Lunedì 01 Giugno 2020 | 11:42

NEWS DALLA SEZIONE

il bollettino
Basilicata ancora Covid-free: quinto giorno consecutivo senza contagi su 76 test

Basilicata ancora Covid-free: quinto giorno consecutivo senza contagi su 76 test

 
Ambiente
«Rifiuti speciali, Puglia prima al Sud»

«Rifiuti speciali, Puglia prima al Sud»: in un anno 8,9 mln di tonnellate

 
la colluttazione
Foggia, litiga con la fidanzata e i fratelli di lei lo accoltellano: denunciati

Foggia, litiga con la fidanzata e i fratelli di lei lo accoltellano: denunciati

 
Fase 2
Da oggi in Puglia c’è «Immuni»

Covid, da oggi in Puglia c’è «Immuni»: per sperimentarla servono 100mila persone

 
Il bollettino
Coronavirus, oggi 75 morti: nessuna vittima vittima in 9 regioni, zero contagi n 5.

Coronavirus Italia, oggi 75 morti: nessuna vittima in 9 regioni, zero contagi in 5

 
fase 2
Indagine sieroprevalenza Istat, Lopalco: «Partecipare al test per conoscere proprio stato immunitario»

Test sierologici, Lopalco: «Partecipare per conoscere proprio stato immunitario»

 
L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 
FASE 2
A imprenditore pugliese: negato il prestito, senza motivi

Negato prestito, senza motivi, a imprenditore pugliese: la denuncia

 
dati regionali
Coronavirus in Puglia, altri 4 nuovi casi (2 nel Barese e 2 nel Foggiano) su 1.860 test Altri 4 decessi

Coronavirus in Puglia, 4 nuovi casi su 1.860 test e altri 4 decessi

 
In tutta la regione
Puglia, rider intervistati dai CC per indagini anti-caporalato

Puglia, rider intervistati dai CC per indagini anti-caporalato

 
CALCIO
Il Lecce e Giacomazzo: si vince con gruppo

Lecce, parla l'ex capitano Giacomazzi: «Si vince con l'intero gruppo»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, servirà un’estate di fuoco. I playoff con tante mine vaganti

Bari, servirà un’estate di fuoco. I play-off con tante mine vaganti

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzail bollettino
Basilicata ancora Covid-free: quinto giorno consecutivo senza contagi su 76 test

Basilicata ancora Covid-free: quinto giorno consecutivo senza contagi su 76 test

 
Batla scoperta della GdF
Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

 
Materanel Materano
Grassano, ladri strappano la cassaforte dell'ufficio postale

Grassano, ladri «strappano» la cassaforte dell'ufficio postale

 
TarantoLa Provincia
Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

 
BrindisiInquinamento
Brindisi, il sindaco: sblocco se Versalisi investe su salute e lavoro

Brindisi, il sindaco Rossi: «Sblocco se Versalis investe su salute e lavoro»

 
BariCassa integrazione
Bari, l’Inps accelera boccata d’ossigeno per i lavoratori

Bari, l’Inps accelera: boccata d’ossigeno per i lavoratori

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 

i più letti

Polignano, c'è l'indagine

Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

La Procura di Bari acquisisce le autorizzazioni per il resort nei trulli

Polignano, stop al Parco dei Trulli «Impossibile costruire le villette»

BARI - L’obiettivo è verificare l’iter che ha portato al «Paur», l’autorizzazione unica regionale con cui il Comune di Polignano ha a sua volta rilasciato il permesso a costruire. La Procura di Bari ha aperto un fascicolo sul resort nei trulli di Costa Ripagnola, oggetto negli ultimi due mesi di aspre polemiche politiche che hanno portato la Regione a disporre un riesame degli atti.
E proprio dalla Regione è partita l’inchiesta, con i Carabinieri forestali che su delega della Procura hanno acquisito nella sede dell’assessorato all’Ambiente una copia dell’intero fascicolo del procedimento, oltre che la relazione con cui il direttore del dipartimento, Barbara Valenzano, ha ipotizzato una serie di possibili anomalie.

Con ogni probabilità gli atti acquisiti dai militari saranno sottoposti a consulenza tecnica, per capire se il rilascio del Paur (Provvedimento autorizzativo unico regionale, che accorpa ogni altro permesso) abbia rispettato i requisiti previsti dalla legge. Al momento non ci sono indagati, anche se i reati astrattamente ipotizzabili sono falso, abuso d’ufficio e lottizzazione abusiva, oltre a violazioni delle normative in materia paesaggistica.
Il fascicolo è stato aperto in conseguenza dell’esposto depositato a inizio agosto dall’architetto Caterina Bianco, presidente dell’associazione Pastori della Costa, e dall’ex consigliere regionale Mimmo Lomelo. L’esposto ricostruisce l’iter autorizzativo dell’iniziativa imprenditoriale, e sottolinea una serie di circostanze partendo dall’articolo della «Gazzetta» del 25 luglio in cui si dava conto dei contenuti della relazione della Valenzano. Il tema - secondo l’esposto - è che l’iniziativa della Serim (la società che fa capo all’imprenditore Modesto Scagliusi) non potrebbe essere autorizzata attraverso lo strumento del Paur, ma dovrebbe passare da variante urbanistica.

Parliamo della trasformazione di sette trulli fronte mare in unità abitative di lusso. Un intervento di basso profilo, secondo il progetto della Serim, che non necessita dell’uso cemento ma solo passerelle e elementi facilmente amovibili. Secondo l’esposto, tuttavia, per trasformare i trulli in camere d’albergo non basterebbe un restauro conservativo ma servirebbe una vera e propria ristrutturazione (e un cambio di destinazione d’uso) che il Piano regolatore di Polignano non consente in quell’area. Alcuni trulli - prosegue poi l’esposto - sarebbero stati riaccatastati in categoria «A/7», ovvero come «villini» nonostante si tratti di costruzioni rurali.

Saranno le verifiche della Procura a stabilire eventuali profili di responsabilità penale. Nel frattempo la Regione va avanti su un doppio binario. A settembre è prevista una nuova riunione del comitato Via sul riesame del Paur, che avrà al centro la questione messa in evidenza dalla Valenzano: cioè l’esame «spacchettato» del progetto Serim, che non prevedeva soltanto il resort nei trulli ma anche altre opere (tra cui un parcheggio e un albergo lato monte) di cui non c’è nessuna traccia nell’autorizzazione. La Regione vorrebbe poi procedere con l’istituzione del parco dei Trulli, l’area protetta che abbraccerebbe quasi tutto il territorio di Polignano compresa appunto Costa Ripagnola. Anche su questo punto, sempre che la politica trovi lo spazio e i numeri per portare in Consiglio la legge istitutiva del parco, si preannuncia battaglia. Il Comune di Polignano sta infatti facendo verificare le procedure con cui la Regione ha indetto la conferenza di servizi per la creazione dell’area protetta. È possibile, insomma, che tutta la partita si sposti davanti ai giudici del Tar.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie