Giovedì 21 Febbraio 2019 | 08:18

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
Durante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
Serie B
Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

 
Dopo gli arresti
Trani, nuova accusa per Savasta: «Inventò indagine per colpire imprenditore»

Trani, nuova accusa per Savasta: «Inventò indagine per colpire imprenditore»

 
Regione
Sanità, Puglia fuori dal commissariamento, slittata a marzo decisione del ministero

Sanità, Puglia fuori dal commissariamento, slittata a marzo decisione del ministero

 
Guerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
A taranto
Romeno aggredisce coppia appartata in casolare vicino stazione: arrestato

Romeno aggredisce coppia appartata in casolare vicino stazione: arrestato

 
A taranto
Frode fiscale: sequestrati beni per 1,5 milioni di euro a impresa settore telefonia

Frode fiscale: sequestrati beni per 1,5 milioni di euro a impresa settore telefonia

 
Nel Tarantino
Palagiano: abusa di una minorenne e la perseguita, in manette un 65enne

Palagiano: abusa di minorenne e la perseguita, in manette 65enne

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
HomeLa decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

Violenza in città

Bari, migrante buttato giù dalla bici, presi gli aggressori: «Non era razzismo»

A denunciare l'episodio è stata l'assessora Francesca Bottalico su Facebook

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Facebook: Francesca Bottalico

Gli agenti della Polizia locale hanno identificato e denunciato per lesioni le due persone che venerdì a Bari, mentre erano ferme a un semaforo sul loro scooter, hanno dato un calcio a un uomo del Bangladesh che era su una bici, facendolo cadere e procurandogli ferite giudicate guaribili in 25 giorni. Il conducente dello scooter, di 30 anni, che ha dato il calcio, e il passeggero di 19 anni hanno negato di avere agito per razzismo e hanno detto di avere colpito il ciclista straniero dopo un diverbio avuto in strada, durante il quale l'uomo del Bangladesh aveva reagito con uno sputo a distanza.
Secondo quanto riferito dalla Polizia locale, i due aggressori si sono dimostrati pentiti

COSA ERA SUCCESSO - Un episodio di violenza e razzismo viene denunciato con un post sul proprio profilo Facebook dall’assessore alla welfare del Comune di Bari, Francesca Bottalico, che spiega di essere stata testimone dell’aggressione ai danni di un giovane ciclista del Bangladesh, scaraventato a terra da due ragazzi per «puro divertimento».

«Oggi - scrive - sono stata testimone involontaria di un episodio di violenza e razzismo, di un atto vigliacco nei confronti di un giovane ciclista sulla trafficata via Fanelli. Eravamo fermi a un semaforo, quando, in direzione opposta, un ciclista del Bangladesh veniva affiancato da due ragazzi su un grosso scooter che, violentemente e per puro 'divertimento', lo scaraventavano a terra per poi scappare via». «Abbiamo assistito increduli a ciò che era appena accaduto - prosegue il racconto -. Abbiamo soccorso il ragazzo che era a terra, dopo aver sbattuto violentemente la testa. Per fortuna Polizia municipale e ambulanza sono intervenuti presto».

Proprio grazie ai numerosi testimoni dell’aggressione è stato possibile recuperare alcuni numeri della targa dello scooter di grossa cilindrata, che conducente e passeggero hanno tentato di nascondere, consegnati alla Polizia locale che, attraverso anche l'ausilio delle telecamere di sorveglianza, è ora sulle tracce dei due ragazzi. «Quanta indignazione e quanta rabbia per un gesto così violento e senza senso. Ma anche tanta solidarietà e desiderio di denunciare e contrastare simili episodi di odio e razzismo - conclude l’assessore Bottalico -. Accompagneremo e ascolteremo questo ragazzo nei prossimi giorni. Nessuno, qui e altrove, deve sentirsi solo e indifeso». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400