Domenica 02 Ottobre 2022 | 15:45

In Puglia e Basilicata

La lettera

Bari, i sindaci scrivono a Emiliano: medici senza mascherine, a rischio cure domiciliari

Coronavirus a Bari, la denuncia dei medici: «Noi senza mascherine». Dormitori per senza tetto aperti h24

«Prioritario per un servizio sanitario garantire l’assistenza per persone in grave stato di criticità, bisogna trovare i dispositivi di protezione»

14 Marzo 2020

Redazione on line

I sindaci dell’Area metropolitana di Bari hanno scritto una lettera «urgente» al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, denunciando il fatto che non sarebbe più possibile per i medici dei distretti sanitari locali "effettuare l’assistenza domiciliare» per mancanza di mascherine e guanti. «Vogliamo ricordare - si legge nella lettera - che i pazienti in assistenza domiciliare integrata sono persone allettate, di tutte le età, con gravi patologie e che richiedono particolari cure. Tali procedure sono di pertinenza di personale infermieristico specializzato. E’ inaccettabile la sospensione solo perché mancano i presidi di protezione dal COVID-19».

Per questo motivo i sindaci ritengono che sia «prioritario per un servizio sanitario garantire l’assistenza per persone in grave stato di criticità, bisogna trovare i dispositivi di protezione». Altrimenti, secondo i sindaci, si rischierebbe di "intasare i pronto soccorso e i mezzi del 118 per le ovvie conseguenze delle mancate cure a questi pazienti cronici che si aggravano sviluppando patologie che richiederanno aggravio di occupazione di posti di degenza e costi»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725