resa dei conti interna

Domani l'udienza al Tar. Mazzarano e Menna: via chi ha firmato l'istanza leccese

Ricorsi, nel Pd inizia la resa dei conti interna

Domani i giudici amministrativi esamineranno i quattordici ricorsi presentati contro l’esito delle elezioni regionali di settembre. Ma, a prescindere dall’esito e tanto per cambiare, il Pd si è già spaccato: due consiglieri regionali, Michele Mazzarano e Ruggero Mennea, si sono rivolti alla Commissione di garanzia interna del partito. Chiedono l’espulsione dei componenti della segreteria provinciale e in particolare del tesoriere del Pd di Lecce, Antonio Bray, che al Tar di Bari si è costituito a favore di Sergio Blasi e dunque contro di loro.

Blasi – primo dei non eletti a Lecce - ha fatto ricorso al Tar sostenendo che l’Ufficio elettorale centrale abbia sbagliato il procedimento di ripartizione dei seggi che spettano al Pd: se ha ragione, Blasi rientrerebbe in Consiglio regionale (insieme alla foggiana Teresa Cicolella) ai danni di Mazzarano e Mennea. Il Pd di Lecce si è costituito in giudizio a favore del proprio iscritto, schierandosi contro i due colleghi di Taranto e della Bat. La reazione è il ricorso presentato lunedì agli organi di garanzia regionale e nazionale del Pd, ricorso cui sono allegati i tre articoli della Gazzetta che hanno raccontato la vicenda. Mazzarano e Mennea sostengono che il tesoriere Antonio Bray (che in quanto legale rappresentante ha firmato l’atto di costituzione al Tar) e «tutti gli altri soggetti eventualmente coinvolti» (dunque anche chi ha autorizzato l’iniziativa) meritino di essere espulsi dal partito per aver violato lo statuto e il codice etico del partito.

Secondo Mazzarano e Mennea la costituzione al Tar del Pd di Lecce sarebbe in contrasto con gli interessi dei Dem: «Non solo ha leso gravemente l’immagine del partito, ma ha contribuito a delegittimare l’Organo giurisdizionale deputato alla proclamazione degli eletti (…) e mettendo a rischio la maggioranza di governo regionale». Una decisione, quella del Pd di Lecce, in contrasto con quanto fatto dalla segreteria regionale, «che pure avrebbe avuto interesse ad agire in giudizio per tutelare gli interessi dello stesso partito» e alla fine ha deciso di non procedere: quello dei Dem salentini sarebbe viceversa un «gravissimo uso strumentale del partito e del ruolo ricoperto, per fini esclusivamente personali».

«Il Pd pugliese – secondo il segretario regionale Marco Lacarra - ha dato una lettura chiara rispetto alla vicenda, ed ha detto che non si sarebbe costituito. Da un lato perché non intendevamo interferire nell’esercizio dei diritti di candidati ed eletti, dall’altro lato per evitare di aprire un conflitto con altre forze della coalizione». Il riferimento è al ricorso presentato da Domenico De Santis, primo dei non eletti a Bari, che se accolto farebbe saltare due seggi di Con e Popolari. «Avevo suggerito alle federazioni di fare l’identico ragionamento – prosegue Lacarra -, anche perché esiste un problema giuridico di legittimazione. Non condivido la posizione del partito di Lecce perché mi sembra campanilistica: auguro a Sergio Blasi ogni bene, ma questo non significa che si debbano assumere posizioni faziose». Da Lecce risponde il segretario Ippazio Morciano: «Se i compagni Mazzarano e Mennea ritengono la nostra azione discriminatoria non hanno capito nulla. Non abbiamo presentato un ricorso contro di loro, ma ci siamo costituiti al fianco di una posizione legittima di un nostro tesserato cui è stato scippato un seggio legittimamente conquistato. Dobbiamo salvaguardare gli elettori del partito di Lecce. Se la commissione di garanzia riterrà di espellere Antonio Bray, tutta la segreteria provinciale è pronta a dare le dimissioni per coerenza con una scelta di cui ci assumiamo la responsabilità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie