Mercoledì 22 Maggio 2019 | 03:30

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Bari, figlio di 2 donne: giudice dà l'ok alla trascrizione dell'atto di nascita

Bari, figlio di 2 donne, i giudici: «Ok a trascrizione atto di nascita»

 
La visita del vicepremier
Salvini contestato da Lecce a Bari: «Dacci indietro i 49 mln» «Noi lavoriamo voi fischiate»

Salvini in Puglia: contestazioni e applausi
Gioia, anziana gli dona un crocifisso
Lecce:«Fascista»VD Bari, Zorro in corteo

 
Il naufragio
Norman Atlantic: gup Tribunale Bari ammette 100 nuove parti civili

Norman Atlantic: gup Tribunale Bari ammette 61 nuove parti civili

 
I tubi scambiati
Morirono in 8 per scambio tubi in ospedale: reato va in prescrizione

Castellaneta, 8 morti in ospedale: il reato va in prescrizione

 
Nel tarantino
Martina Franca: torna nella casa vacanze e trova un occupante e lavori in corso

Martina Franca: torna nella casa vacanze e trova un occupante e lavori in corso

 
Sulla Aida Blu
Turista tedesco cade su nave da crociera: Guardia Costiera Bari lo soccorre

Turista tedesco cade su nave da crociera: Guardia Costiera Bari lo soccorre

 
La sentenza
di cosola

Bari, 27 condanne definitive per il clan Di Cosola: 21 anni al fratello del boss

 
Sanità
Politecnico Bari, scacco matto a ictus e infarti: ecco l'app per i consulti a distanza

Policlinico Bari, scacco matto a ictus e infarti: ecco l'app per i consulti a distanza

 
L'operazione
Tratteneva soldi destinati al Comune di Sava: Gdf sequestra 950mila euro di beni a società

Tratteneva soldi destinati al Comune di Sava: Gdf sequestra 950mila euro di beni a società

 
L'ecomostro
Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

 

Il Biancorosso

IL PAGELLONE
Di Cesare e Floriano campionato topPiovanello l'under più in palla

Di Cesare e Floriano campionato top
Piovanello l'under più in palla

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIngenti danni
Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

 
MateraL'incidente
Montescaglioso, contro tra auto e moto: un morto

Montescaglioso, scontro tra auto e moto: muore un 30enne

 
HomeLa decisione
Bari, figlio di 2 donne: giudice dà l'ok alla trascrizione dell'atto di nascita

Bari, figlio di 2 donne, i giudici: «Ok a trascrizione atto di nascita»

 
TarantoI tubi scambiati
Morirono in 8 per scambio tubi in ospedale: reato va in prescrizione

Castellaneta, 8 morti in ospedale: il reato va in prescrizione

 
BrindisiIl comizio
Ostuni, botta e risposta tra Salvini e i contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

Ostuni, botta e risposta tra Salvini e contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 

i più letti

la sentenza

Bari, fallimenti truccati: condannato Marco Vignola

La Corte dei conti: l’avvocato pagherà 280mila euro per il danno all’immagine dello Stato

corte dei conti bari

BARI - Sono stati gli articoli di giornale sulla sua condanna penale a innescare i giudici contabili. Ed è proprio a seguito della pubblicazione delle notizie sui reati compiuti nel ruolo di curatore del fallimento « Nova Tessile» che l’avvocato barese Marco Vignola, 49 anni, è stato condannato a risarcire il danno d’immagine all’ordine giudiziario: poco più di 281mila euro, pari al doppio della cifra che - secondo le indagini all’epoca compiute dalla Finanza - Vignola avrebbe sottratto illecitamente dai conti di una procedura.

La sentenza della Corte dei conti (presidente facente funzione Daddabbo, relatore Laino) ha ridimensionato, e di molto, la pretesa economica della procura contabile, che con il viceprocuratore Pierpaolo Grasso (oggi trasferito nelle Marche e sostituito dal collega Carlo Picuno nell’aprile scorso chiese e ottenne il sequestro conservativo dei beni di Vignola (29 appartamenti sparsi tra Bari, Vietri di Potenza, Conegliano e San Vito di Cadore, oltre a vari conti correnti) per un valore pari a 3,7 milioni di euro. In sede di convalida, infatti, il sequestro fu circoscritto a 281mila euro, perché nel frattempo il notissimo professionista barese aveva proceduto a restituire buona parte dell’ammanco dai conti del fallimento, inizialmente quantificato in circa 1,5 milioni di euro e poi progresivamente ridotto a 146mila euro: per quest’ultima somma, peraltro, la stessa curatela ha nel frattempo eseguito un pignoramento sui beni di Vignola. I giudici contabili hanno dunque preso atto della «già avvenuta precostituzione di un titolo giudiziale idoneo a ristorare il danno» (il pignoramento dei 146mila euro), e hanno provveduto a quantificare il danno d’immagine prodotto dal «disdicevole episodio», comunque limitato per via «dell’assenza di un pubblico dibattimento penale».

Dopo l’arresto cautelare patito nel 2011, nel 2015 Marco Vignola patteggiò una condanna poi divenuta definitiva a due anni e quattro mesi (di cui due anni coperti da indulto) per peculato, truffa aggravata, falso ideologico e per vari reati tributari. Questa vicenda, comunque, non si è ancora conclusa del tutto: Gaetano Vignola, padre di Marco, è ancora a processo davanti al Tribunale di Bari. Anche lui ha provveduto a restituire parte delle somme illecitamente prelevate dai conti dei fallimenti che gestiva. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400