Lunedì 22 Aprile 2019 | 15:57

NEWS DALLA SEZIONE

Degrado in città
Bari, cassonetti strapieni in C.so Vittorio Emanuele: denunciati 2 commercianti

Bari, cassonetti strapieni in C.so Vittorio Emanuele: denunciati 2 commercianti

 
Il caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
I controlli su strada
S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

 
A Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
Gli eventi in città
Bari, domenica c'è il Gran Premio: occhio ai divieti anche per il Bif&st

Bari, domenica c'è il Gran Premio: occhio ai divieti anche per il Bif&st

 
Il ciak
Cambio set per Checco Zalone: da Gravina si sposta ad Acquaviva

Cambio set per Checco Zalone: da Gravina si sposta ad Acquaviva

 
Tutela ambientale
Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

 
Stalking
Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

 
La tragedia
Monopoli, si soffoca con un boccone di carne: morto 26enne

Monopoli, si soffoca con un boccone di carne: morto 26enne

 
Il colpo di fortuna
Mola, tra i rifiuti trova gratta e vinci fortunato: 100mila euro a ex pescatore

Mola, tra i rifiuti trova gratta e vinci fortunato: 100mila euro a ex pescatore

 
L'analisi
Bari, La Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

Bari, la Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

La commessa da 187 milioni

Lavanolo, a rischio camorra la ditta che voleva il maxi appalto in Puglia

Interdittiva antimafia del Prefetto: il ricorso della American Laundry ha congelato da mesi la gara

Lavanolo, rischio camorra dietro la ditta che voleva il maxi appalto in Puglia

Bari - In Puglia il suo ricorso presentato davanti al Tar ha bloccato la maxigara regionale per il servizio di lavanolo nelle Asl. In Campania, la Prefettura di Napoli ha disposto nei suoi confronti una interdittiva antimafia e, di conseguenza, è stata estromessa da una procedura per l’affidamento dello stesso tipo di servizio. Suona come un paradosso la parabola della «American Laundry», la società partenopea che ha bloccato la gara unica pugliese da 187 milioni di euro a seguito del ricorso che aveva presentato, nonostante non avesse neanche partecipato alla procedura. I giudici amministrativi pugliesi, come la «Gazzetta» ha già scritto, avevano dato ragione alla ditta annullando una clausola del bando emanato da Innovapuglia sulla base del capitolato predisposto dalla Asl di Bari. Parliamo del noleggio e del lavaggio di biancheria e materassi e del relativo trasporto, servizi finora svolti per la gran parte con contratti in proroga. L’effetto della decisione è stato il blocco della procedura, scaduta a gennaio.

Alla gara (che prevede un appalto di 5 anni, con opzione di proroga per altri due anni) erano stati ammessi quattro concorrenti: Servizi Italia, Adapta, Hospital Service e un raggruppamento guidato da Lavit. Tuttavia i napoletani di American Laundry (che nel 2016 hanno subito un sequestro da 22 milioni per imposte non pagate) hanno sostenuto (e i giudici baresi in primo grado sono stati dello stesso parere) che nel bando ci fosse una clausola troppo restrittiva, cioè la previsione che il trasporto della biancheria avvenisse con mezzi e personale proprio dell’appaltatore. Previsione irragionevole, secondo il Tar di Bari. Innovapuglia ha sostenuto a suo tempo che la società napoletana non avrebbe potuto comunque partecipare alla gara pugliese, essendo state accertate irregolarità contributive per 48 milioni di euro in un altro appalto campano, ma American Laundry ha dimostrato la sottoscrizione di una transazione fiscale.

Dunque, tutto bloccato in attesa che InnovaPuglia faccia appello al Consiglio di Stato. Ma adesso si scopre che la Prefettura di Napoli il 13 novembre scorso ha notificato proprio all’American Laundry una interdittiva antimafia. Con la conseguenza che la Soresa, Società regionale per la sanità campana, ha estromesso il raggruppamento di imprese che fa capo alla ditta napoletana da una procedura in quella Regione.

E nel frattempo il consigliere regionale grillino Mario Conca, che ha inviato l’esposto da cui è nata una istruttoria dell’Anac, torna a incalzare la Regione: «Annulli in autotutela la gara e ne predisponga un’altra suddivisa in più prezzi per le diverse aree, per non far sprecare soldi ai cittadini». [g. l.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400