Domenica 31 Maggio 2020 | 22:53

NEWS DALLA SEZIONE

Il bollettino
Coronavirus, oggi 75 morti: nessuna vittima vittima in 9 regioni, zero contagi n 5.

Coronavirus, oggi 75 morti: nessuna vittima vittima in 9 regioni, zero contagi n 5.

 
fase 2
Indagine sieroprevalenza Istat, Lopalco: «Partecipare al test per conoscere proprio stato immunitario»

Test sierologici, Lopalco: «Partecipare per conoscere proprio stato immunitario»

 
L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 
FASE 2
A imprenditore pugliese: negato il prestito, senza motivi

Negato prestito, senza motivi, a imprenditore pugliese: la denuncia

 
dati regionali
Coronavirus in Puglia, altri 4 nuovi casi (2 nel Barese e 2 nel Foggiano) su 1.860 test Altri 4 decessi

Coronavirus in Puglia, 4 nuovi casi su 1.860 test e altri 4 decessi

 
In tutta la regione
Puglia, rider intervistati dai CC per indagini anti-caporalato

Puglia, rider intervistati dai CC per indagini anti-caporalato

 
CALCIO
Il Lecce e Giacomazzo: si vince con gruppo

Lecce, parla l'ex capitano Giacomazzi: «Si vince con l'intero gruppo»

 
I dati regionali
Coronavirus in Basilicata, prosegue il trend zero contagi. Regione verso «covid free»

Coronavirus in Basilicata, prosegue trend zero contagi. Regione verso «covid free»

 
Agricoltura
Maltempo Puglia, pioggia e grandine, colpo di grazia alle ciliegie «Ferrovia»

Maltempo Puglia, pioggia e grandine, colpo di grazia alle ciliegie «Ferrovia»

 
task force
Basilicata, seconda ondata Covid: piano con posti letto raddoppiati in 48 ore

Basilicata, seconda ondata Covid: un Piano con posti letto raddoppiati in 48 ore

 
FASE 2
Puglia, tornano i matrimoni con norme no-Covid

Puglia, tornano i matrimoni con norme no-Covid

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

Taranto

Arcelor Mittal, parla Jehl: se andiamo via, nessun altro. Emiliano: sono i peggiori

Il vicepresidente del colosso dell'acciaio a Presa Diretta che andrà in onda domani, lundì

Ex Ilva, oltre 700 esodi: per nuove assunzioni valutate esperienza, anzianità e carichi di famiglia

«La continuità della tutela legale del contratto è fondamentale. Se andiamo via noi non verrebbe nessun altro. Nessuno può gestire tutto questo senza tutela. Questo è il principio». Lo afferma il vicepresidente e amministratore delegato di ArcelorMittal Italia, Matthieu Jehl, in un’intervista a Riccardo Iacona per la puntata di PresaDiretta 'Vertenza Italià che andrà in onda lunedì 14 ottobre alle 21.45 su Rai3.

ArcelorMittal ha acquisito l’acciaieria ex Ilva di Taranto, e nell’intervista l’ad Jehl affronta il nodo della cosiddetta immunità penale prevista per i gestori del siderurgico nell’attuazione del piano ambientale. Senza questa tutela legale ArcelorMittal potrebbe decidere di non proseguire con la gestione dell’acciaieria.

«L'immunità penale - ha aggiunto Jehl - è un concetto che non esiste. Dobbiamo essere chiari su questo. Non abbiamo mai parlato di immunità penale ma noi siamo qui per risolvere problemi che arrivano dal passato».

«La tutela legale - ha ribadito - era prevista dal momento del contratto. Noi non possiamo essere responsabili dei problemi del passato». «Fa parte - ha concluso - delle ipotesi di base del contratto di affitto».

Sulla decarbonizzazione, Jehl afferma che «la soluzione la troviamo entro il 2050. Ci impegniamo a zero emissioni a livello europeo». Motivando l’ipotesi di una data così lontana, Jehl spiega che "la nostra industria è a ciclo lungo». «Quando tu fai un investimento su una acciaieria - conclude - non lo fai per due anni, lo fai per 25 anni»

Per il governatore pugliese, Michele Emiliano, il gruppo «ArcelorMittal» che ora gestisce l'acciaieria ex Ilva di Taranto, è stato «il peggiore degli acquirenti». Emiliano lo ha detto rispondendo a Riccardo Iacona in una intervista a PresaDiretta, sulla possibilità che ArcelorMittal possa abbandonare la fabbrica senza la cosiddetta immunità penale per l’attuazione del piano di tutela ambientale e sanitaria. 

ArcelorMittal, rileva Emiliano, «è il principale produttore di acciaio europeo e uno dei più grossi del mondo. La fabbrica gli interessa soprattutto per i clienti e per evitare che cada in mani di un concorrente».

Il governatore evidenzia poi che «se noi quella fabbrica l'avessimo venduta a chi si impegnava sin dal momento dell’acquisto a decarbonizzarla (società indiana Jindal South West, ndr) e a farla funzionare con tecnologie diverse da quelle previste da quel piano (ambientale) oggi avremmo avuto un soggetto motivato perché sarebbe stata la sua unica base europea». Per Emiliano, infatti, «il piano ambientale dell’ex Ilva prevede la ricostruzione della fabbrica secondo le tecnologie dell’800, cioè a carbone».

«Il governo dell’epoca - conclude - nel momento in cui l'altro concorrente era disponibile al rilancio sul prezzo, avrebbe dovuto consentirlo e avrebbe dovuto inserire nel bando la decarbonizzazione come un elemento se non obbligatorio almeno di miglioria dell’offerta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie