Martedì 16 Ottobre 2018 | 06:07

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

L'udienza preliminare

Scontro treni, il Mit si tira fuori dal processo
I familiari delle vittime: «Traditi dallo Stato»

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti citato come responsabile civile ha motivato la sua richiesta di esclusione per un aspetto formale

scontro tra treni

ANDRIA - Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), citato come responsabile civile, ha chiesto di essere escluso dal processo sul disastro ferroviario che il 12 luglio 2016, sulla tratta a binario unico Andria-Corato gestita da Ferrotramviaria, costò la vita a 23 persone e il ferimento di altri 51 passeggeri. Il Mit ha motivato la sua richiesta di esclusione per un aspetto formale, ritenendo il decreto di citazione incompleto. «Una fuga delle istituzioni dal processo», ha detto l’avvocato Andrea Moreno, difensore di alcune parti civili. Mentre Daniela Castellano, figlia di una delle vittime e presidente dell’Associazione strage treni Puglia (Astip), alla quale aderiscono 15 famiglie, dice che i familiari «si sentono traditi dallo Stato, presi in giro dopo le promesse fatte anche dal ministro Toninelli, quando è venuto a luglio, che ora se ne lava le mani».

«L'atteggiamento del Ministero - continua Castellano - è una mancanza di rispetto per i morti e le loro famiglie. Ma noi non ci arrenderemo. Il caso Cucchi ci insegna che le battaglie dei familiari delle vittime sono quelle che portano alla verità, noi abbiamo pagato con il sangue dei nostri cari e la voglia di verità viene prima di tutto». Nell’udienza preliminare che si sta celebrando a Trani dinanzi al gup Angela Schiralli si sono costituiti come responsabili civili anche Ferrotramviaria, società imputata nel procedimento per la responsabilità amministrativa degli enti, e la Regione Puglia. Entrambe, come il ministero, hanno chiesto l’esclusione. Il giudice si è riservato e deciderà alla prossima udienza del 18 ottobre. Per la strage rischiano il processo 18 imputati tra dirigenti e dipendenti della società Ferrotramviaria e del ministero, accusati a vario titolo di disastro ferroviario, omicidio colposo, lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro e falso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Tap, sindaco Melendugno da Conte:«Stop a progetto, commesse illegalità»

Tap, sindaco Melendugno da Conte per dire no. Palazzo Chigi: stop costerebbe troppo

 
Foggia, un operatore aiuterà bimbo disabile escluso dalla mensa

Foggia, operatore aiuterà bimbo disabile escluso da mensa a scuola

 
Scontro auto nel Foggiano: morte mamma e figlia di pochi mesi

Scontro tra auto nel Foggiano: morte mamma e figlia di pochi mesi

 
Mammografie, Puglia maglia neraM5S: le Asl sbagliano indirizzo

Mammografie, Puglia maglia nera. M5S: le Asl sbagliano indirizzo

 
Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

 
Tenta di rubare iPhone a una donna in pieno centro: arrestato 38enne marocchino

Tenta di rubare iPhone a una donna in centro: arrestato marocchino

 
Comune di Bari - Palazzo di Città

Nuovo sindaco Bari, fumata nera del centrodestra: decisione passa a Roma

 

GDM.TV

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 
Intitolazione caserma a Marzulli, Decaro: «Lui era davvero un galantuomo»

Squillo di tromba e commozione
per la caserma dedicata a Marzulli

 

PHOTONEWS