Lunedì 01 Giugno 2020 | 07:26

NEWS DALLA SEZIONE

Il bollettino
Coronavirus, oggi 75 morti: nessuna vittima vittima in 9 regioni, zero contagi n 5.

Coronavirus, oggi 75 morti: nessuna vittima vittima in 9 regioni, zero contagi n 5.

 
fase 2
Indagine sieroprevalenza Istat, Lopalco: «Partecipare al test per conoscere proprio stato immunitario»

Test sierologici, Lopalco: «Partecipare per conoscere proprio stato immunitario»

 
L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 
FASE 2
A imprenditore pugliese: negato il prestito, senza motivi

Negato prestito, senza motivi, a imprenditore pugliese: la denuncia

 
dati regionali
Coronavirus in Puglia, altri 4 nuovi casi (2 nel Barese e 2 nel Foggiano) su 1.860 test Altri 4 decessi

Coronavirus in Puglia, 4 nuovi casi su 1.860 test e altri 4 decessi

 
In tutta la regione
Puglia, rider intervistati dai CC per indagini anti-caporalato

Puglia, rider intervistati dai CC per indagini anti-caporalato

 
CALCIO
Il Lecce e Giacomazzo: si vince con gruppo

Lecce, parla l'ex capitano Giacomazzi: «Si vince con l'intero gruppo»

 
I dati regionali
Coronavirus in Basilicata, prosegue il trend zero contagi. Regione verso «covid free»

Coronavirus in Basilicata, prosegue trend zero contagi. Regione verso «covid free»

 
Agricoltura
Maltempo Puglia, pioggia e grandine, colpo di grazia alle ciliegie «Ferrovia»

Maltempo Puglia, pioggia e grandine, colpo di grazia alle ciliegie «Ferrovia»

 
task force
Basilicata, seconda ondata Covid: piano con posti letto raddoppiati in 48 ore

Basilicata, seconda ondata Covid: un Piano con posti letto raddoppiati in 48 ore

 
FASE 2
Puglia, tornano i matrimoni con norme no-Covid

Puglia, tornano i matrimoni con norme no-Covid

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

Il fenomeno

Ex statale 98, riprende il mercato del sesso «ma con guanti e mascherine»

Lungo il tratto Bitonto-Corato, il lockdown da coronavirus è terminato, lo «shopping» a luci rosse ricomincia

case d'appuntamento sulla 98

BITONTO - La porta rossa è aperta. Sull’uscio del capanno c’è una donna non più giovanissima, reggicalze a rete e seni al vento. Il lockdown da coronavirus è terminato, lo «shopping» del sesso a pagamento ricomincia.

Rumene e colombiane, giovani e attempate. Espongono i corpi nelle «vetrine» che si affacciano sulla provinciale 231, meglio nota come «la Novantotto». Le complanari, lungo il tratto Bitonto-Corato, offrono il solito viavai di sempre. Le case basse e le roulotte, tutte hanno riaperto i battenti. All’esterno di queste «casette» (in alcuni casi ruderi di sei metri quadri) le auto si fermano, ripartono oppure si mettono in coda in attesa del proprio turno. La differenza sta solo nelle mascherine che si rivelano persino comode quando c’è da nascondere un po’ di vergogna. All’interno la distanza interpersonale è per definizione pari a zero. Avanti il prossimo.

«VALUTIAMO COME INTERVENIRE» -  Questa zona rappresenta uno dei principali epicentri della prostituzione del Nord Barese. Il maresciallo Nino Barione è a capo del Nucleo Antiprostituzione della Polizia Locale, istituito qualche anno fa dal comune di Terlizzi. Ogni anno si registrano mediamente otto arresti per sfruttamento della prostituzione e per rapine, per il resto non è reato andare a puttane, né lo è stare tra quattro mura di tufo in aperta campagna ad esercitare il mestiere più antico del mondo. «Anche oggi abbiamo ricevuto diverse segnalazioni» ci racconta il maresciallo Barione, mentre ci accompagna sul posto. «L’emergenza covid in realtà non è ancora del tutto terminata, eppure le contrade di campagna qui attorno alle complanari si sono ripopolate immediatamente. Arrivano clienti da ogni parte della provincia e a tutte le ore del giorno. Alla luce della normativa vigente — riflette Barione — stiamo valutando le modalità di intervento».

NESSUN LIMITE AL CONTAGIO - I clienti intanto non mancano, l’astinenza dal sesso ha la meglio sul timore di essere contagiati, qui l’assembramento è considerato un «bisogno essenziale» che vale il rischio. Non hai paura di essere contagiata?, chiediamo alla ragazza che lavora nel camper a bordo strada. «Se ti avvicini sentirai l’odore di alcol, amuchina, candeggina: uso tutte le precauzioni» ci spiega in un misto di italiano e spagnolo. «I clienti usano la mascherina, io invece uso sempre i guanti. Ogni giorno cambio lenzuola e cuscino». E durante la quarantena...? «No non ho mai lavorato a casa, mai».
buoni spesa? nessun diritto Più in là c’è una rumena giovanissima che fa contrattazioni dal finestrino della sua auto. Come hai vissuto il periodo della quarantena forzata? «Male. Male. Sono andata avanti grazie ai risparmi messi da parte». Nemmeno i buoni spesa comunali sono utili per queste ragazze senza residenza. Il punto cruciale è un altro: se un’estetista o un parrucchiere sono obbligati a dedicare un’ora al giorno alla igienizzazione degli ambienti, oltre a dover fare uso di soluzioni disinfettanti all’ingresso, guanti, mascherine, plexiglass e detergenti a base di candeggina per la pulizia dei lettini, in queste casette al massimo ci sono una branda sfatta, un bidone colmo di acqua, una confezione di salviettine umidificate, un rotolo di carta assorbente e preservativi nascosti in un sacchetto di plastica.

E poi ci sono altri problemi a cui pensare. Oltre al sesso a pagamento sono riprese le rapine: entrano, consumano e, invece che pagare, coltello alla mano chiedono l’incasso. Negli ultimi giorni una ragazza è stata aggredita ed è finita in ospedale con otto punti di sutura alla testa. Altre sono state derubate all’interno delle loro alcove. Altro che coronavirus. A queste latitudini della strada sono certi uomini a far paura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie