Venerdì 10 Luglio 2020 | 05:34

NEWS DALLA SEZIONE

Sondaggio on line
Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

 
Approvato il testo
Regione, ok a preferenza di genere. E l'aula «salta» sullo stop alle assunzioni elettorali

Regione, da giunta ok a preferenza di genere. E l'aula «salta» sullo stop alle assunzioni elettorali

 
«START»
Puglia, 2mila euro di bonus per professionisti: dal 15 luglio domande, reddito non oltre 23mila €

Puglia, 2mila euro di bonus per professionisti: dal 15 luglio domande, reddito non oltre 23mila €

 
Dati nazionali
Coronavirus Italia, 229 nuovi casi e 12 morti: 7 regioni covid free

Coronavirus Italia, 229 nuovi casi e 12 morti: 7 regioni covid free

 
fase 3
Puglia, valorizzazione e fruizione Beni ecclesiastici: pubblicata online graduatoria ammissibili

Puglia, valorizzazione e fruizione Beni ecclesiastici: pubblicata online graduatoria ammissibili

 
calcio
Bari, biancorossi «carichi a mille per i playoff»

Bari, biancorossi «carichi a mille per i playoff»

 
Verso le regionali
Lopalco candidato con Emiliano, FI attacca: campagna elettorale con i soldi dei pugliesi

Lopalco candidato con Emiliano, FI attacca: campagna elettorale con i soldi dei pugliesi

 
Agricoltura
Puglia, importazione uva senza semi dall'Olanda: «Ennesimo sopruso»

Puglia, importazione uva senza semi dall'Olanda: «Ennesimo sopruso»

 
Infrastrutture
Asfalto, ferro e niente acqua tra le 130 opere prioritarie in Puglia e Basilicata

Asfalto, ferro e niente acqua tra le 130 opere prioritarie in Puglia e Basilicata

 
Verso il voto
Regionali, la riffa della candidature: già i primi duelli nelle liste

Regionali Puglia, la riffa della candidature: già i primi duelli nelle liste
Nuovo Psi sostiene Fitto

 
Il raddoppio
Termoli-Lesina, ministro Costa: rischiavamo infrazione, già convocata Rfi

Termoli-Lesina, ministro Costa: rischiavamo infrazione, già convocata Rfi

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, biancorossi «carichi a mille per i playoff»

Bari, biancorossi «carichi a mille per i playoff»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoSondaggio on line
Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

 
PotenzaDalla Polstrada
Potenza, esami patente fasulli: sequestrata autoscuola

Potenza, esami patente fasulli: sequestrata autoscuola

 
Foggiaattimi di tensione
Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

 
Leccel'evento
Lecce, al via i lavori per la sfilata di Christian Dior del 22 luglio: sarà senza pubblico

Lecce, al via i lavori per la sfilata di Christian Dior del 22 luglio: sarà senza pubblico

 
Materamaltrattamenti in famiglia
Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

 
Bariquesta mattina
Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, donna insultata, minacciata e colpita con un piatto dal marito per le vie del centro: arrestato 78enne

Ostuni, donna insultata, minacciata e colpita con un piatto dal marito per le vie del centro: arrestato 78enne

 
BatVerso il voto
Andria, centrodestra unito con Scamarcio

Comunali Andria, centrodestra unito con Scamarcio

 

i più letti

Il processo

Tangenti per appalti case popolari: ex dg Arca Puglia patteggia

Per Sabino Lupelli pena a due anni. A giudizio l'imprenditore Mazzitelli

Tangenti per appalti case popolari: ex dg Arca Puglia patteggia

Il gup del Tribunale di Bari Giovanni Abbattista ha omologato i patteggiamenti tra i 2 anni e i 18 mesi di reclusione (pena sospesa) per tre dei quattro imputati per i quali la Procura di Bari aveva chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito del procedimento su un presunto giro di tangenti in cambio di appalti dell’Arca Puglia, l’azienda regionale che gestisce le case popolari, costituita parte civile. In particolare per l’ex direttore generale dell’Arca, Sabino Lupelli, difeso dagli avvocati Michele Laforgia e Salvatore D’Aluiso, è stata ritenuta congrua la pena a 2 anni, con l’attenuante della collaborazione e dopo aver risarcito l'Arca con 30mila euro tra profitto del reato e danno all’immagine.


Per gli imprenditori baresi Antonio Lecce e Massimo Manchisi, difesi dagli avvocati Gaetano Sassanelli e Nicola Quaranta, sono stati omologati i patteggiamenti a 1 anno e 6 mesi di reclusione, con l’attenuante della collaborazione per Manchisi, per aver reso - come Lupelli - dichiarazioni eteroaccusatorie in questo procedimento e anche in altre indagini attualmente in corso.
Nei confronti di un terzo imprenditore, il docente universitario Dante Mazzitelli, difeso dagli avvocati Nicola Quaranta e Raffaele Gargano, è stato disposto il rinvio a giudizio (vedi aggiornamento su assoluzione). Il processo inizierà il 30 ottobre dinanzi al Tribunale di Bari. Mazzitelli ha spiegato di aver rifiutato il patteggiamento della pena «a tutela» della sua «onorabilità personale e della credibilità delle aziende facenti capo alla mia famiglia». Ha poi ricordato di essere accusato di corruzione per «una dazione di 95 euro (il valore di un orologio regalato a Lupelli, ndr) per 'velocizzare' un pagamento legittimamente dovuto, avvenuto con oltre 6 mesi di ritardo, in un incontro tra due vecchi amici».

Stando agli accertamenti della Guardia di Finanza, coordinate dal pm Savina Toscani, gli imprenditori avrebbero corrotto l’allora dg in cambio di pratiche favorevoli.
Gli appalti oggetto delle presunte corruzioni risalgono agli anni 2014-2017 e si riferiscono alla realizzazione di 42 case popolari al quartiere Carbonara di Bari, 100 alloggi per studenti al rione Mungivacca e alla ristrutturazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica nei quartieri Sant'Anna, San Girolamo e Madonnella, per i quali l’ex dg avrebbe ricevuto denaro, un orologio, buoni carburante, bottiglie di vino, vasi di arredamento, penne e cravatte.
«La Procura prima e il giudice poi hanno riconosciuto espressamente che gli atti dell’avvocato Lupelli non hanno violato i doveri d’ufficio, come avevamo sempre sostenuto» hanno dichiarato gli avvocati Laforgia e D’Aluiso, spiegando che «il patteggiamento ha dato atto anche dell’integrale risarcimento dei danni». Il riferimento della difesa è alla modifica del capo d’imputazione per il loro assistito: da corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficiò a 'corruzione per l’esercizio della funzione'.

AGGIORNAMENTO

Con sentenza emessa il 18 dicembre del 2019 il Tribunale di Bari ha ha assolto «perché il fatto non costituisce reato» l’imprenditore barese Dante Mazzitelli, imputato con l’accusa di corruzione nel processo su un presunto giro di tangenti in cambio di appalti dell’Arca Puglia, l’Agenzia regionale che gestisce le case popolari, costituita parte civile. Mazzitelli fu destinatario nel dicembre 2017 di una misura cautelare interdittiva nell’ambito dell’inchiesta che portò all’arresto di altre quattro persone, tra le quali l’ex direttore generale generale dell’Arca Puglia, Sabino Lupelli, che nei mesi scorsi ha patteggiato la pena (come tutti gli altri).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie