Mercoledì 24 Aprile 2019 | 19:48

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

 
Verso il 26 maggio
Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

 
A Bari
Concessione spiaggia Torre Quetta: rinvio a giudizio per 3 indagati

Concessione spiaggia Torre Quetta: rinviati a giudizio 3 indagati

 
Serie C
Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

 
Elezioni in vista
A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

 
Primo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
Nel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
Stalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
emergenza in puglia
Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanze per bloccare il batterio

Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanza per bloccare il batterio

 
La visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: «Mai pensato di chiudere lo stabilimento» 
Associazioni vanno via: «È teatrino»

 
La festa non autorizzara
Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Operazione Gibbanza

Bari, sentenze tributarie pilotate: sei condanne, 4 assoluzioni

La pena più alta, 7 anni, per l'ex giudice tributario Oronzo Quintavalle accusato di 6 episodi di corruzione

Finanza

Il Tribunale di Bari ha condannato 6 imputati a pena comprese fra i 7 anni e i 2 anni di reclusione, ne ha assolti quattro «perché il fatto non sussiste» e ha dichiarato la prescrizione dei reati contestati ad altri 13 imputati al termine del processo di primo grado su presunte sentenze tributarie pilotate.

La condanna più elevata, a 7 anni di reclusione, è stata inflitta nei confronti dell’ex giudice tributario barese Oronzo Quintavalle, ritenuto responsabile di sei episodi di corruzioni in atti giudiziari e tre falsi. All’ex giudice, per il quale il pm Michele Ruggiero aveva chiesto la condanna a 5 anni e 8 mesi di reclusione, è stata concessa l’attenuante della collaborazione per aver rivelato agli inquirenti di aver ricevuto per anni denaro, buoni vacanza, consulenze e prodotti enogastronomici in cambio di sentenze favorevoli. Ai 23 imputati, avvocati, funzionari delle commissioni tributarie e imprenditori, erano contestati, a vario titolo, i reati di corruzione in atti giudiziari, falso, rivelazione del segreto d’ufficio, infedele dichiarazione dei redditi, riciclaggio, favoreggiamento, abuso d’ufficio, truffa, millantato credito e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, la metà dei quali dichiarati prescritti.

I fatti risalgono agli anni 2008-2010, quando Quintavalle era presidente della Commissione Tributaria regionale della Puglia. Fu arrestato nel novembre 2010, insieme con colleghi e altri professionisti, fra i quali i commercialisti baresi Gianluca Guerrieri e Donato Radogna, condannati entrambi a 3 anni di reclusione. Condanna a 2 anni di reclusione (pena sospesa) per l’allora segretario di una sezione della Commissione Tributaria Provinciale di Bari, Domenico Carnimeo. Condannati anche i due imprenditori Raffaele Putignano e Franco Maria Balducci, rispettivamente a 2 anni (con pena sospesa) e a 2 anni e 6 mesi di reclusione. Con riferimento alle corruzioni in atti giudiziari, il Tribunale ha riqualificato in corruzioni semplici (dichiarandone la prescrizione) le vicende nelle quali Quintavalle non era direttamente impegnato come giudice.

Nel processo si erano costituiti parti civili il Ministero dell’Economia e delle Finanze, l’Agenzia delle Entrate ed Equitalia. Nei loro confronti il Tribunale ha stabilito che i sei imputati condannati dovranno risarcire i danni. Tre società, imputate per la responsabilità amministrativa degli enti, sono state condannate a sanzioni pecuniarie fino a 100mila euro e due di loro interdette per sei mesi oltre alla confisca del profitto dei reati. I giudici hanno inoltre dichiarato la falsità di tre sentenze tributarie risalenti agli anni 2009-2010.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400