Sabato 25 Settembre 2021 | 20:02

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Tradizione e marketing

Ecco come un poeta americano dell’800 trasformò San Nicola in Santa Claus

Il saggista barese Varricchio esamina le origini della «mutazione» della figura storica in quella mitologica

Ecco come un poeta americano dell’800 trasformò San Nicola in Santa Claus

San Nicola da oltre un secolo è sempre più il «prototipo» di Santa Claus - Babbo Natale. Ha indagato questa «mutazione iconografica» da una figura storica della Cristianità ad una leggendaria, con le sue derivazioni commerciali e non solo, Enzo Varricchio, avvocato e saggista barese.
Fu una poesia a «trasformare» San Nicola in Santa Claus, ricorda Varricchio, un testo pubblicato per la prima volta nel 1823 in forma anonima con il titolo di «An Account of a Visit of St. Nicholas» sul quotidiano di Troy (New York), Sentinel Troy di martedì 23 dicembre 1823.

Ne seguirono altre pubblicazioni, apparse quasi sempre con delle illustrazioni.
«Una delle prime versioni illustrate di quella che è poi diventata “A visit from St. Nicholas - prosegue - è datata 1830 e conteneva la riproduzione del testo apparsa nel “Troy Sentinel”, pubblicata con un'illustrazione di Myron B. King, che mostrava Santa Claus in cima ad un tetto con la slitta e le renne. Nel 1837, la poesia fu pubblicata nel “New York Book of Poetry”. Il giorno di Natale dell'anno seguente, fu ufficialmente attribuita a Clement Clarke Moore e in seguito ottenne grande successo sia negli Stati Uniti che in Europa. Il poemetto costituisce uno snodo fondamentale nel passaggio dalla figura cristiana del santo Nicola di Myra e Bari all’idolo del consumismo natalizio Santa Claus/Father Christmas, poiché tutte le raffigurazioni successive del personaggio furono influenzate da questo testo che associa il più popolare portatore di doni del pianeta alle date del 24-25 dicembre, anziché al 6 dicembre, giorno dedicato a San Nicola nel calendario cattolico. Alla poesia fa un chiaro riferimento il titolo del film d'animazione “Nightmare Before Christmas”, film prodotto da Tim Burton nel 1993. E il primo verso della poesia è citato nel film con Bruce Willis Trappola di cristallo (Die Hard, 1988), film ambientato nel periodo natalizio».
Questo testo natalizio fu ripreso in canzoni di artisti del calibro di Louis Armstrong, Bob Dylan, Aretha Franklin e The Platters.
«L’autore ufficiale - aggiunge Enzo Varricchio - è considerato Clement Clarke Moore, insegnante di lingue e letterature straniere e studioso di teologia newyorkese, il quale avrebbe scritto il poema tra il 1821 e il 1822», ricordando che però ci fu una disputa sulla paternità della composizione.

«San Nicola di Bari fu il primo santo del vecchio mondo ad apparire negli States - precisa ancora lo scrittore barese - e specificamente a Nuova Amsterdam, l’odierna New York, forse perché importato dai primi coloni olandesi che nonostante il Protestantesimo gli erano rimasti devoti. Ancor oggi il 6 dicembre ad Amsterdam si calcola che circa 300mila persone affollano le strade per festeggiare il giorno di Santa Claus. La Chiesa di San Nicola a New York, distrutta nell’attentato alle Torri Gemelle del 2001, è in corso di ricostruzione (ma i lavori sono fermi da un anno a causa di una crisi finanziaria dell’Arcidiocesi greco-ortodossa d’America - n.d.r.) con il contributo di fedeli d’ogni parte del mondo, a ennesima dimostrazione che il santo di Myra e Bari è il più popolare del pianeta».
«Quel che più conta - conclude Enzo Varricchio -, è che è a partire da questa poesia del 1823 che la figura di Santa Claus comincia a trasformarsi in quella di Father Christmas, quindi prima che la Coca-Cola se ne impadronisse per scopi commerciali». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie