Mercoledì 22 Maggio 2019 | 15:10

NEWS DALLA SEZIONE

Il giallo
Santeramo, ritrovata la statua di Sant’Erasmo: abbandonata in un casolare

Santeramo, ritrovata la statua di Sant’Erasmo: abbandonata in un casolare

 
È in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
nel foggiano
mattinata

Mattinata, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento, sospetta agevolazione mafiosa

 
Giustizia svenduta
Magistrati arrestati, Savasta sapeva dell'arresto: «Decisi di non scappare»

Trani, Savasta sapeva dell'arresto: «Decisi di non scappare»

 
Regione
Sanità in Puglia, buco da 140mln per le protesi nelle Asl

Sanità in Puglia, buco da 140mln per le protesi nelle Asl

 
Nel foggiano
Volturara Appula, a 49 anni si taglia con motosega: trovato morto

Volturara Appula, a 49 anni si taglia con motosega: trovato morto

 
La storia
Bari, anziano a digiuno per giorni, picchiato e isolato in casa: arrestata badante

Bari, anziano a digiuno per giorni, picchiato e isolato in casa: arrestata badante

 
L'intervista
Salvini a la Gazzetta: «Voglio un leghista candidato alla Regione»

Salvini alla Gazzetta: «Un leghista candidato alla presidenza della Regione»

 
L'incidente
Montescaglioso, contro tra auto e moto: un morto

Montescaglioso, scontro tra auto e moto: muore un 30enne

 
La decisione
Bari, figlio di 2 donne: giudice dà l'ok alla trascrizione dell'atto di nascita

Bari, figlio di 2 donne, i giudici: «Ok a trascrizione atto di nascita»

 
La visita del vicepremier
Salvini contestato da Lecce a Bari: «Dacci indietro i 49 mln» «Noi lavoriamo voi fischiate»

Salvini in Puglia: contestazioni e applausi. Oggi in piazza a Putignano 
Lecce:«Fascista» VD Bari, Zorro in corteo

 

Il Biancorosso

IL PAGELLONE
Di Cesare e Floriano campionato topPiovanello l'under più in palla

Di Cesare e Floriano campionato top
Piovanello l'under più in palla

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl giallo
Santeramo, ritrovata la statua di Sant’Erasmo: abbandonata in un casolare

Santeramo, ritrovata la statua di Sant’Erasmo: abbandonata in un casolare

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
TarantoIl caso
Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

 
Foggianel foggiano
mattinata

Mattinata, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento, sospetta agevolazione mafiosa

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 
BatSanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 

i più letti

Il processo

Tangenti per appalti case popolari: ex dg Arca Puglia patteggia

Per Sabino Lupelli pena a due anni. A giudizio l'imprenditore Mazzitelli

Tangenti per appalti case popolari: ex dg Arca Puglia patteggia

Il gup del Tribunale di Bari Giovanni Abbattista ha omologato i patteggiamenti tra i 2 anni e i 18 mesi di reclusione (pena sospesa) per tre dei quattro imputati per i quali la Procura di Bari aveva chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito del procedimento su un presunto giro di tangenti in cambio di appalti dell’Arca Puglia, l’azienda regionale che gestisce le case popolari, costituita parte civile. In particolare per l’ex direttore generale dell’Arca, Sabino Lupelli, difeso dagli avvocati Michele Laforgia e Salvatore D’Aluiso, è stata ritenuta congrua la pena a 2 anni, con l’attenuante della collaborazione e dopo aver risarcito l'Arca con 30mila euro tra profitto del reato e danno all’immagine.


Per gli imprenditori baresi Antonio Lecce e Massimo Manchisi, difesi dagli avvocati Gaetano Sassanelli e Nicola Quaranta, sono stati omologati i patteggiamenti a 1 anno e 6 mesi di reclusione, con l’attenuante della collaborazione per Manchisi, per aver reso - come Lupelli - dichiarazioni eteroaccusatorie in questo procedimento e anche in altre indagini attualmente in corso.
Nei confronti di un terzo imprenditore, il docente universitario Dante Mazzitelli, difeso dagli avvocati Nicola Quaranta e Raffaele Gargano, è stato disposto il rinvio a giudizio. Il processo inizierà il 30 ottobre dinanzi al Tribunale di Bari. Mazzitelli ha spiegato di aver rifiutato il patteggiamento della pena «a tutela» della sua «onorabilità personale e della credibilità delle aziende facenti capo alla mia famiglia». Ha poi ricordato di essere accusato di corruzione per «una dazione di 95 euro (il valore di un orologio regalato a Lupelli, ndr) per 'velocizzare' un pagamento legittimamente dovuto, avvenuto con oltre 6 mesi di ritardo, in un incontro tra due vecchi amici».

Stando agli accertamenti della Guardia di Finanza, coordinate dal pm Savina Toscani, gli imprenditori avrebbero corrotto l’allora dg in cambio di pratiche favorevoli.
Gli appalti oggetto delle presunte corruzioni risalgono agli anni 2014-2017 e si riferiscono alla realizzazione di 42 case popolari al quartiere Carbonara di Bari, 100 alloggi per studenti al rione Mungivacca e alla ristrutturazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica nei quartieri Sant'Anna, San Girolamo e Madonnella, per i quali l’ex dg avrebbe ricevuto denaro, un orologio, buoni carburante, bottiglie di vino, vasi di arredamento, penne e cravatte.
«La Procura prima e il giudice poi hanno riconosciuto espressamente che gli atti dell’avvocato Lupelli non hanno violato i doveri d’ufficio, come avevamo sempre sostenuto» hanno dichiarato gli avvocati Laforgia e D’Aluiso, spiegando che «il patteggiamento ha dato atto anche dell’integrale risarcimento dei danni». Il riferimento della difesa è alla modifica del capo d’imputazione per il loro assistito: da corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficiò a 'corruzione per l’esercizio della funzione'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400